cibo spazzatura

Londra contro il junk food: via le pubblicità McDonald’s e Coca Cola dalle Olimpiadi 2012

McDonald's, london assembly, olimpiadi londra 2012

Solo una di queste due notizie è falsa. I 25 membri dell’Assemblea di Londra, assidui lettori di Dissapore, hanno preso molto seriamente il post con cui contestavo il ruolo di McDonald’s sponsor di Euro 2012. Risultato? Hanno proposto di vietare la sponsorizzazione di McDonald’s e Coca Cola alle imminenti Olimpiadi di Londra.

La notizia falsa, è facile intuirlo, riguarda i membri della London Assembly, non so quanto lettori di Dissapore ma presumibilmente poco. Quella vera è la mozione del prestigioso organismo.

Il punto chiave è lo stesso che avevo evidenziato: le pubblicità McDonald’s e Coca Cola, entrambe aziende che producono alimenti potenzialmente dannosi per la salute, mandano un messaggio sbagliato e pericoloso rivolgendosi ai bambini e influenzando  le loro scelte. Questo per riassumere, il resto potete leggerlo su Huffington Post o sulla rivista Time.

Ma cos’è la London Assembly? Un organismo di controllo che ha il ruolo di supervisionare le azioni del Sindaco di Londra e dei suoi consiglieri a garanzia delle promesse fatte ai cittadini. I membri dell’Assemblea hanno accolto alcune considerazioni di medici e politici proponendo il bando dei “diabolici” sponsor dall’evento sportivo.

La proposta, bisogna dirlo, suona più come una provocazione visto che la corsa dei tedofori è ormai iniziata e terminerà negli stadi inglesi a fine luglio con l’inizio dei giochi. A meno di un mese da questa data, eliminare due grandi investitori vorrebbe dire boicottare l’intera manifestazione, e sappiamo che non succederà. Però è un gesto senza precedenti contro l’industria del cibo che fa male, gesto che personalmente condivido.

I 25 membri dell’Assemblea di Londra, profondamente saggi o terribilmente esagerati non sono, come già detto, lettori assidui di Dissapore. Ma immaginiamo che lo siano: c’è qualcosa che vorreste dire?

[Crediti | Link: Dissapore, Huffington Post, Time, Wikipedia. Immagine: Wix.com]

Login with Facebook:
Login

 

9 commenti a Londra contro il junk food: via le pubblicità McDonald’s e Coca Cola dalle Olimpiadi 2012

  1. Se questa “London Assembly” avesse una corrispondente Assemblea Italiana, incaricata di vigilare sul mantenimento degli impegni e delle promesse fatte dai politici agli elettori italiani, credo che i suoi componenti sarebbero tutti già ricoverati in una casa di cura per malattie mentali.
    O forse no, forse sarebbero a tavola insieme a qualche politico, a gustarsi gli spaghetti al tartufo da 180€ a porzione.

  2. Se sono politici forse sono dell’opposizione, e forse in Gran Bretagna i politici d’opposizione fanno il loro lavoro, ovvero fare le pulci all’operato di chi si è assunto l’impegno di governare.
    Più o meno come le nostre innumerevoli Commissioni di Vigilanza, le nostre Authority, Copasir, Consob e via discorrendo.
    Dite che sono troppo cattivo con i “nostri” e troppo credulone verso gli albionici?
    Può essere, ma la sensazione e quella.

  3. Vorrei dire loro che sono un esempio di uno dei comportamenti inglesi che a volte mi danno sui nervi: l’ipocrisia (nemmeno loro sono perfetti ^_^). Facile dire, adesso, per salvare le apparenze, che non vogliono le pubblicita’ di McDonalds legate ai giochi olimpici. Intanto si sono non solo presi i soldi degli sponsor, ma McDonalds ha anche organizzato buona parte della selezione dei volontari per i giochi, e vi posso assicurare che e’ stato un contributo non meno significativo, vista la mole di lavoro.
    Poi ancora: McDonalds e Coca Cola fanno prodotti, per essere generosi, non proprio salutari, concesso. Ma pure Cadbury (uno degli altri sponsor principali delle olimpiadi) non e’ che produca proprio roba dietetica. E degli atleti inglesi che sponsorizzano, direttamente, i panini di Subway, che vogliamo dire? Quelli vanno bene?
    Non che McDonalds mi stia particolarmente simpatica, pero’ mo’ i soldi se li sono presi: se volevano salvarsi la faccia, dovevate pensarci prima.

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a dissapore