burro al cioccolato

Il primo burro al cioccolato del mondo promette di rivoluzionare la colazione

"Senza olio di palma"

Lewis Road Creamery, una tre le prime aziende nella produzione di latte e formaggi in Nuova Zelanda, ha unito le forze con Whittaker’s Chocolate per rivoluzionare la prima colazione con quello che le due società descrivono un po’ pomposamente come il primo burro al cioccolato del mondo.

Il burro, realizzato con cioccolato fondente Whittaker, 72% di cacao, mono-origine Ghana, è fatto senza olio di palma, e piacerà, secondo i rappresentanti dell’azienda, a chi ama indulgere in una vera cioccolata spalmabile, però a base di ingredienti semplici e di qualità – in questo caso il meglio del burro e del cioccolato neozelandese.

“E, rispetto ad altre marche (Nutella mi senti? N.d.r.), lo zucchero è molto meno e non c’è olio di palma”.

Sempre secondo Lewis Road Creamery, il burro può essere utilizzato ovunque, pane, toast, fette biscottate, pancake, comuni ricette, e in ogni momento della giornata che richieda un po’ di dolcezza, a iniziare ovviamente dalla colazione.

Perfect way to start your Friday. Thanks for the #ChocolateButter love, @inrhispantry!

Una foto pubblicata da Lewis Road Creamery (@lewisroadcreamery) in data:

Do try our new #ChocolateButter made with @whittakersnz. Perfect with…

Un video pubblicato da Lewis Road Creamery (@lewisroadcreamery) in data:

Sul burro al cioccolato la stampa neozelandese ha sentito anche il parere del nutrizionista.

“I singoli alimenti vanno sempre considerati nel contesto, e il problema di un prodotto come questo, pur avendo una lista ingredienti migliore rispetto ad alcuni concorrenti, è che potrebbe aumentare il consumo di grassi e zuccheri. Perché un conto è consumarlo in piccole quantità spalmato su una fetta di pane integrale, cosa diversa è impiegarlo su tutto in ogni pasto della giornata”.

Il burro, del quale al momento non conosciamo la composizione, è disponibile solo in Nuova Zelanda, ma Europa e Australia vengono considerati potenziali mercati per il futuro:

“Non sappiamo cosa accadrà, ma abbiamo ragione di pensare che il prodotto sarà un successo nel mercato locale, e quindi anche un ottimo prodotto per l’esportazione”.

[Crediti | Link: Food & Wine, Stuff.co]

Nunzia Clemente Nunzia Clemente

commenti (8)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. A rotazione, ogni tot. anni, prima il burro fa bene, poi fa male, poi torna a far bene…idem con lo strutto e altri prodotti, ovviamente sempre con studi ad opera di esperti come dimostrazione.
    La realtà è che prodotti di qualità fatti come si deve, in modo naturale, non fanno mai male, a patto di seguire la stagionalità e variando la dieta.
    Tutto il resto sono mode per gente di città con poche conoscenze in cucina.

    1. Bravo Orval,anche perche’ di questi prodotti se ne dovrebbe fare un uso saltuario.Se poi uno ogni sera davanti alla tv si spara un barattolo di nutella ,o di burro al cacao ,o di un altro di questi prodotti mi sa che bene non gli fa.
      Con o senza olio di palma.

  2. Ecco gli ingredienti:Butter (40%) [Pasteurised Cream], Sunflower Oil, Whittaker’s Dark Chocolate (17%) [Cocoa Mass, Sugar, Emulsifier (Soy Lecithin), Vanilla Flavour], Icing Sugar, Cocoa Powder, Vanilla Extract

  3. Io ero un antesignano evidentemente.
    La Nutella mi piaceva gia’ con pane e burro.Mi ricordo che una volta in un hotel mi sbirciavano.Dopo che facemmo conoscenza mi confessarono che mi guardavano un po’ schifati all’inizio.Salvo poi assaggiarla e convertirsi.
    Il fatto che non ci sia olio di palma mi fa un po’ sorridere.Ormai e’ stato identificato il Grande Satana dell’alimentazione.Basta fregiarsi del titolo di coloro che non mettono l’olio di palma ed e’ tutto a posto.Il pianeta e’ salvo,camperemo 300 anni e “si fara’ l’amore tutto l’anno”(cit.Dalla).
    Da bravo bastian contrario continuero’ imperterrito a comprare i prodotti che mi piacciono,e dovendo scegliere tra due simili scegliero’ quello CON olio di palma.

  4. Si parla di uno spalmabile dolce, sostenere che un conto sia consumarlo in piccole quantità spalmato su una fetta di pane integrale, un conto sia impiegarlo su tutto in ogni pasto della giornata mi pare bizzarro. E’ ovvio che faccia male qualsiasi cosa della quale si abusi. dovrebbero solo dirci se sia più salutare una fetta di pane e nutella o una fetta di pane con questo burro al cioccolato. non è difficile no?

  5. Il burro abbinato al cioccolato non dovrebbe essere un gran che di buono.

    Quasi certamente una schifezza che appesta il cioccolato facendo ingrassare a tutto spiano i ragazzi golosi che, a lungo andare, acquisirebbero una pelle bisunta da far invidia a chi si ciba come gli esquimesi.

    Alla larga da siffatte diavolerie !

    1. Ah, quindi i cioccolatini “tartufi di cioccolato”, la cui ricetta contiene spessissimo sia la panna che il BURRO, sarebbero delle diavolerie?