pasta diva

La classifica della pasta (soprattutto) artigianale

The geometry of pasta

E venne il momento in cui Dissapore smise di dar retta a quei poveri fissati convinti che i maccheroni causino culonaggine genetica. Basta masticare petti di pollo sconditi e finti dolci fatti con la crusca d’avena al posto della farina. Di pasta in pasta, di formato in formato, Dissapore riannodò i suoi complessi, decise di coccolare il suo gastrofanatismo, di accettarsi (agli altri di accettare lui non riesce mai) e, neanche troppo inverosimilmente, di compilare aggiornare una classifica.

(Secondo qualcuno, mangiare pasta è curarsi. Da un amore scaduto, da un lavoro frustrante, da una vita scentrata, da un marito noioso o da un amica che ha smesso di bastarci come tale).

Menzione d’onore: Mezzi paccheri rigati Rummo, Contrada Ponte Valentino, Benevento. 0824 33.11.11.

10. Chitarre Mancini, Contrada San Rustico, Monte San Pietrangeli, Fermo. Tel. 0734 96.05.07.
9. Spaghetti Senatore Cappelli Latini, via Maestri del Lavoro 19, Osimo (AN). Tel. 071 78.19.768.
8. Radiatori Garofalo, Via dei Pastai 42, Gragnano (NA). Tel. 081 39.05.09.6.
7. Fusilli Leonessa, Via Don Minzoni, 231 – Cercola (NA) Tel. 081 55.51.10.7.
6. Sedani Monograno Felicetti, Via Felicetti 9, Predazzo (Tn). Tel. 0462 50.12.25.
5. Spaghetti Casino di Caprafico. Piane di Caprafico, Guardiagrele (CH). Tel. 0871 89.74.92.
4. Calamarata Afeltra, Pastificio Giuseppe Afeltra, Via Forchetelle, 3 – Gragnano (NA). Tel. 06 3751 4938.
3. Spaghettoro Verrigni, Via Salana 9, Roseto degli Abruzzi. Tel. 085 90.40.269.
2. Paccheri Pastificio dei Campi, via dei Campi 50, Gragnano (NA). Tel. 081 80.18.430.
1. Spaghettoni Cavalieri, via Garibaldi 64, Maglie (Le). Tel. 0836 48.41.44.

Parola d’ordine: sodalizio, astenersi guardatori mummie di siti internet. Ci servono l’update della vodtra classifica e un po’ di prezzi. Neanche la pasta è recession-free, vogliamo sapere quanto ci costano le paste tanto amate.

[Crediti | Link: Dissapore, immagine: The Geometry of Pasta]

Login with Facebook:
Login

 

67 commenti a La classifica della pasta (soprattutto) artigianale

  1. Benedetto Cavalieri vince su tutti! io a roma la compravo a e2,90/3,00 mentre giù a Maglie l’ho comprata a e2,50. Resta il fatto che a Bari e Provincia non si trova….e questo è davvero scandaloso!

  2. non cpaisco se è la versione aggiornata o da ggiornare, in ogni caso se dentro la classifica c’è garofalo trovo l’esclusione delle fettuccine di spinosi a campofilone, le tagliatelle del capponi a pontedera(PI) e penne e spaghetti dei martelli di lari (PI)
    una leggerezza poco scusabile.

  3. Condivido in classifica lo Spaghettone Cavalieri, mi dissocio sullo Spaghettoro Verrigni (furto legalizzato, ma davvero trovate sia degna di nota e non sia solo una trovata pubblicitaria pretenziosa!?).

    Avrei aggiunto i fusilli o il mezzo pacchero del PASTIFICIO GENTILE & i maccheroncini MARTELLI.

    • anche secondo me lo spaghettoro non è nulla di chè, non lascia il segno. su quel genere preferisco nettamente gli spaghetti mancini.
      i paccheri di gentile sono buonissimi.

  4. Un mese fa’ ho acquistato una ventina di confezioni di monograno Matt ” Felicetti”, piu’ o meno tutti i formati.
    Mi sono recato proprio a Predazzo, ma stranamente non hanno un punto vendita in sede, in quanto non possono vendere a domicilio -- non so il motivo -, e allora mi hanno consigliato di andare alla Coop, il prezzo e’ di circa 3,5 euro al kg per confezioni da mezzo chilo.
    Ho gia’ fatto diversi assaggi ed il prodotto e’ veramente buonissimo.

    • Gentile Andrea, grazie infinite per i complimenti rivolti ai nostri prodotti ed in particolare alla linea Monograno Matt (tipologia di grano duro coltivato in Italia e precisamente in Sicilia e Puglia). La nostra azienda non ha la licenza per la vendita al dettaglio e questo è il motivo per cui non le abbiamo potuto vendere il prodotto.
      Nel ringraziarla nuovamente, le auguro buon appetito :-)
      Cristian Deflorian
      Resp. Vendite Italia

  5. Io mi dissocio dalla lista per Verrigni e Felicetti, mentre credo manchino 2 grandi nomi: Gentile (fusilli fatti a mano, mezzo pacchero e spaghettone non potrei farne a meno) e Vicidomini con le candele.
    Completamente d’accordo, invece, sullo spaghettone Cavalieri!

