10 colazioni senza rivali a Torino

Torino. Difficile resistere al suo fascino. Eppure, solo fino a una decina di anni fa, il capoluogo sabaudo non godeva certo di quella considerazione che oggi ne fa una delle mete turistiche più ambite, e i torinesi erano gli unici a godersi il fascino elegante della loro amata città.

Poi, nel 2006, a Torino si sono svolte le Olimpiadi invernali, tutto il mondo ha potuto vedere quanto affascinante fosse la città e da allora schiere di turisti hanno iniziato ad affollare il capoluogo piemontese, riversandosi non solo nelle sue vie dal sapore parigino o nei suoi grandi viali alberati, ma anche negli innumerevoli locali che fanno di Torino una delle più importanti mete gastronomiche italiane.

E certamente non solo per  la bagna cauda e i tajarin, ma anche per le colazioni a base di morbidi croissant e confortanti bicerin, che fanno del capoluogo sabaudo uno di quei luoghi dove potersi concedere una colazione veramente memorabile.

Per coloro che si recano nell’elegante capoluogo piemontese, ma anche per i torinesi stessi, vale la pena considerare le segnalazioni contenute nel “Saporario 2017“, la guida pubblicata da La Pecora Nera che suggerisce la migliore pausa gourmet a Milano, Roma e Torino in sei fasce orarie, vale a dire colazione, aperitivo, pranzo, merenda, cena e dopocena.

Le abbiamo riassunte in questa lista dei dieci locali dove rinfrancarsi con colazioni di altissimo livello, degne della prestigiosa tradizione pasticciera torinese, tra riti immutabili e novità meno conosciute.

10. Maggiora

Corso Fiume 2 (borgo Crimea)

maggiora torino

Situato nell’esclusiva zona Crimea, ai piedi della collina a ridosso del lungo Po, e a pochi minuti dal parco del Valentino così come dal centro città, Maggiora è un piccolo ma gradevole bar-pasticceria dove l’attenzione per i cliente raggiunge altissimi livelli, come testimoniato dal piccolo cartello visibile dietro il bancone: “sei il caffè non vi piace, ve lo rifacciamo”.

Da Maggiora si trovano ottime brioche semplici o ripiene, strudel, tortine di frutta e anche una discreta scelta di pasticceria secca e fresca, nonché preparazioni salate disponibili sia per il pranzo che per l’aperitivo. Per quanto riguarda il bar, da segnalare il cappuccino gradevole e il caffè aromatico e corposo.

La stessa gestione si occupa anche del locale gastronomia accanto specializzata in piatti freschi della tradizione italiana.

Servizio: rapido ed efficiente anche durante l’orario di massimo afflusso, con gestori cordiali e disponibili.
Adatto a: chi intende una pausa godendosi la vista della bella collina torinese
Prezzi: prezzo caffè 1,10 euro, cappuccino 1,30 euro, lievitati 1,20

9. Gran Bar

Piazza Gran Madre di Dio 2 (Borgo Po)

gran bar torino

Il Gran Bar è situato a ridosso della collina e di fronte al Po. Un tempo si chiamava Caffè delle Vigne, perché aperto in mezzo ai terrazzamenti dedicati alla coltura delle viti, e solo negli anni Sessanta ha preso l’attuale nome di Gran Bar.

Nonostante il locale non abbia conservato la suggestiva aura di molti altri caffè della capitale sabauda, è comunque un punto di ritrovo per molti torinesi, anche considerato l’orario di apertura che va dalle 7 del mattino all’una e mezza di notte, con un’ampia offerta di formule, dal sushi bar al take-away.

Per la colazione, è ampia la scelta dei lievitati disponibili. Da segnalare le brioche con crema pasticciera, soffici e profumate per quanto il ripieno non sia sempre distribuito in modo omogeneo, mentre meno convincente è risultato il cappuccino, con la schiuma che non legava con il latte e con il caffè.

