Cose da sapere prima di andare a Cheese 2017

L’equazione è semplice: il Salone del gusto sta a Torino come Cheese sta a Bra.

Proprio qui infatti, a Bra, nel cuore delle Langhe, patrimonio Unesco dal 2014, va in scena Cheese 2017, l’undicesima edizione dell’ormai noto festival del formaggio e dei prodotti lattiero-caseari organizzato ogni due anni da Slow Food.

L’Italia è il Paese che comincia con il graukäse, cioè il cacio grigio della Valle Aurina e termina oltre un migliaio di km più a sud con la vastedda del Belice, senza abbassare una singola volta l’asticella del piacere; una passione, quella dell’Italia per il formaggio, confermata dai numeri di Cheese 2015: 270.000 visitatori e oltre 300 espositori provenienti da 300 nazioni.

Cheese 2015: che cosa avete perso se non siete venuti

E siccome la vita è troppo breve per non fare il cercatore errante di formaggi tra una toma d’alpeggio e un Raschera dop, magari innaffiati da un buon Dolcetto di Dogliani, ecco la guida pratica di Dissapore per muovervi senza problemi a Cheese 2017.

IL BIGLIETTO

No, togliete la mano dal portafogli. Niente biglietto per Cheese: l’evento è gratuito, non ci sono varchi né biglietterie, e tutti sono liberi di sciamare per strade e viuzze della cittadina langarola. Per iniziare al meglio la maratona dei formaggi,  nella migliore disposizione d’animo per la degustazione, e l’acquisto, delle specialità in vendita.

Attenzione, però: se l’ingresso a Cheese è libero, alcuni eventi della manifestazione sono invece a pagamento: ad esempio, gli “appuntamenti a tavola” e i “laboratori del gusto” vanno acquistati online iscrivendosi entro il 12 settembre. Se restano posti liberi, solo allora ci si potrà iscrivere in loco, alla reception eventi.

DOVE

Okay, a Bra, questo lo sappiamo. Ma dove, di preciso?

Come per l’ultima edizione del Salone di Gusto di Torino,  non esiste un “dove” specifico: le strade e le piazze di Bra sono esse stesse il teatro della manifestazione. Basta inoltrarsi nel centro della cittadina, e sarà Cheese a venirci incontro.

cheese 2015 formaggio

Ma in questa edizione,  oltre a Bra, anche Pollenzo ospiterà alcuni eventi, come gli “appuntamenti a tavola” e i “laboratori del vino”. Siamo a 6 chilometri da Bra, nella sede dell’Università di Scienze Gastronomiche e della Banca del Vino: un’occasione in più per una gita tra le incantevoli colline delle Langhe.

COME

Treno

Per arrivare a Bra, se si arriva da località abbastanza vicine, il mezzo più adatto è sicuramente il treno, che  ferma alla stazione di Bra, distante pochi minuti a piedi dalla sede della manifestazione.

Inoltre, sono anche stati istituiti treni speciali  appositamente per Cheese 2017.

Auto

Per gli irriducibili dell’auto basta saltare in macchina e imboccare, appena il tragitto lo consente, la A6 Torino-Savona, quindi prendere l’uscita Marene Cherasco, direzione Bra;

cheese 2015

Oppure la A21 Torino-Piacenza, uscita Asti Est, immettendosi poi sulla A33 Asti-Cuneo in direzione Alba, proseguendo infine per Bra.

Parcheggi e servizio navette

Attenzione, o voi che non volete rinunciare alla vostra comoda vettura. A Bra, durante Cheese, è prevista la chiusura totale del traffico nella parte di città compresa tra la circonvallazione interna e l’area collinare, con orario dalle 9:30 alle 23:00.

Ma, in sostituzione dell’auto, saranno a disposizione dei visitatori comode navette che, con frequenza di circa 20 minuti, collegheranno il centro città con le principali aree di parcheggio al costo di 1 euro a biglietto, acquistabile al parcheggio o sul bus.

Cheese 2015: 10 formaggi che ognuno di noi dovrebbe conoscere.

Aereo

La zona è servita dall’aeroporto di Cuneo Levaldigi, a 30 chilometri da Bra.

L’aeroporto di Torino Caselle, invece, si trova a 75 chilometri da Bra.