  6. di questi mangio assiduamente Mancini (mezze maniche e tuffoli) afeltra (vari formati) cavalieri (spaghetti) e verrigni (corta). Ho accontanato Latini, troppo sbriciolosa e amidosa. Setaro non è più nel Gotha? e di Nola?

  7. Classifica con cui concordiamo complessivamente, anche se non con le posizioni (quisquilie), e in cui rileviamo una mancanza, per noi, assolutamente da podio: la pasta Vicidomini di Castel San Giorgio. Sulle mezze candele e la calamarata, giusto per dire degli ultimi due formati targati Vicidomini da noi goduti ma potevate sceglierne qualsiasi altro, ci sembra impossibile si possano avere dubbi.
    Dimenticanza o scelta consapevole?
    :)rossal

    • Vicidomini mancanza gravissima, capelli d’angelo che si possono usare per paste fredde, calamarata e candele. Pasta assolutamente di grandissimo livello ma purtroppo non e’ Gragnano penso scelta consapevole.

  8. Ma dove mettiamo Gerardo di Nola?????????????In quasi tutti i formati fa da sola il piatto, segnalo spaghettone, fettuccella, linguina e pasta mista. Usata da anni non sospetti e quando ti prendevano per il c…. Gerardo chi???? sempre al top, non sbaglia mai un colpo e prezzo giusto. Pacchero difficile per Milano, troppo terroneo! Un cordiale saluto a tutti.

  9. Ma Rummo quali ?
    Da Carrefour si trovano dei pacchi con logo blu Rummo, in offerte che vanno da 50 cent a 75 cent (500 g)
    Poi ogni tanto compaiono delle confezioni con logo rosa (rosso ?) che costano il doppio.
    C’è anche un terzo tipo di Rummo-Rummo, davvero buoni ? (perchè i blu non sono malvagi, ma vanno fatti cuocere 20 minuti e alla fine sono sempre “al dente”)

    • Ragazzi, trovo che siano tutte ottime… Ma sono marchi blasonati dall’ottimo marketing… C’è di meglio in giro secondo me… Ad esempio una abruzzese 100*100 grano italiano e costa dai 2 ai 3,5 euro al chilo!batte ogni gragnano secondo me!

        • Si chiama Masciarelli, ottimi gli spaghetti, la chitarra. Il bucatini e la fettuccina rigata, anche i fusilli, i paccheri rigati all’interno sono stratosferici ma si rompono un po’ troppo.

      • Già, se ce lo facessi sapere potrei magari aggiungerla alla lista di eventuali futuri assaggi che sto compilando dai suggerimenti presenti nei commenti… Di mio, oltre alla già citata Martelli (che è pure a kmo0 per me che sto a Pisa) segnalo anche i sorpendenti per sapore ed eccezionale tenuta di cottura spaghetti di 100% farro selezione monograno Felicetti (che ho recentemente preparati e conditi di un sughetto con brunoise di verdure estive e graükase di San Candido sbriciolato sopra).

    • Una consideazione il 3 classificato non e’ produttore ma solo distributore con marchio di Gragnano,per cui vi consiglio di informarvi meglio prima di stilare classifiche e poi nn dimenticate di nola e setaro,

  10. non posso dirmi esperta di alcunchè. io la pasta in genere me la faccio. gli spaghetti Garofalo, la gramigna De Cecco. Ho assaggiato Latini ma non ho visto santi e madonne. per tutto il resto devo imparare.

  11. Ma perché Cavalier Cocco non piace ai foodies? Non va di moda? Non fa abbastanza marketing? Io trovo alcuni suoi filati davvero splendidi. E tengono la cottura come pochi. Cavalieri mi piace ma alcuni dei filati che ho provato (per es. le penne lisce) tendono perfino a scuocere…

  12. Anch’io voto la pasta di Mauro Musso, maestro realmente artigiano in quel di Alba, Casa del Tajarin. Pasta eccezionale dove la perizia artigiana è al massimo livello ….umanamente consentito.

    Da provare, penso non abbia confronti; unico difetto, non ancora sufficientemente conosciuta. Ed è un autentico delitto.

    Per info, Mauro Musso è uno dei protagonisti del documentario langhedoc, insieme a Maria Teresa e Bartolo Mascarello, al pastore Silvio Pistone….
    francesco

  13. Io sono (al di la dei casi di pasta cattiva) del parere di un mio conoscente di Osimo che a domanda sul pastificio locale in dialetto mi rispose “Io non capirò niente ma per me il buono della pasta è il sugo”

      • parole sacrosante. quando all’apertura del sito Esperya scoprimmo la pasta Rustichella, rimanemo folgorati.
        Ci vollero 15 anni per tornare a comperare dagli scaffali del supermercato, quando comincio’ ad affacciarsi il marchio Garofalo.
        E per il riso non e’ differente!

          • Come dire che tra una Coop al dente e una extralusso scotta e incollata alla pentola …
            L’idea, nel fare confronti, sarebbe a parità di variabili.
            Magari una “extralusso” olio e parmiggiano è “meglio” di una “discount” tartufata…

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a dissapore