Regali di Natale: se in Italia 2 libri su 100 sono di cucina usate queste 7 idee per scegliere

Ieri sono uscita dall’ufficio a buio pesto, a tutto pensavo fuorché a libri di cucinaregali di Natale, poi mi sono accorta che qualche amministrazione comunale con una strana idea della spending review ha già acceso le luminarie. In un attimo, in preda ai pensieri in libertà che mi colpiscono mentre guido verso casa, ho cercato di associare un regalo di Natale a ciascuna delle facce dei miei amici che mi immaginavo già intenti a spacchettare. “La prendo con anticipo quest’anno”, e poi ci si ritrova sempre alla vigilia con qualche regalo imprevisto a cui ricambiare.

REGALI DI NATALE la serie: 

1. Per chi cucina molto

Vi vedo già in preda a crisi da regalo natalizio dell’ultim’ora, foodies che non siete altro. Ma quest’anno che ho già iniziato a entrare nel mood da gastro-shopping, voglio darvi una mano e qualche dritta editoriale che potrete sfruttare per impacchettare un regaluccio.

Repubblica dice che la letteratura di genere è folta. Nel 2010 sono usciti 885 libri di cucina, nel 2012 1.135, nel 2013 1.048. L’anno scorso i più venduti sono stati: E’ pronto di Benedetta Parodi, Se vuoi fare il figo usa lo scalogno di Carlo Cracco, Mettiamoci a cucinare, ancora della Parodi, e Le ricette della prova del cuoco di Antonella Clerici.

La musica non cambia con i più venduti a Ottobre 2014,: Molto Bene di Benedetta Parodi, La cucina di Casa Clerici di Antonella Clerici, La cucina napoletana di mare in oltre 800 ricette di Luciano Pignataro, Guarda che buono! Giallo Zafferano per i bambini di sonia Peronaci.

Ma siccome, parlando di foodbook, non siete tipi da attaccare il naso alla vetrina quando c’è l’ultima fatica letteraria della Parodi, ecco alcuni titoli che c’entrano con il cibo, ma che i vostri amici apprezzeranno anche per mille altri motivi.

1. GIUSEPPINO, DA NEW YORK ALL’ITALIA: STORIA DI UN RITORNO A CASA di Joe Bastianich con Sara Porro

joe bastianich, giuseppino

Le vostre amiche MasterChef-addicted andranno in brodo di giuggiole a leggere la storia di Joe Bastianich, Giuseppino per la nonna, faccia da schiaffi nel senso più attraente del termine, che racconta di quando gli amichetti del Queens all’intervallo mangiavano pane e burro d’arachidi, e a lui invece la mamma dava il cucchiaio e la trippa.

Un viaggio al contrario compiuto dall’America dei sogni all’Italia delle radici, firmato dalla nostra Sara Porro che, di certo, a Natale ce ne recapiterà volumi su volumi autografati a casa (vero, Sara?)

Per il momento si limita a dire: “Giuseppino è una storia di persone e di radici, prima di tutto – non quelle eduli, s’intende.”

Giuseppino – 5,99 o 11,90.

2. GASTROMANIA di Gianfranco Marrone

Gastromania, Gianfranco Marrone

Sappiatelo: regalare questo libro agli amici che vi dicono “parlate solo di cibo”, verrà usato contro di voi.

Se mangiate genuino l’autore vi chiamerà ingenui. Se siete sfegatati di Masterchef vi farà riflettere sulle vostre dipendenze televisive. Se la domenica partite e fate 400 chilometri per raggiungere il miglior kebabbaro del centro Italia e lo street food è la vostra religione, vi beccherete la sua moratoria contro il cibo da strada.

Contro tutto quello che è di moda, questo libro servirà a farvi molto arrabbiare, ma gli Altri. Ma un paio di riflessioni è buona cosa che ce le facciamo tutti.

Gastromania – 8,49 o 11,90 euro.

3. VIENI IN ITALIA CON ME di Massimo Bottura

Vieni in Italia con me, il libro di Massimo Bottura

Quando cercate di spiegare ai neofiti chi è il miglior chef italiano, spesso citando Bottura, questi non cambiano espressione. Niente occhi fuori dalle orbite, niente genuflessione, insomma niente di niente.

Ecco, a loro bisognerebbe regalare questo volume meraviglioso che (una volta passato lo scoglio di una copertina volutamente istituzionale e neutra) non potrà che renderli Bottura friendly.

4 capitoli, 48 ricette che vanno oltre il piatto e raccontano l’ispirazione che le ha create, tecniche, ingredienti e arte (non solo gastronomica). Potremmo definirlo un compendio filosofico sul passato che ci accompagna, anche quando guardiamo al futuro.

Vieni in Italia con me – 33,92 euro.

4. ARTUSI REMIX di Don Pasta

Artusi remix, Don Pasta

Se il New York Times lo ha definito “attivista del cibo” e, soprattutto, se gli ha concesso spazio un motivo ci sarà.

