l'internet

Frutta e verdura di stagione: O mia bela cassettina, che te brillet de vicin

Qualche giorno fa ho raccontato a mia nonna, signora ottantenne venuta su dalla verace tradizione contadina umbra, che a Milano mi portano ogni settimana la cassettina di verdura fuori dall’uscio di casa. Mi ha guardata come si guarda la gallina di Banderas nella pubblicità del Mulino Bianco e mi ha chiesto con sincera preoccupazione “ma la paghi vero?”. La domanda è lecita perchè ha interpretato l’accaduto come un miracolo della grande città, una sorta di mistica apparizione alla nipote ereditaria coltivatrice di ortaggi, un ringraziamento di Madre Natura nei confronti della povera immigrata allontanata dalle primizie della sua terra.

Anch’io la interpreto così. Come un dono anonimo, come i pacchi che arrivano da Internet, sembrano sempre i regali di certi benefattori del web.

È da oltre un anno che ogni martedì mi arrivano a casa verdura e frutta fresche contenute in una splendida cassettina di legno. Magicamente comprare fuori dalla porta alle 8,30 di ogni martedì mattina. La sera lascio il vuoto, il giorno dopo è piena di buoni prodotti di stagione.

Pago con fattura a fine mese e continua a sembrarmi comunque un regalo e pur sempre uno dei servizi irresistibili e irrinunciabili che mi offre la iper organizzata Milano. Il servizio si chiama Bio Express, si possono scegliere diverse misure, pesi e composizione. Solo frutta, frutta e verdura, solo verdura. Dai 4 kg in su, con consegna settimanale o quindicinale. Ovviamente la raccolta segue fedelmente la stagionalità e sebbene si possa controllare dal sito il contenuto della cassetta che ci arriverà ed eventualmente cambiare qualche cosa, io mi ostino e mi diverto a non saperlo. Così mi approccio alla cassettina con somma fede e mi capita ovviamente di andare incontro a scoperte rare, l’aglio orsino è una delle più recenti.

Dopo aver gridato al mondo tutto il mio entusiasmo per frutta e verdura fresche, di buona qualità, comode a casa nella cassettina di legno, ho scoperto un mondo di appassionati veri e di cooperative e società che offrono questi servizi. Ecco quelli che ho sentito e verificato attraverso amici, conoscenti o cassettomaniaci come me.

Riporto anche un rapido sguardo ai costi, riferiti sempre alla cassetta di frutta e verdura small (3-4 kg circa).

BIO EXPRESS

Costo 17,00 €.

BIO GUSTÒ

Costo 22,00 € (cassetta più grande 5-6 Kg).

BIO IN CASA

Costo 17,00 €.

IL BUON ESSERE

Costo 19,00 € (cassetta più grande 5-6 Kg).

In questo genere di servizi abitare a Milano fa la differenza. Mia nonna l’ha capito e ogni volta che può mi intervista sul contenuto della cassetta settimanale, con anche buffi tentativi di quiz, indizi e indovinelli.

Ditemi anche voi: quali servizi simili conoscete nelle altre città/paesi o a Milano? E quanto costano?

Cristina Scateni Cristina Scateni

commenti (42)

Accedi / Registrati e lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ma i prezzi indicati sono omnicomprensivi (comprendono il trasporto ?)
    Non ho presente i prezzi di Milano, ma sono mediamente 3-4 euro al kg. Pochi ? Tanti ?
    Altra domanda. Il corriere che magicamente trasporta sulla soglia di casa viaggia a dorso di mulo o è uno degli innumerevoli pestilenziali furgoncini perennemente fermi in doppia fila ?
    Se l’iniziativa prendesse piede in maniera “popolare” e in una città come Roma consegnassero chessò anche solo 50 o 100.000 cassettine alla settimana …

    1. In alcune zone di Milano la cassetta BioExpress viene consegnata in bicicletta dai ragazzi di Milanbike, quindi direi più a dorso di mulo che su pestilenziali furgoni….per fortuna !

    2. …A dorso di un mulo no, dai. Ci sono i servizi di consegna via bici, per esempio… ma i muli lasciamoli in pace poverini! 😉

  2. Prezzi simili a Bruxelles, per lo stesso servizio, ma probabilmente con meno varieta’, soprattutto nel periodo invernale: rape, cavolo, patate, cavolo, rape, rape e la occasional carota.

  3. a genova c’è un servizio del tutto analogo
    si chiama PortaNatura

  4. Qui i supermercati fanno prezzi da 1,20 a 2,5 al kg, secondo la stagione (e la frutta/verdura).

  5. A Roma c’è il servizio BIO-BOX, non l’ho mai provato perché abito in un piccolo centro di provincia dove trovare prodotti di stagione locali (praticamente l’orto del verduraio è a 2 km da casa mia) non è difficile. Ma mi piacerebbe provare.

  6. Io invece abito a Palermo e la cassetta non viene da me io vado da lei; il mercato è vicino casa mia si chiama la vucciria. E anche abitasi in un altra zona ne troverei un altro. Nel solo centro storico ce ne sono quattro e in periferia ogni quartiere ha il suo. Tornato dal lavoro (il mercato è aperto tuto il giorno)mi trascino lentamente verso la piazza del mercato affollata; a volte mi siedo ad un tavolino del bar e mangio la mia granita e da lontano scruto il banco del fruttivandolo per decidere cosa prendere; a volte mangio un polpo bollito. Nelle giornate di sole, che sono tante faccio anche la mia pausa pranzo con qualche delizioso cibo di strada. Poi mi avvicino al mio fruttivendolo, Andrea, uomo saggio e parliamo della sua famiglia, della comunione del figlio o degli effetti dell’euro. Poi prendo un bel cavolfiore, o del finocchietto selvatico per fare la pasta con le sarde, oppure prendo della borraggine, amara, amara, o prendo dei cavulicelli, e poi snocciolo una fava e son già cominciati i piselli, quelli piccoli e dolci. Infilo tutto nello zaino che mi porto appresso. Pago, saluto Andrea percorro i pochi passi che mi separano dalla mia casa vicino al mare; Apro le finestre lascio cadere la cipolla nell’olio e peno all’anno passato a MIlano. Ma chi me lo faceva fare.

    1. Invidia!! 😀 e non tanto per le verdure (che anche qui nella campagna Emiliana si trovano buone e facilmente), ma per i mercati di Palermo, la granita, i cibi di strada, il pesce da favola…aahh, ma prima o poi…

      ps: bellissimo nickname, Giamatti mi piace…da matti :-)!!

    2. Io ti invidio la finestra aperta mentre cucini … ma poi penso al meraviglioso giardino di mia madre che vedo dalla mia finestra della cucina o al glicine arrampicato sul mio balcone e mi sento in pace con il mondo. Grazie per avermi fatto riflettere su. Adoro un pò di più il mio paesello.

    3. Ballarò però é mille volte meglio della Vucciria, a mio parere.

  7. non avevo mai sentito di questo servizio, mi informerò meglio anche perchè abito nella provincia ovest di milano…

    1. In zona Torino io conosco loro:
      http://www.cestedabosco.it/

      I prodotti sono molto buoni (io li ho sempre comprati direttamente) ma so da amici che anche il servizio a domicilio funziona molto beme per puntualità e selezione.

      Riporto i prezzi, per comodità di confronto:
      5 kg = 11 euro
      7,5 kg = 16,50 euro

      per ogni consegna +3 euro indipendentemente dal numero di cassette quindi se ci si accorda con vicini o amici il prezzo si divide.