10 colazioni senza rivali a Bologna

Colazione Bologna permettendo. Che poi vuol dire negarsi poco: accanto ai caffè storici aperti nei primi anni del Novecento e ai miti della pasticceria internazionale come Gino Fabbri, sono spuntati bar moderni e caffetterie fedeli al credo degli specialty coffee.

E poi, ovviamente, millemila cornetti, brioche, mignon, monoporzioni, torte classiche e sul fronte salato calzoncini, pizze, croissant farciti, salatini e rustici.

Per chi si reca nell’elegante capoluogo emiliano, ma anche per i bolognesi stessi, abbiamo preparato la lista delle 10 colazioni senza rivali in città.

Ci trovate tutto ciò che serve, dal bar di quartiere dove sostare per una pausa caffè ristoratrice, alle antiche insegne di cui si deve assolutamente tenere conto, ai bar di design dove trascorrere una sonnacchiosa domenica mattina.

10. Caffé Pasticceria Gamberini

Via Ugo Bassi, 12

Gamberini bolognaGamberini bologna

Nella più antica pasticceria di Bologna, fondata nel 1907 e inserita tra i locali storici d’Italia, sarete accolti da camerieri in camicia bianca, cravatta e gilet nero.

Non spaventatevi, neanche per il lampadario in cristallo e le belle decorazioni lignee: potete scegliere tranquillamente tra cannoli alla crema, babà al rum, diplomatiche o cremini allo zabaione, i prezzi sono accessibili e la bontà delle proposte un punto fermo.

All’interno trovate giusto qualche tavolo, è più semplice fare colazione al bancone prima di iniziare lo shopping in via Ugo Bassi. Grande e signorile, invece, è il dehors sotto i portici: al tavolo arriverà un menù stile quotidiano che racchiude prezzi e curiosità sulla pasticceria.

Gamberini bolognaGamberini bologna

SERVIZIO: Raffinato e formale

ADATTO A: Una pausa gourmet nel dehors o una colazione rapida ma raffinata al bancone

PREZZI: Al bancone brioche e caffè hanno lo stesso prezzo, 1,20 euro. In terrazza 2 euro.

9. Bar Pappare’

Via dei Giudei, 2

Pappare bolognaPappare bologna

All’ombra delle 2 torri, in pratica all’ingresso della galleria Acquaderni, Papparè è un bar moderno aperto da pochi mesi, che ha già conquistato i giovani bolognesi.

L’impostazione è quella del bistrò parigino ma le decorazioni evocano lo stile minimal svedese con dettagli di design che conquistano subito. L’accoglienza è molto professionale, basta aprire la porta per ricevere sorrisi genuini e una calda serie di “buongiorno, ben arrivato”. Finalmente.

La scelta tra pasticcini, tè, caffè, bevande detox e opzioni per colazione e brunch è infinita. Pasticceria vegana o senza glutine, colazione british style o al burrito messicano, fino al pain au chocolat francese, ce n’è per tutti i gusti.

Difficile trovare posto la domenica mattina senza prenotazione, del resto il locale invita a restare seduti, leggere una rivista e godersi un cappuccino dopo l’altro.

Pappare bolognaPappare bologna

SERVIZIO: Eccellente, staff professionale e sorridente

ADATTO A: Passare ogni pausa della giornata

PREZZI: Croissant 1,30 euro, cappuccino classico 1,40 euro e caffè e cappuccini creazioni del barman da 3,5 a 6 euro.

8. Caffé Zanarini

Piazza Galvani 1

zanarini bolognazanarini bologna

Posizione superlativa tra via Farini e Galleria Cavour, descritta e amata anche da Carducci, ospita dal 1930 il Caffè Zanarini, che riveste con classe il ruolo del caffè ben frequentato di Bologna.

Parte dell’antico palazzo dell’Archiginnasio, il caffè appartiene oggi alla famiglia di pasticcieri mantovani Antoniazzi. Vetrine eleganti che richiamano il lusso dei negozi adiacenti, brioche, pasticceria mignon e monoporzioni impeccabili, caffè e cappuccini sempre ben estratti, pizzette e piccoli panini per l’aperitivo molto frequentato.

