cucina

La ricetta perfetta: clafoutis di ciliegie

Clafoutis, ciliegie, ricetta

[volere è potere] Spiegare il c-l-a-f-o-u-t-i-s rapidamente dal momento che con questo tempo umido mezza giornata di ferie se ne va per farsi asciugare lo smalto dei piedi. Clafoutis è un dolce, abbozzo l’identikit attraverso le parole chiave: francia-> campagna-> limoges-> contadini-> frutta -> ciliegie. Mi seguite?

Forno acceso con Minosse (o del libro).
Accendo il forno che pure non ce ne sarebbe bisogno a leggere certi libri (Dolci al cucchiaio), apprezzate la devozione. Del resto il grande amore è quello che ti fa resistere con uno che non ti piace. Il forno o Minosse scegliete voi chi sopportate meno.

ciliegie, clafoutis, ricetta

Ciliegie e Spending Review (o dei foodblog).
La ricetta franzosa è perentoria, ciliegie intere e Kirsh o non se ne fa niente. Ma le ricette sono come i saldi: trovi solo cose che non sapevi di volere. Finisce che tolgo il nocciolo alle rosse e non esco a comprare liquori alle ciliegie, ma voi fatelo se lo smalto è asciutto. Altre clafoutis-news diversamente utili: ipotesi yogurt e variante vegan. Tutte buone, ma la spending review della dispensa taglia tutto all’infuori della farina di mandorle.

Ragù di ciliegie al vino rosso (o dell’esperto).
Il pane in cassetta mi fa ancien régime, e siccome sognavo Sissi sin dai tempi dei Pan di Stelle intanto segno. Segno pure le chiare montate. Maurizio Santin, il pasticciere interista, prepara un ragù di ciliegie al vino rosso, nientemeno. Sbav sbav, però col caldo che fa ho la pazienza di una che tutti chiamano ma nessuno chiede mai di vedere. E particolare non secondario, ho finito il vino.

clafoutis, ciliegie, ricetta

La ricetta perfetta.
400 gr di ciliegie, 2 uova, 60 gr di farina 00, 30 gr di farina di mandorle, 50 gr di burro 100 gr di zucchero bianco, 250 gr di latte, pizzico di sale, volendo vaniglia e un goccio di kirsch.

Accendo il forno a 170° perché ogni promessa è debito. Senza snocciolaciliegie o come cavolo si chiama mi butto su Real Time sperando che lo snocciolare mi sia lieve. Poi tocca alla teglia, bisogna imburrare, cospargere di farina togliendo gli eccessi, adagiare le ciliegie in attesa della copertura.

Apro le uova, separo le chiare, ai tuorli aggiungo 60 g. di zucchero, il sale, le due farine, il burro fuso e il latte. Unisco il composto alle chiare che nel frattempo ho montato a neve ferma, aggiungendo progressivamente lo zucchero rimasto. Verso tutto nella teglia con le ciliegie.

Inforno per circa mezz’ora (attenti) e lascio intiepidire. Una spolverata di zucchero a velo può andare.

Clafoutis, ciliegie, ricetta

[prima insostenibile madleine madeleine] ripenso a quel ragù di ciliegie col vino rosso… [altra insostenibile madeleine]  e ai vestiti in saldo che non ho comprato.

Le altre ricette perfette: (1) Parmigiana di melanzane (2) Spaghetti alle vongole (3) Pasta con le sarde (4) Gelato (5) Panzanella (6) Marmellata (7) Caffè con la moka (8) Minestrone (9) Crostata (10) Tortelli di zucca (11) Tiramisu (12) Piadina (13) Mozzarella in carrozza (14) Pollo arrosto (15) Ribollita (16) Carbonara (17) Pasta alla Norma (18) Amatriciana (19) Confettura di marroni (20) Creme Caramel (21) Cappelletti in brodo (22) Cheesecake (23) Cous cous di verdure (24) Cupcakes (25) Pasta fresca all’uovo fatta in casa (26) Cioccolata calda in tazza (27) La ricetta (im)perfetta (28) Chiacchiere (o Bugie, Frappe, Galani) (29) Frittata (30) Polenta e salsiccia (31) Muffins al cioccolato (32) Macarons (33) Crêpe (34) Pizza di Pasqua (35) Pastiera napoletana (36) Risotto agli asparagi (37) Pane Integrale (38) Besciamella (39) Crema Catalana (40) Biscotti al cioccolato (41) Pollo al curry (42) Sangria (43) Torta allo yogurt.

Login with Facebook:
Login

 

12 commenti a La ricetta perfetta: clafoutis di ciliegie

  1. Quando é fatto con altra frutta si chiama flognarde. Flognarde di albicocche, flognarde di pesche, flognarde di quello che volete.
    Il clafoutis é un flognarde alle ciliegie e soltanto di ciliegie.
    sbagliano tutti …… Anche io prima che me lo spiegassero.

    • Esatto. Il clafoutis (ciliegie) può anche essere chiamato Millard. Quando fatto un po’ più alto con pruneaux (prugne secche) si chiama Far Breton (bretagna). Ma comunque si tratta di storia, perché il millard ed la flognarde vengono entrambi chiamati clafoutis al giorno di oggi ( vedere un libro chiamato “les clafoutis de christophe”, di christophe felder, al mio parere il miglior pasticciere classico francesi). Il far breton invece, ha conservato suo nome.

    • Trovi? Sicuramente potevo avviungere un altro po’ di impasto, ma quelli che ho mangiato io altre volte non erano altissimi. Considera poi che secondo me un po’ la foto trae in inganno…

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a dissapore