Servizio: gentile, cortese e efficiente anche durante le ore di punta
Adatto a: chi voglia concedersi una pausa in una delle zone più esclusive della città
Prezzi: caffè 1 euro, cappuccino euro 1,20, lievitati 1,20

8. Venier

Via Monte di Pietà 22 (Quadrilatero romano)

bicerin venier

La pasticceria Venier, situata nei pressi del Quadrilatero Romano, è una delle pasticcerie torinesi di maggior tradizione. Qui si possono trovare dolci da colazione o torte da forno, pasticceria mignon o da tè e cioccolata artigianale di ottima qualità. A Natale, inoltre, è sempre disponibile il panettone di produzione propria, così come la colomba e le uova di cioccolata a Pasqua.

Anche la caffetteria si attesta sugli stessi, elevati livelli, sia per quanto riguarda i classici cappuccini e caffè sia per altre bevanda da caffetteria, quali i “ marocchini” o la cioccolata calda.

Deliziosi i croissant, nella versione semplice o farciti con confettura di albicocche, o ancora con una squisita crema gianduia, perfetti per fragranza, cottura, dosaggio del burro e qualità dei ripieni.

Anche il cappuccino è gradevole e caratterizzato da una schiuma cremosa, così come il caffè correttamente estratto, con gusto deciso e persistente e con una piacevole crema.

Servizio: efficiente e gentile, anche nelle ore di maggior afflusso.
Adatto a: una sosta rinfrancante in ogni momento della giornata.
Prezzi: caffè 1,10 euro, cappuccino 1,50 euro, lievitati normali 1,50 euro, piccoli 1 euro.

7. Capello

Via Asinari di Bernezzo 48 (Parella)

pasticceria capello

Zona non centrale per quest’ottima  pasticceria che vanta una clientela affezionata. Qui si può scegliere tra un’ampia gamma di dolci artigianali, quali le torte con varie creme, i classici dolci da forno, pasticceria fresca e secca, mignon e praline.

Presente anche il servizio di caffetteria, che propone una grande varietà di lievitati, disponibili anche in versione integrale e vegan, e un cospicuo assortimento di panini e tramezzini per la pausa pranzo. Disponibile anche l’aperitivo, su prenotazione.

Da segnalare per la colazione il burroso croissantcon pasta fragrante e leggera e ripieno di marmellata, per quanto quest’ultima non troppo abbondante. Più consistente invece il ripieno dello strudel di pasta sfoglia, non troppo dolce e gradevolmente speziato. Buono anche il cappuccino, corposo e schiumoso, così come anche  il caffè, caratterizzato da una crema persistente e da un gradevole aroma.

Servizio: cortese e gentile
Adatto a: chi ama una buona colazione classica.
Prezzi: caffè 1,10 euro, cappuccino 1,40, lievitati 1.30

6. Pastarell

Piazza XXVIII dicembre, 3 (quadrilatero romano)

pastarell

La pasticceria Pastarell, collocata nel centro storico della città, tiene fede al suo nome che rimanda immagini di ottimi dolci e fragranti paste dolci.

Nel locale si trova un’interessante selezione delle classiche paste napoletane, come cornetti, sfogliatelle, zeppole e babà, disponibili anche in versione mignon.

Da segnalare i fragranti cornetti, tra cui spiccano quelli al cioccolato, con una ghiotta e cremosa farcitura, e il “Napoli”, ripieno con crema pasticciera e amarene candite.

Buon il caffè, aromatico e correttamente estratto, così come il cappuccino, con schiuma ricca e persistente.

Servizio: cortese, professionale e gentile.
Adatto a: chi vuole concedersi una pausa di gusto nel centro delle città.
Prezzi: caffè 1 euro, cappuccino 1,50, lievitati 1,50 euro.

5. Gerla 1927

Corso Vittorio Emanuele II, 88 (centro)

gerla torino

Fondata nel 1927 col nome di “Eccelsa”, questa pasticceria storica si trova sotto i suggestivi portici di corso Vittorio Emanuele II, poco distante dal monumento dedicato allo stesso Re Vittorio.

