Comprare il parmigiano “caduto” e aiutare un caseificio colpito dal terremoto

“Vediamo se il parmigiano si vende, se la rete di relazioni funziona davvero” si chiede dalla zona (anzi dall’epicentro) del terremoto che domenica scorsa ha colpito l’Emilia Romagna, Gianluca Diegoli, mago del web-marketing e blogger di lungo corso. Gianluca ha ricevuto via email l’appello dell’azienda agricola Cusumaro, il cui magazzino di stagionatura del Parmigiano Reggiano in località Solara a Bomporto di Modena è stato gravemente danneggiato dal sisma. Per ripristinarlo, i Cusumaro hanno bisogno di vendere subito il formaggio, a pezzi, perché non può più essere stagionato. E lo fanno a prezzi ridotti.

“Parmigiano Reggiano di varie stagionature. Chi fosse interessato può inoltrare direttamente gli ordini entro giovedì 24 a: filieracorta@arci.it oppure al numero 346 1779737 “.

Qui c’è anche un modulo di prenotazione. I prodotti disponibili anche sotto vuoto sono:
parmigiano reggiano 14 mesi € 11,5,
parmigiano reggiano 27 mesi € 13,00,
crema spalmabile €11,00.

Il formaggio si ritira martedì 29 maggio tra le 12.00 e le 18.30 nella sede del Comitato Arci di Modena in via IV novembre, 40/L – zona direzionale Cialdini.

L’appello inizia con una frase che non ha bisogno di particolari commenti: “Chiediamo a tutti non tanto una mano, quanto l’opportunità di rialzarci con il nostro lavoro”.  [Minimarketing, Azienda Casumaro]

Sara Cabrele

23 maggio 2012

commenti (146)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Se qualcuno mi spiega ‘sto nuovo sistema dei commenti gliene sarei grato, quello di prima mi sembrava funzionasse decisamente meglio, se non altro si ricordava i dati obbligatori e non inseriva i commenti in ordine casuale.

    1. se ci fosse per il gruppo di torino per la spedizione sarei interessata pure io….

    2. Qualche informazione anche per noi…..da Torino! Avvisateci! grazie

    1. io sono a Minturno…se si può spedire io sono interessata…

    2. da Latina sono interessata anche io sono una grande consumatrice del parmigiano

    3. Ciao…siete riuscite a sapere qualcosa relativamente alla spedizione a Latina? io sono ancora interessata…fatemi sapere!!! 🙂

  2. spero solo che nessuno strumentalizzi il terremoto, usi la solidarietà per speculare, non vorrei assistere ad una seconda morte di Craxi in diretta

    di falsi buoni è pieno il mondo

    una cosa è certa, pubblicità gratuita in quantità generose.

    Conosco gente dell’altra riva del Po, che produce BUON formaggio e che fatica a venderlo, vuoi per la sovrapproduzione a mio parere, vuoi per alter ragioni

  3. Salve, sono interessato all’acquisto tramite spedizione, ci sono romani come me pronti all’acquisto ed a fare un ordine cumulativo?

    Fatemi sapere

  4. Precisazione su prezzi Parmigiano_Reggiano.
    Quello che scrive Stefano F. è corretto <> , e parliamo delle zone d’origine.
    Poi si tratta di prezzi Ipercoop, inferiori ai prezzi dei caseifici di produzione.
    Per produrre un Kg. di Parm.Regg. servono 16 litri di latte (intero per davvero) poi si deve stagionare dai 18-24 mesi, anche 30 mesi, per quello destinato alla grattugia, con infiniti controlli e pulizia, rigirato e curato come un bambino, in ambiente climatizzato… e se va bene incassano i soldi dopo 2-3 anni che hanno munto le mucche.
    Fate i vostri conti su quale dovrebbe essere un prezzo finale EQUO…
    secondo me oltre i 20 €./Kg.
    Ora si sta tentando un’operazione che aiuta chi ne ha bisogno, spero anche altri caseifici nella zona. Sarebbe ingiusto fare gli avvoltoi e approfittare del terremoto per speculare al ribasso, anzi dovremmo comprarlo a prezzo pieno, come i prodotti equo-solidali. Però non sarà facile visto che le forme rotte vanno utilizzate subito.

  5. Sto cercando di prendere contatti per piazzarne un po’ di forme zona Torino. Mi dicono gente che lavora nel settore che i prezzi sono competitivi. Grazie per la segnalazione.

    1. Siamo anche noi a torino e interessati alla spedizione cumulativa…

  6. Sono di Livorno….ma la prossima settimana sarò a Castelnovo ne’ Monti….. come posso fare?? C’è nessuno di Livorno per acquisto cumulativo? E a Castelnovo?? Tipo la Croce verde gemellata con la Pubblica Assistenza di Livorno?? Grazie.
    Vorrei proprio aiutare almeno i caseifici, nel mio piccolo. Il loro è un duro lavoro per ottenere un gioiello di prodotto, unico al mondo.

«
Privacy Policy