Anthony Bourdain e Asia Argento stanno insieme

Ne avevamo parlato un paio di mesi fa vedendo Anthony Bourdain, chef newyorkese bello, famoso e spregiudicato, che ha venduto vagonate di libri tipo “Kitchen Confidential” e alla tivù si è divertito a fare l’esploratore gastronomico con serie di successo come “No Reservations”, nell’episodio romano del suo nuovo programma per la Cnn che si chiama “Parts Unknown”.

Tra storie di fascismo, Pasolini, trattorie periferiche e fettuccine fatte in casa era comparsa lei, Asia Argento, nel ruolo della residente ben informata sui fatti.

Beh, a forza di frequentare posti insoliti di Roma dove i turisti frettolosi non arrivano, pare che la coppia composta dal piacente sessantenne Bourdain e da Asia Argento, di diciannove anni più giovane, abbia finito per innamorarsi.

chi bourdain argento

argento bourdain chi

Il settimanale Chi, in edicola domani, pubblica gli scatti della figlia di Dario con il bell’Antonio, mentre passeggiano abbracciati e fanno la spesa al mercato di Campo de’ Fiori prima di scambiarsi baci appassionati per strada.

Mah, dev’essere San Valentino.

[Crediti | Link: Corriere, Dissapore]

Nunzia Clemente Nunzia Clemente

commenti (9)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. “Ah, è là che è avvenuta la monta? Prima, durante o dopo i pasti?” [cit.]

  2. Vi prego,no! non avete bisogno di questo: non troverete nuovi lettori, piuttosto rischiate di perderne qualcuno. I pettegolezzi lasciateli alle riviste da cui avete preso la “notizia”.

  3. http://imgur.com/0m2HZnL

    Sig. Bernardi, abbia pazienza: seguo Dissapore da così tanto tempo che vedere un articolo simile, addirittura a Sua firma, mi lascia quantomeno perplesso. L’immagine di cui sopra ovviamente non è rivolta a Lei, Dio guardi, ma al contenuto del quale, si possa fare serenamente a meno, al di là dei meriti dei singoli (Bourdain e Argento).
    Un caro saluto.

    1. Grazie per la tenacia e vive scuse per l’errore, in realtà non è un post scritto da me.

    2. Sulla tenacia la dice lunga il mio DNA sardo (chiamiamola ostinazione, in questo caso). La ringrazio per la squisita disponibilità.

«
Privacy Policy