Nel corso degli anni si sono succedute diverse gestioni, ma il livello del locale è rimasto sempre di qualità. L’ultimo proprietario ha trasformato la pasticceria in modo sostanziale rispetto al modello originario, e al momento il locale offre ben 25 tipi diversi di lievitati, tra cui ad esempio il nido di creme e la veneziana. Ottimo il primo, farcito di abbondante crema pasticciera, così come anche la profumata veneziana.

Cremoso il cappuccino, mentre il caffè si presenta leggermente sovraestratto e con aroma di bruciato.

Servizio: veloce, impeccabile e sorridente
Adatto a: chi intende fare una colazione veloce al bancone ma anche comodamente seduto nelle raccolte salette del piano sottostante.
Prezzi: caffè 1 euro, cappuccino euro 1, 30, lievitati normali 1, 30, veneziane euro 1, 80

4. Bar Zucca

Via Antonio Gramsci 10 (Centro)

bar zucca torino

Il bar Zucca è stato una delle mete preferite dei torinesi fino agli anni Novanta, nella storica sede sotto i portici di Via Roma, dove si servivano, tra le altre cose, indimenticabili cocktail rossi e verdi e tramezzini colorati con il mascarpone tartufato.

Chiuso nel 2000, ha riaperto i battenti nel 2013, in via Gramsci, non troppo distante dalla vecchia sede, con orario di apertura dalle 8 alle 23, riuscendo così a soddisfare ampie fasce di clientela.

Per colazione, discreto il caffè, dal gusto forte e persistente ma con una crema troppo eterea, e con la tendenza a dissolversi subito dopo il primo sorso. Ottimo e ben equilibrato invece il cappuccino, con una densa e ricca schiuma.

Buoni anche i lievitati, freschi e fragranti e abbondantemente farciti con diversi tipi di confettura.

Servizio: rapido e cortese, sia con i nuovi avventori che con i clienti abituali.
Adatto a: coloro che conducono una variegata vita mondana
Prezzi: caffè 1,10 euro, cappuccino euro 1, 60, lievitati euro 1,50

3. Beatrice

Corso Bramante 61 (Carducci)

pasticceria beatrice torino

Collocata all’angolo della trafficata piazza Carducci, questa pasticceria storica propone una vasta selezione di dolci, quali biscotti secchi, praline, Sacher mono-porzione, come anche una grande varietà di lievitati. Ottimi i croissant perfettamente lievitati e con ampia alveolatura, testimone di una corretta dosatura del burro.

Buone anche le farce, specie quelle a base di crema pasticciera o di crema di nocciole. Eccellenti inoltre sia il cappuccino che il caffè dall’aroma molto persistente ma penalizzato dall’essere servito in un’ampia tazza, che obbliga a un consumo veloce se non si vuole correre il rischio che la bevanda si raffreddi velocemente.

Servizio: efficiente, veloce e professionale, per quanto freddo  e abbastanza avaro di sorrisi
Adatto a: chi vuole iniziare la giornata con gusto.
Prezzi: caffè 1 euro, cappuccino 1,30 euro, lievitati 1, 30 euro.

2. Orso

Via Claudio Luigi Berthollet 30/g (San Salvario)

orso laboratorio caffè

Una tra le migliori caffetterie non solo di Torino ma di tutta Italia. Qui, i cultori del caffè trovano una varietà di miscele e di tecniche di preparazione con pochi eguali.

Il locale, di pochi metri quadrati, è gestito da Giuliano, luminare del caffè che informa il cliente con dovizia di particolari sulle diverse proprietà dei mono-origine, a ognuno dei quali dedicato uno specifico macina-caffè che viene attivato nel momento della preparazione.