Belle al primo piano la sala invernale e la terrazza con vista sull’abside della basilica di San Petronio per le giornate estive.

zanarini bolognazanarini bologna

SERVIZIO: Rapido e formale

ADATTO A: Una colazione al sole nel dehors o in terrazza, anche a un caffè al bancone

PREZZI: Caffè e brioche a 1,30 euro l’uno e cappuccino a 1,70 euro, si paga la location e la qualità

7. Pasticceria Santo Stefano

Via Santo Stefano, 3

pasticceria santo stefano bolognapasticceria santo stefano bologna

Bar pasticceria senza fronzoli nel pieno centro di Bologna ben gestito da una famiglia calabrese.

L’ambiente spartano non impedisce al locale di essere costantemente affollato per la bontà di sfogliatelle e babà napoletani che traspirano rum.

Ma le due rarità che stanno facendo la fortuna della pasticceria sono la tartina alla frutta e soprattutto una specialità calabrese introvabile altrove a Bologna: la pitta ‘nchiusa. Provatela.

La folla che si accalca al bancone, chiude spesso alla vista il passaggio che porta a una grande sala dove accomodarsi per fare colazione con calma.

pasticceria santo stefano bolognapasticceria santo stefano bologna

SERVIZIO: Rapido e piacevole

ADATTO A: Chi vuole pagare il giusto prezzo per una colazione squisita in pieno centro

PREZZI: Onesti, caffè e brioche 1,20 euro l’uno

6. Caffè Terzi

Via Oberdan, 10

terzi bolognaterzi bologna

Tappa obbligata per i veri intenditori di caffè (anche di tè, a dire il vero). Spesso premiato per i suoi caffè, Manuel Terzi propone a bolognesi e non rare selezioni mono-origine provenienti da paesi tropicali, che alterna con le miscele numerate della casa, o ancora, per veri amatori, il caffè fatto con la caffettiera napoletana.

Del resto non si occupa il quarto posto della classifica di Dissapore riservata alle migliori caffetterie artigianali italiane per caso.

Locale lungo e stretto, con in fondo una sala da tè molto elegante dove si viene coccolati da un servizio impeccabile. I dettagli sono curati in modo maniacale, compreso il raffinato bicchierino per l’acqua che accompagna il caffè.

Ordinando un cappuccino sentirete Elena Terzi chiedervi se lo preferite con il cioccolato fondente grattugiato sopra la crema. Pare che nessuno abbia mai rifiutato la proposta.

terzi bolognaSONY DSC

SERVIZIO: curato nei minimi dettagli,

ADATTO A: intenditori e amanti di tè e caffè.

PREZZI: al bancone si parte da 1,10 euro per un espresso Terzi miscela n.1, i prezzi lievitano con il servizio al tavolo

5. Antico Caffé Scaletto

Via Ugo Bassi, 3

Antico caffè scaletto bolognaAntico caffè scaletto bologna

Dehors con vista torri e un piccolo spazio interno con bancone al centro, regolarmente preso d’assalto da clienti ‘mordi e fuggi’ per l’irresistibile pausa caffè.

Molti anche gli habitué, forse nostalgici delle colazioni consumate con i nonni all’Antico Caffè Scaletto, aperto sin dal 1921. Pochi i posti a sedere, ambiente elegante e perfetta sincronia delle 3 giovani bariste, abituate a muoversi in uno spazio di pochi metri quadri.

Il cappuccino è ottimo, ricoperto da una soffice schiuma di latte bianca, senza alcuna decorazione, forse per esaltare il colore scuro delle brioche al carbone vegetale, che piacciono molto ai frequentatori del bar.

Antico caffè scaletto bolognaAntico caffè scaletto bologna

SERVIZIO: Efficace

ADATTO A: una colazione rapida, comunque buona, anche con vista Torri.

PREZZI: Non proprio economici, brioche e cappuccino al bancone 3 euro

4. Colazione da Bianca

Via S.Stefano 1

Colazione biancacolazione bianca

Una tenda rossa nasconde l’ingresso. Entrate, e vi ritroverete in una favola. Arredo rosso, estetica femminea e un po’ infantile. Le torte e i dolci sono in ogni angolo.

Viene voglia di assaggiare tutto, pancake, brioche, cheesecake, per non parlare della tenerina e della pinza bolognese. Adocchiati i prezzi tornerete a ragionare come adulti responsabili: cappuccino e semplice brioche costano 4,80 euro.