QUANDO

Cheese 2017 si svolge dal 15 al 18 settembre, con orari che vano dalle 10 alle 24 dal venerdì alla domenica e dalle 10 alle 20.30 il lunedì.

Il Mercato italiano e internazionale è invece aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20.30

Cucine di strada,  food truck, piazza della birra e piazza della pizza sono aperte infine dal venerdì alla domenica dalle 12 alle 24 e il lunedì dalle 12 alle 20.30

CHE COSA

Ma cosa vedremo a Cheese, con quali appuntamenti ci delizieremo occhi, naso e papille girando per le vie di Bra e di Pollenzo durante la rassegna?

Diversi sono gli eventi previsti, tra cui il mercato dei formaggi, la casa della biodiversità, la gran sala dei formaggi e l’enoteca, la piazza della pizza, le cucine di strada, la piazza della birra e i food truck.

Ci sono anche due cinema che ospitano la rassegna Cheese on the screen, la libreria di Slow Food Editore, i laboratori del gusto, gli spazi per le conferenze, il palco.

Tra gli eventi, ricordiamo le attività per le scuole, come “una giornata con l’allevatore” o “contadino a chi”, sul mestiere dell’agricoltore, oppure “caseifici alla ribalta”, “Banca del vino di Cheese”, “erbe e spezie, non di solo luppolo vive la birra”, “storie di pizza” o “laboratorio del gelato”.

Altra novità di quest’anno è “Spazio libero”, un’area riservata a formaggi, salumi, vini e pani prodotti senza fermenti selezionati, additivi, nitriti e nitrati: in Spazio libero solo cose “naturali”.

Un dettaglio particolareggiato degli eventi è disponibile a questo link.

LATTE CRUDO

Il tema principale della manifestazione di quest’anno sono i formaggi a latte crudo, difesi strenuamente da Slow Food, intenzionata a rilanciare prodotti sottovalutati o, peggio ancora, guardati con diffidenza. Un prodotto in via di estinzione che l’associazione nata in Piemonte vuole salvaguardare dalla “sterilizzazione e omogeneizzazione dei prodotti alimentari massificati”.

Cheese 2013: prendere a morsi un formaggio insolito qui e ora.

Il latte crudo, ovvero non sottoposto a trattamenti termici superiori a 40° C., è un prodotto in grado di “trasferire ai formaggi gli aromi e i profumi del suo territorio, di raccontare le erbe e i fiori dei pascoli, le caratteristiche delle razze autoctone, la manualità di pastori e casari”.

Oggi la quasi totalità dei formaggi è lavorata con latte pastorizzato, così trattato per distruggere i batteri patogeni presenti nel latte ma che comporta anche l’eliminazione dei batteri “buoni”, restituendo prodotti più anonimi e omologati.

E proprio sui formaggi a latte crudo è incentrato l’incontro di venerdì 15 settembre alle 14.30, uno dei più rilevanti dell’intera manifestazione

BABY PIT STOP

Vogliamo goderci Cheese in santa pace? Allora dobbiamo pensare anche ai bambini.

Per questo nella sede di Slow Food, in via della Mendicità Istruita 14, c’è un angolo dedicato a mamme e bambini, che possono qui rinfrancarsi e riposarsi e riprendere poi tranquillamene la visita a Cheese in tutta serenità.

LA SEDE DI SLOW FOOD

Ma nella sede storica di Slow Food, in Via della Mendicità Istruita 14, si svolgono anche altre attività.

Dallo scorso aprile, infatti, la ex sede è stata acquisita dall’Associazione, ed è disponibile per le visite di soci e ospiti.

MAPPA

Sul sito di Cheese è disponibile anche una comoda mappa per orientarsi tra i vari eventi, laboratori e manifestazioni. Un aiuto in più per non perdere tempo inutile dirigendosi a colpo sicuro nelle aree di nostro maggiore interesse.

Non resta che partire!

Cinzia Alfè Cinzia Alfè

10 settembre 2017

commenti (4)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. I formaggi sono l’unica cosa davvero unica al mondo che abbiamo, teniamoceli stretti perchè gli spagnoli ce li stanno copiando tutti…burrate, parmesano, mozarela, burrata de burgos e proveranno a superarci anche in questo come successo con olio, vino, salumi e tutto il resto.

«
Privacy Policy