pollo al curry, ricetta

cucina

La ricetta perfetta: Pollo al curry

Le caste che più invidio sono essenzialmente due. Quelle che possono permettersi le ballerine dappertutto. Quelle che possono cucinare il pollo al curry quando vogliono. Anche dopo il liceo. Per la prima sono out. Mi sono tolta la soddisfazione di provare l’altra.

Stereotipo culturale (o del libro).
Non voglio ridurre la questione a uno stereotipo culturale ma non so perché compro e dopo leggo i libri di Anna Moroni. Il punto non è La prova del cuoco, no no no. E’ che le sue direttive sul procedimento –yogurt, cipolla, curry e spellare i pomodori– sono così lunghe che a metà ho finito di raccontare i pettegolezzi piccanti. Che se non lo sapete, sono il vero collante tra me e la cucina.

Autostima (o dei foodblog).
Misuro l’autostima in due modi.
1) Quante volte salto le canzoni che ho caricato sull’iPhone prima di trovarne una che mi piaccia.
2) Quante cose provo per la salsa del pollo al curry prima di trovarne una che mi piaccia. Consumo i foodblog e scopro che potrei provare semplice brodo, latte di cocco o farina di mandorle. Troppi perfino per me. Opto per una combinazione tra farina e brodo, proseguendo spavalda perché su una cosa siamo tutti d’accordo: PRIMA rosolare il polletto con le spezie, POI pensare a condimenti e salse. Ne approfitto per distribuire fatiche tra le commensali: tagliate pollo e cipolle fino a quando fa male.

pollo al curry, ricetta,

Di tutto quello che puoi metterci dentro (o dell’esperta).
Non voglio relazioni disfunzionali con i miei idoli del web. Ergo per sapere cosa mettere dentro il pollo mi rivolgo alla donna dall’impressionante curva di utilità. Sonia Peronaci. Prendete nota: zucchine e carote a pezzi, più yogurt e mela per il tocco aspro. Per il mix di spezie non sono preoccupata. Quando mi sono trasferita la cassa di spezie ha rincuorato mia madre, era felice che venisse via con me.

La ricetta perfetta.

pollo al curry, ricetta

Un petto di pollo, una cipolla, un spicchio d’aglio due zucchine, due carote, un vasetto di yogurt, un po’ di brodo vegetale, due cucchiaini di curry in polvere, cumino, una mela, sale e olio extravergine, se vi piace anche un po’ di zenzero e paprika dolce

Taglio (o trovo volontari per farlo) il petto di pollo in bocconcini. Li faccio rosolare in padella con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio, abbasso la fiamma al minimo e lascio stufare coprendo la padella. Dopo dieci minuti aggiungo sale, spezie, un mestolo di brodo e un po’ di yogurt, ricoperchio e lascio cuocere per cinque minuti. Sistemo in un piatto al caldo.

Nella stessa padella aggiungo la cipolla tritata e un giro d’olio, lascio stufare per cinque minuti, aggiungo le carote tagliate a rondelle e le zucchine. Se piace si può aggiungere del peperone, un po’ di purea di zucca ci sta bene. Lascio cuocere a fuoco moderato, unisco sale, lo yogurt che resta e un po’ di brodo. Infine incorporo la mela non sbucciata e tagliata a pezzetti, curry e paprika secondo gusto.

Sistemo il pollo con la sua salsa in una padella, faccio prima amalgamare poi riposare a fuoco spento. L’ho servito con un il cous cous, ma il riso basmati, come si dice, è la morte sua. O nostra, dipende da quanto riuscite a mangiarne. Io è meglio che stia zitta.