Lo staff, vista l’atmosfera calda e rilassante, potrebbe essere meno sbrigativo, ma oggi Colazione da Bianca è un posto molto alla moda.

Croissant, sfogliatine, cornetti, torte a tranci e muffin sono buone, è anche possibile pranzare con pan brioche farciti, insalate e piatti freddi. Se non trovate posto potete provare al Museo della storia di Bologna in Via Castiglione 8/10, dove c’è un secondo bar Colazione da Bianca, più piccolo ma sempre elegante.

colazione bianca

SERVIZIO: Efficiente, un pò freddo e avaro di sorrisi

ADATTO A: Fare lunghe chiacchierate con amici o parenti

PREZZI: Molto caro, caffè espresso 2 euro, macchiato o cappuccino 2,80, fetta di torta 7 euro

3. Aroma

Via Porta Nova, 12

aroma bolognaaroma bologna

All’apparenza un bar come tanti, non molto grande, con un semplice arredo in legno e un espositore per il cioccolato.

Invece il caffè di Aroma, da solo, vale mezza colazione. Merito della passione per il caffè di Alessandro Galtieri, che è pure un ottimo barman.

Dosato e pressato con cura, estratto come in un rito sempre alla giusta temperatura, il caffè di Aroma è suddiviso in 6 miscele personalizzate, che è possibile anche acquistare. Personalizzati anche il cappuccino e il gran cappuccino, decorati in maniera diversa a seconda del cliente che lo chiede. Piccoli particolari che fanno piacere.

Come fa piacere trovare i proprietari sorridenti e disponibili in una zona di Bologna dai ritmi abbastanza frenetici.

aroma bolognaaroma bologna

SERVIZIO: Personale simpatico ed accogliente

ADATTO A: Chi vuole degustare un caffè sempre all’altezza in un ambiente intimo

PREZZI: Dalla miscela sinfonia a 1,20 euro fino a caffè più pregiati a 1,90 euro

2. Naama Cafè

Via Oberdan 31/b

naama bolognanaama bologna

Stanchi della solita combinazione brioche e cappuccino? Svoltate la mattinata chiedendo un caffè arabo con cardamomo e chiodi di garofano al Naama Caffè, ve lo serviranno con un dattero ripieno di mandorla e una spolverata di pistacchio a rimpiazzare lo zucchero.

Siete in un raffinato caffè dall’atmosfera intima, in un ambiente orientaleggiante con pochi posti a sedere, tra musica, dolci, e suppellettili della tradizione araba.

Se proprio avete voglia di un cappuccino provatelo aromatizzato al pistacchio, caramello, nocciola o zabaione. Tutto vi verrà servito con sapienza da Tamer, padrone di casa del Naama, benessere in arabo, un caffè-rifugio dove rilassarsi sapendo che il servizio al bancone non esiste. Basta sedersi e lasciarsi andare al fascino dell’esotico.

naama bolognanaama bologna

SERVIZIO: Piacevole ed elegante

ADATTO A: Chi vuole vivere un’esperienza orientale in pieno centro a Bologna

PREZZI: Onesti, caffè espresso 1,10 euro, caffè arabo 1,80 euro, tè alla menta 3 euro e brunch a 8 euro.

1. La Caramella

Via Cadriano, 27/2A

la caramella fabbri bolognala caramella fabbri bologna

Istituzione bolognese già nel 1982 quando ha aperto La Caramella poco fuori città, Gino Fabbri sovrintende al laboratorio della pasticceria dove ogni mattina lo spazio monstre delle vetrine si riempie di dolci della tradizione locale, creme, zabaione.

Ma sono i lieviati per la prima colazione a rubare la scena. Cornetti con passata di albicocca, una meravigliosa brioche (alla francese) con lievito madre, ripiena di miele o gianduia, e il krafen alla crema che così equilibrato e morbido non lo avete mai mangiato.

Impossibile non menzionare le torte, in testa la giustamente celebrata “Nuvola”, con cioccolato e pan di Spagna, ma anche quelle più tradizionali come la tenerina o la torta di mele.