Ciò che ne scaturisce è spesso un risultato entusiasmante, tanto che il titolare è talmente sicuro della qualità da offrire gratis la prima consumazione, certo che chi ha provato il suo caffè tornerà sicuramente nel piccolo locale.

Da segnalare un eccellente Ethiopia yirga chefe, a 2,40 euro, dalle note gradevolmente acide con retrogusto agrumato, presenti anche nello squisito Salvador Pacamara, a 2,0 euro. Note di cacao, invece per il Nepal dell’Himalaya, villaggio Nuwakat a 3,10 euro.

Ma si possono anche gustare i caffè preparati in tutte le modalità a oggi conosciute: alla napoletana, con filtro a infusione, french press, aeropress o syphon.

Squisito il cappuccino, grazie alla miscela artigianale della casa, con schiuma ricca, pannosa e perfettamente in sintonia con la note acidule del caffè. Buoni anche i lievitati con cui accompagnare le bevande di caffetteria, per quanto non eccellenti: prodotti dalla pasticceria Leone, sono disponibili in diverse farciture, ma sono loro che hanno tolto al locale la possibilità al locale di ambire al massimo punteggio.

Servizio: “se andate di fretta, avete sbagliato indirizzo”. Questo il motto di Giuliano. E infatti, tra il macinare il caffè e illustrarne le caratteristiche, i tempi da trascorrere nell’accogliente locale risultano piacevolmente dilatati.
Adatto a: tutti gli amanti del caffè altissimo livello qualitativo
Prezzi: espresso 1,10 / 3,10

1. Raspino

Corso Regio Parco 24 (Regio Parco)

raspino, torinoraspino torinoraspino torino

Situato lontano dai clamori del centro, questo gioiello dell’arte pasticciera è situato in Corso Regio Parco, poco distante dal suggestivo Lungo Dora.

Nell’unica sala si trovano sia la vetrina colma di torte, cioccolatini e mignon, sia il bancone del bar, in cui una piccola parte è dedicata ai diversi tipi di lievitati, tutti preparati da Gino, l’anima del locale.

Vero capolavoro da segnalare è la treccia, con una squisita pasta soffice e fragrante arricchita da un velo di crema pasticciera, il tutto sormontato da granella di zucchero.

Ottimi i croissant e le girelle come il cappuccino, molto ben equilibrato, e il caffè dalla consistenza ricca e dalle calde note aromatiche.

Servizio: veloce, efficiente e cortese, grazie anche alla gentile cameriera in uniforme, in perfetto stile vintage.
Adatto a: una colazione veloce ma gradevolissima e ricca di gusto.
Prezzi: caffè euro 1, 10, cappuccino euro 1, 50, lievitati euro 1, 50.

Cinzia Alfè Cinzia Alfè

5 dicembre 2016

commenti (14)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. io vado a torino una volta all’anno in occasione del salone del libro e ho l’abitudine di prendere con mia figlia cappuccino e brioche in piazza san carlo. ogni volta mi stupisco dei prezzi che sono veramente fuori ogni logica, tanto più che consumiamo in piedi e le brioche sono minime. prezzi che neanche a milano.
    (voi direte: e perché ci vai ? perché la piazza è bellissima e ormai è un rito. adesso che spostano il salone probabilmente non ci andremo più o avrò il coraggio di fare qualche cambiamento 🙂 conservo questo articolo coi suoi suggerimenti, grazie cinzia.

    ps.: abituata al gusto milanese dei locali, un altro motivo di stupore è anche la decadenza di alcuni bar storici. per alcuni è il loro bello, a me mettono un po’ malinconia

    1. Ciao Raz, beh, considerato il prezzo degli affitti nel “salotto di Torino” (piazza San Carlo), è normale che i prezzi per il cliente siano un po’ più elevati. Conta che proprio a causa del caro affitti, in Piazza San Carlo è stato recentemente chiuso un caffè storico, il Caval ‘d brons..
      E per l’atmosfera risorgimentale o …decandente, beh, secondo me quello è il bello dei caffè storici: di bar colorati, moderni e scintillanti ne abbiamo abbastanza, direi, ma a ognuno i suoi gusti. Grazie del commento e ciao.

