manie collettive

Non avrai altro cibo da strada all’infuori di me: Rimini Street Food

Il baretto della buona piadina, rimini street food

E’ street food mania. Scegliendo un banchetto di polenta fritta a Bari e un camioncino della porchetta a Cortona, in provincia di Arezzo, lo hanno detto anche i 53 cuochi dal pedigree impeccabile cui il settimanale americano Newsweek ha affidato la lista dei 101 posti migliori dove mangiare nel mondo.

E allora perché non recensire tutti i camioncini e banchetti d’Italia, per poi metterli in una guida a uso e consumo di turisti e autoctoni?

Con “Rimini Street Food” ci pensa Filippo Polidori, comunicatore nel settore enologico, che per ora, volendo mantenersi sano di mente, si limiterà a Rimini e provincia. “Non è una guida con punteggi, non vince nessuno, segnaliamo una serie di locali che secondo noi fanno un buon prodotto e ci mettono il cuore fuori dalle vie classiche battute dai turisti”.

Dal 2013 la guida sarà sfogliabile su telefono e ipad con un’app che segnalerà i percorsi per raggiungere i vari chioschi in bici o in moto con il relativo tempo di percorrenza.
[Corriere Bologna]

Login with Facebook:
Login

 

6 commenti a Non avrai altro cibo da strada all’infuori di me: Rimini Street Food

  1. Toh, proprio il link che avevo tempestivamente segnalato nel commento all’articolo di Newsweek. Ora, al caldo, e con i corridoi assolutamente desesrti, un pensiero m’arrovelal e m’accompagna: Tomacelli avra’ scritto questo pezzo perche’ aveva letto il mio commento, o perche’ non l’aveva letto?
    Il dubbio m’attanaglia, temo che sara’ durissima uscirne. Per sicurezza metto in frigo una lager e una dunkel delle mie, e ragiono se in serata sia il caso di mettermi a preparare i culurgiones…

  2. É vero, Paolo.Avevo già letto il tuo commento.
    Che dire.
    Bravo, Filippo.Spero che il tuo impegno abbia un bel riscontro.
    E prosegua in tutte le regioni italiane.

  3. Quando vedo la piadina ho un sussulto, l’adoro

    peccato spesso la qualità dei camioncini sia infima, soprattutto la materia prima, in zona, molti sono cinesi e inavvicinabili

    • MAuro, non riesco a collegare le cose. Se avrai la bonta’ di spiegarmi, te ne saro’ grato:
      - spesso la qualita’ dei camioncini e’ infima. ineccepibile, e’ vero.
      - l’articolo parla di un progetto dove (copioincollo): Non è una guida con punteggi, non vince nessuno, segnaliamo una serie di locali che secondo noi fanno un buon prodotto e ci mettono il cuore fuori dalle vie classiche battute dai turisti

      Quindi in questo proogetto, il tuo disdoro e la tua rassegnazione hanno giustappunto trovata soluzione. Quindi, perche’ il commento cosi’ depresso?

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a dissapore