Pausa pranzo e aperitivo sono altri due momenti della giornata per godersi La Caramella.

la caramella fabbri bolognala caramella fabbri bologna

SERVIZIO: Professionale

ADATTO A: Chi vuole provare una della migliori pasticcerie italiane

PREZZI: Di poco superiori alla media, ma che importa al cospetto di tanta perfezione.

DELLA STESSA SERIE:

10 colazioni senza rivali a Torino

10 colazioni senza rivali a Roma

Marco Zanni Marco Zanni

commenti (15)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Buone molte di queste proposte.

    Proposte che però, prezzo a parte, non sono paragonabili a quelle che Torino puù proporre in termini di bontà e raffinatezza.

    1. Che diamine! È un affronto che sul post “le 10 colazioni migliori di Bologna” non compaiano i bar di Torino che le piacciono tanto!
      Suggerisco lettera al direttore di Dissapore!

  2. Un paio di perplitudini:
    #8 Caffè Zanarini. Copioincollo il testo:
    “Talmente storico da essere menzionato e molto amato da Carducci… [SNIP]. Fondato nel 1930…”
    Ipotesi: a) Carducci (m. 1907) era un preveggente. b) Carducci non beveva il caffè a otto, ma il caffè dal futuro (Marty McFly non sei nessuno). c) Carducci non è morto nel 1907 come sosteneva la mia prof. d’itaGLiano.

    #1 La Caramella. Da qualche anno mi sembra che la pasticceria si chiami semplicemente Gino Fabbri. Come anche la foto del totem bene mette in mostra.

    Segnalazione: in città vi è un bar che sul banco mette non il bricco del latte, non il bricchetto della panna, mabensìpiuttosto una cuccuma di… uovo sbattuto! E senza sovrapprezzo, diamine.
    Ma non credo che vi dirò qual è 🙂

    1. Lo zabaione sul banco s’è visto da Charme, alla funivia (che tuttavia non merita di essere inserito nella lista)

    2. Mom è quello, gentile Luca 🙂

    3. Dolce salato a pian di macina, e dovrebbe essere inserito nella lista a pieno titolo

  3. Da Bolognese mi sento in dovere di aggiungere una chiosa su Papare che ho visitato un paio di volte: è un locale da hipster che, soprattutto a pranzo, serve impiattamenti ridicoli (vecchi tegami per capirci) la supposta qualità, poi, è servita con un malnascosto senso di superiorità veramente irritante, non solo per il portafoglio.
    In sintesi preferirei morire di fame e sete piuttosto che dargli i miei soldi.

    1. E un paio di quelli menzionati servono cornetti surgelati, si vede benissimo dalle foto!!!

  4. Parere personale: mettere Naama Caffè al secondo posto, subito dopo Gino Fabbri è un grandissimo azzardo. Torte non sempre fresche, anzi, ultimamente le ho beccate sempre abbastanza datate, servizio rigido e costruito. Altro appunto va per lo Scaletto dove a mio parere sono rimasti solo i ricordi. Concordo sugli appunti fatti a Bianca, per i soldi che chiedono il servizio e la qualità sono meno di zero! Non merita il terzo posto! Menzionerei Pallotti perché nonostante i grandi numeri riesce ad offrire una buona qualità.

  5. Bella panoramica, per gli amatori del genere. Non concordo su Zanarini e purtroppo non mi sono mai recata a fare colazione dal primo in classifica. Ad ogni modo ottimo articolo. Delizia per la vista di un’appassionata come me. Manco dai citati locali da molto tempo.

  6. Avete dimenticato il nuovo banco del mercato delle EB Box 52… dove oltre a bere uno dei migliori espressi al mondo l unico ad essere fatto con acqua delle dolomiti. Trovate dei ricercatissi the di alta qualitá proveienti da sudest asiatico e in particolare dalla Thailandia.
    Prima di rifare la classifica provate per credere il magico EB Top.

    1. dove si trova questo mercato? EB box?

  7. Interessante post, ma che non citiate nè Zoo in Strada Maggiore, nè Canapè in Sant’Isaia (pieno centro per entrambi, anche se in zone diverse) mi lascia un po’ stupito.

  8. Mi permetto una piccola correzione
    “Il cappuccino è ottimo, ricoperto da una soffice schiuma di latte bianca, senza alcuna decorazione”
    il cappuccino ha la crema di latte, non la schiuma

«
Privacy Policy