    2. razmataz, anche a me mettono tristezza quei bar, perché io vedo più sciatteria, non fascino decadente romantico! Infatti non li frequento, preferisco Mulassano, fra i classici.

    3. Gentile ramataz, nel centro di Milano i prezzi non sono tanto diversi.

  2. Ma la foto di Capello non mi sembra dell’interno di Capello ?!? Direi più un Fiorio o similar storico 😉

    1. Non riconosco quella foto, ma riconosco quella riportata per Gerla, che non ritrae il locale di Corso Vittorio bensì la caffetteria all’interno di Palazzo Reale, nelle sale al piano terra in cui si conservavano le porcellane della real casa. Caffetteria, comunque, attualmente gestita da Gerla, e nella mia esperienza assai gradevole se si ha tempo di sedersi (forse meno al banco).

    2. Buongiorno sig. Barachin,

      Lei ha ragione, la fotografia è di un nostro catering in un edificio storico di Torino.
      La giornalista ha scelto questa foto dal nostro sito internet, non rappresenta molto l’argomento in oggetto dell’articolo, ma è comunque uno dei nostri servizi al pubblico.
      Cogliamo l’occasione per ringraziare per l’attenzione ricevuta e invitarvi a colazione da Capello!

  3. Articolo utilissimo e -imho- ottima scelta e varietà di indirizzi!
    Abito a Milano e sono a Torino per lavoro almeno due volte la settimana per lavoro e continuo a preferire le colazioni torinesi per bontà e atmosfera. Milano non è da meno per i prezzi anche nei bar più tristanzuoli.

    1. Andrea, come scritto nel post la classifica riguarda i locali recensiti dalla Guida “Saporario”. I cui redattori, magari han letto il tuo commento. Mancano comunque anche altri locali degni di nota di Torino, ma evidentemente non tutti sono stati reputati dalla guida meritevoli di essere inseriti tra i primi dieci. Ciao e grazie.

    2. Buongiorno Andrea, leggo solamente ora. Sono Simone Cargiani, uno dei due curatori della guida: la Farmacia del Cambio è stata inserita ma in un’altra fascia oraria. Abbiamo infatti scelto di dividere la giornata, e quindi la guida, in sette fasce orarie per accompagnare il lettore in ogni ora della giornata (Sapori a ogni orario, da cui Saporario). Nel caso di locali dall’offerta declinata in più momenti della giornata, si è optato di valutarli in uno di questi, specificandolo chiaramente in guida. Nel caso della Farmacia del Cambio, abbiamo deciso di valutarla per la pausa pranzo.

      Un cordiale saluto

  4. Posso segnalare Gocce di Cioccolato in via Stradella 242?
    Certo il quartiere non si può definire “il salotto di Torino”ma vi assicuro che la produzione di Ivano e Maurizio, attenti e curati nella scelta degli ingredienti, non fanno sfigurare la più classica delle produzioni artigianali torinesi. E anche la caffetteria è al top.
    Miriam

  5. Caro Dissapore ti seguo da tempo ma oggi quando tra le migliori pasticcerie di Torino hai inserito Capello ti ho amato incondizionatamente. Quando abitavo a Torino era il mio “rifugio” preferibilmente a colazione. Ed ancora oggi anche se mi sono trasferita 15 anni fa a Bologna, torno lì per i cannoli allo zabaione. Per le “bignole” e per i salatini alla mandorla che non hanno rivali!

  6. Buongiorno Cinzia 🙂
    scrivo per comunicare che il gestore di Orso Laboratorio Caffè si chiama Giulio, non Giuliano. Giuliano Caffè è il nome della torrefazione che fornisce il caffè a Orso.
    Un saluto a Dissapore, è sempre un piacere leggervi!

«
Privacy Policy