Ottimo regalo per il vostro amico votato alla religione de “la parmigiana di mia mamma è imbattibile”, che grazie a questa iniziazione editoriale conoscerà un approccio sincero e artistico alla materia. Prendendo spunto dal mitico ricettario dell’Artusi, DonPasta lo attualizza mantenendo intatto il fascino delle ricette italiane tradizionali.

Anche chi non ha a cuore la cucina si scioglierà ritrovando la ricetta di sua nonna e facendo un salto nostalgico nel passato.

Artusi Remix – 16,92 euro.

5. LA SCIENZA DELLA PASTICCERIA di Dario Bressanini

La scienza della pasticceria, Bressanini

Sotto l’albero del vostro amico pignolo, magari quello che critica la vostra crostata sbruciacchiata, è ovvio che andrà questo libro, in cui si indaga con approccio scientifico i fondamenti della pasticceria.

Bressanini dice “Non so dove il vostro libraio abbia posizionato questo libro ma sarei felice se si potesse trovare in entrambe le sezioni (scienza e cucina), perché questo è contemporaneamente un libro scientifico, ma con pochissime formule, e un libro di cucina, ma con poche ricette.”  

Nei 5 capitoli del volume (di cui ha regalato a Dissapore un’anteprima qui) si parla di zuccheri, uova, latte, farina e gas. Sì, avete capito bene.

La scienza della pasticceria – 16,06 euro.

6. PURE TU VUOI FARE LO CHEF? di Antonino Cannavacciuolo

Pure tu vuoi fare lo chef, Cannavaccioulo

Come ci volevano i biglietti d’oro dentro le cioccolate per visitare la fabbrica di Willy Wonka, così per avere una cena gratis per due dal bistellato chef Cannavacciuolo ci vuole il golden ticket che, se siete fortunati, troverete nel suo ultimo libro.

A parte sfidare la fortuna, qui si racconta la storia dello chef e dell’uomo, che dalle strade di Napoli è arrivato al successo passando dalle cucine più prestigiose del mondo.

Ideale per i vostri amici che sono sempre alla ricerca di guru di successo e motivatori contemporanei.

Pure tu vuoi fare lo chef?  – 10,97

7. VINI E VINILI, 33 GIRI DI ROSSO di Maurizio Pratelli

Vini e vinili, pratelli

Invece del solito buono d’acquisto su iTunes, al vostro amico malato di musica regalate questo libro che sposa i grandi nomi del rock con quelli dei vini italiani.

Tra orecchio e palato, il gioco di Pratelli (storico critico musicale) è quello dell’abbinamento tra un bicchiere di rosso e un album dei grandi classici del rock.

Passioni che si intrecciano per meditazioni a metà strada tra orecchio e palato. Un bel regalo per un virtuale stage diving con calice di Amarone.

Vini e Vinili, 33 giri di rosso – 18,70 euro.

 

Carlotta Girola Carlotta Girola

21 novembre 2014

commenti (7)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Laboratori del gusto, di Osvaldo Bevilacqua e Giuseppe Mantovano ( si trova solo usato ) perche se non conosci l’evoluzione del cibo e delle ricette, e come siamo arrivati a tutto quello che di buono mangiamo adesso, che parli a fare ?
    (dedicato e tutti quelli che su questo blog, e su altri, parlano parlano, senza nemmeno sapere di cosa )

    1. ma l’Artusi , il Cucchiaio di argento, il Carnacina, il ricettario di Ada Boni e tutti gli altri ricettari della cucina tradizionale italiana dove li metti? Sono d’accordo che , prima di criticare, bisogna studiare e partire dalle basi , contestualizzando anche le ricette rispetto all’epoca in cui sono state scritte o ideate.

  2. Massimo Bottura un genio, al piu’ presto prendero’ il libro.

  3. Prenderò il libro di Dario Bressanini perché la pasticceria l’ho trascurata, non l’ho approfondita.
    Perché c’è il perché delle cose da fare.
    E’ quella la migliore lezione e , per me, la via migliore per arrivare alla comprensione dei concetti base, fondamentali, che poi si possono utilizzare in vari contesti.E’ un approccio scientifico che Bressanini, con rigore, chiarezza e semplicità mette a disposizione di tutti.Ed affascina con il suo stile.

    Anch’io, come molti di voi, ho amato i libri ed ho libri che ho letto appena per il gusto di averli.Con internet li compro da google play o da altri siti.
    Il web è un’immensa biblioteca, ma può essere dispersiva.
    Un “ottimo” libro resta, secondo me, in tutti i settori del sapere, ancora un “ottimo” strumento di conoscenza e, per certi versi, più “veloce” del web.
    Che, intendiamoci, contiene tantissime informazioni(anche poco rilevanti e ripetitive) interessanti.
    Quindi, vanno integrati.

  4. anch’io acquisterò sicuramente il libro di Bressanini ma vorrei tanto che mi regalassero “Il talismano della felicità” di Ada Boni!!

  5. Noto con piacere che non c’è assolutamente alcun “conflitto d’interessi” in questo post…

    1. infatti… proprio come nel post di qualche tempo addietro sulle migliori gelaterie italiane… avanti così!

«
Privacy Policy