Cannavacciuolo Bakery: guardate i dolci della nuova pasticceria

Maledire il fato che ha deciso di non farvi vivere a Novara.

Ecco cosa farete dopo aver letto che il 30 agosto scorso, come vi avevamo anticipato a maggio, Antonino Cannavacciuolo, ha aperto Cannavacciuolo Bakery, la sua pasticceria.

Cannavacciuolo Bakery: lo chef campano apre una pasticceria a Novara.

Portato ai massimi livelli di popolarità televisiva da Masterchef, il rifilatore seriale di pacche sulla schiena nella serie “Cucine da incubo”, guidato dal fiuto per gli affari di Cinzia Primatesta, moglie dello chef nonché proprietaria di Villa Crespi, il ristorante portato dallo chef di Vico Equense alle due stelle Michelin, non si è accontentato di essere proprietario a Novara dell’ormai celebre Café & Bistrot di piazza Martiri (già replicato a Torino, alla Gran Madre), ma ha fatto il bis aprendo una moderna bottega di pasticceria in via Giotto.

Proprio lì dove, fino al 5 marzo scorso, c’era la più antica pasticceria della città, Recalchi, fondata nel 1947 dai fratelli Remo e Romolo Recalchi, e nota negli anni Cinquanta per la presenza di Italo Capettino, pasticcere di Alemagna, marchio glorioso dell’epoca.

Cannavacciuolo Cafè & Bistrot: molte luci, qualche ombra.

Antonino Cannavacciuolo Bistrot a Torino: com’è e cosa si mangia.

Dall’inizio del post vi state chiedendo quali irresistibili accorgimenti avrà escogitato Cannavacciuolo insieme a Kabir Godi, ex chef pasticciere a Villa Crespi e da qualche giorno alla guida della nuova attività. Insomma, quali meraviglie si possono scofanare senza ritegno nella nuova pasticceria novarese.

Eccovi accontentati.

C’erano da aspettarsi riletture di dolci classici in chiave contemporanea, così è in effetti: kranz, torte intere e monoporzione, veneziane, praline e macaron, gli inevitabili babà al rum, il pane di San Gaudenzio, specialità locale, già cavallo di battaglia di Recalchi.

Ovviamente anche il necessario per laute colazioni: brioche e croissant dalle mille farciture anche in versione vegan, mignon e biscotteria, oltre a una linea personalizzata di cioccolatini.

In arrivo la produzione salata con focacce e pizza fritta e, visto che la popolarità di Cannnavacciuolo non si limita a Novara, anche la vendita online.

Siete persone, cari i nostri amati lettori, che riescono a tenere a bada la salivazione? Pensate di resistere alla vista dei dolci che trovate esposti sul bancone della bakery di Cannavacciuolo?

A scanso di pericoli, noi vi abbiamo messi in guardia.

cannavacciuolo bakery monoporzione

Monoporzioni

cannavaccioulo bakery dolci

Monoporzioni

cannavaccioulo bakery dolci

Dolci tentazioni

cannavaccioulo bakery dolci

Torte personalizzate

cannavaccioulo bakery dolci

Biscotteria

cannavaccioulo bakery dolci

Torte

cannavaccioulo bakery dolci

Pasticceria mignon

Nunzia Clemente Nunzia Clemente

7 settembre 2017

commenti (8)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Buonasera come chef tanta ammirazione ma la pasticceria non è che un parente alla lontana di Cannavacciulo

  2. sAREBBE COME UNA MATTINA SVEGLIARSI E TROVARSI A NOVARA,CITTA’ CHE CI E’ TANTO CARA,MACI FACCIO IO A NOVARA! CIT. ROBERTO VECCHIONI.

  3. Novara!
    Ci feci il militare, tanti anni fa. Caserma Passalacqua!
    Città o meglio paese tristissimo.
    Di chi ci abitava, le zanzare erano le più simpatiche a parte un paio di prostitute che lavoravano, nel viale, proprio sotto i finestroni della camerata.

  4. Buonasera, non sembra davvero nulla di che. Ne ho viste di più buone in un localino nascosto dietro ad una banca vicino alla maestosa Villa Adriana.
    Sarà che sono ancora convinto che in pasticceria conta il nome e la tradizione e non il brand e le luci della ribalta.

    Buonaserata

«
Privacy Policy