Le altre ricette perfette: (1) Parmigiana di melanzane (2) Spaghetti alle vongole (3) Pasta con le sarde (4) Gelato (5) Panzanella (6) Marmellata (7) Caffè con la moka (8) Minestrone (9) Crostata (10) Tortelli di zucca (11) Tiramisu (12) Piadina (13) Mozzarella in carrozza (14) Pollo arrosto (15) Ribollita (16) Carbonara (17) Pasta alla Norma (18) Amatriciana (19) Confettura di marroni (20) Creme Caramel (21) Cappelletti in brodo (22) Cheesecake (23) Cous cous di verdure (24) Cupcakes (25) Pasta fresca all’uovo fatta in casa (26) Cioccolata calda in tazza (27) La ricetta (im)perfetta (28) Chiacchiere (o Bugie, Frappe, Galani) (29) Frittata (30) Polenta e salsiccia (31) Muffins al cioccolato (32) Macarons (33) Crêpe (34) Pizza di Pasqua (35) Pastiera napoletana (36) Risotto agli asparagi (37) Pane Integrale (38) Besciamella (39) Crema Catalana (40) Biscotti al cioccolato.

Silvia Fratini

commenti (37)

Accedi / Registrati e lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Silvia,lo confesso non ho mai mangiato il pollo al curry.
    La mitica Sonia ( 1 blog di cucina ) dice che è semplice ,ma
    a me non sembra.Poi spulciando ho visto che ci sono tante “varianti”.
    Ho capito che ti piace molto,ma vorrei sentire il parere degli altri per vedere se vale la pena di provarlo.

  2. Una sola piccola perplessità: perchè solo il petto? Gamba e coscia spellate e disossate sono una parte secondo me essenziale per un buon pollo al curry

    1. Infatti, anch’io uso solo cosce disossate tagliate a pezzi (e infarinate) invece del petto, il risultato è ottimo, non stopposo. E invece di zucchine e carote solo mela verde e cipolla. Che fame…

  3. Quando ancora mangiavo carne gradivo molto questo piatto, che cucinavo col latte di cocco (per me la combinazione cocco-curry e’ ideale). A finire, coriandolo fresco tritato.

    1. potrei avere io un problema ma per me il coriandolo potrebbe rifinire benissimo quasi qualsiasi piatto

  4. Non so, questa RicettaPerfetta non mi convince… bisognava chiamarlo “Pollo al curry all’italiana”. Ho avuto dei cordialissimi vicini di casa del Bangladesh che mi hanno fatto vedere il loro procedimento. A parte il pollo (a cui però era unito l’agnello) e il curry il resto non centra una mazza…

  5. io ne ho mangiato una versione senza mela ed è buonissimo lo stesso, ma domando, lo yogurt è in sostituzione del burro?

  6. Sono d’accordo sul fatto che sia italianizzato. Ho cercato di standardizzarmi su quello che ho reperito tra cartaceo e web, ma facendo anche un giro anche sui siti in lingua inglese si intuisce che di fatto esistono una infinità di varianti per questa preparazione. Ed è forse la parte più affascinante!

  7. io ho sperimentato una variante con il latte di capra intero al posto dello yogurt. dà il sapore acidulino perfetto con il curry e mantiene il pollo morbido dentro.

  8. Dal mio quaderno: Pollo a pezzetti ( tutte le parti ) burro chiarificato, cipolla, mela, latte di cocco , curry , ( o meglio garam masala nel senso che ve lo fate voi con le spezie che più vi piacciono in proporzione al vostro gusto) ,coriandolo, sale e pepe. Facilissimo rapidissimo e buonissimo

  9. In effetti le modalità di preparazione del pollo al curry sono infinite… però una procedimento importante che spesso in occidente tralasciamo è tostare le spezie con un po’ d’olio prima di aggiungerle. Le spezie in polvere non andrebbero mai usate a secco, altrimenti non sprigionano i loro profumi ma prevale l’amaro.

  10. Non metto in dubbio che così viene anche buono, ma proprio non è un curry di pollo indiano. Basta vedere le spezie che consigli di usare (il curry in polvere non sanno cosa sia in India) e poi generalmente il pollo si cuoce tutto e con le ossa, non solo il petto. Ti consiglio di provare questa ricetta, almeno è autentica e lo chef sa il fatto suo
    http://www.youtube.com/watch?v=S52Ofejeot8