24 ore a Roma: i 4 posti del momento per colazione, pranzo, aperitivo e cena

In collaborazione con carta di credito Hybrid di UBI Banca

Chissà se un giorno dirsi esperti di cibo suonerà come una cosa seccante e fastidiosa. In realtà pensiamo che continueremo a parlarne in ogni modo possibile, senza che l’argomento passi mai veramente di moda.

Anzi, dovessimo scegliere l’oggetto che può rappresentare il futuro, beh… sarebbe una guida dei ristoranti di Roma: ritrae tutte le scelte gastronomiche che esistono in una città dove oggi si parlano oltre 100 lingue e si mangiano centinaia di pietanze diverse.

La video guida dei ristoranti di Roma che presentiamo oggi comprende soltanto 4 tappe. Perché vogliamo dare consigli non scontati su dove mangiare, bere e divertirsi (colazione, pranzo, aperitivo e cena) a chi ha 24 ore piene da dedicare alla visita della capitale.

Non ci sono attrazioni famosissime come La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri, Bonci o le molte incarnazioni culinarie di Cristina Bowerman, ma posti per chi cerca qualcosa di diverso da fare rispetto ai soliti giri gourmet.

Siamo stati nei 4 locali grazie alla collaborazione con carta di credito Hybrid di UBI Banca, che ci ha permesso di sostenere le spese necessarie rateizzando i singoli acquisti, con la possibilità di scegliere il numero di rate adatto a noi, anche dall’app dell’internet banking.

COSA: La Portineria

la portineria roma

DOVE:

Via Reggio Emilia 22/24 (Porta Pia)

QUANDO:

ore 9:00

€€€:

Caffè e cornetto: 2€; monoporzione: freschi a 4.50€; secchi a 3.50€.

la portineria roma

Ex galleria d’arte, da 3 anni si è rifatta il look con arredi di recupero –antiche porte, perlopiù, da qui il nome– imponendosi nell’aristocrazia della colazione romana.

Il menu include anche i cornetti vegani, s’impongono d’imperio le monoporzioni, frutto del lavoro congiunto del giovane pasticciere Gianluca Fiorino, e del food designer Ciro Alderi, i due gestori del locale.

Ambiente: Elegante ma non serioso.
Adatto a: Risvegli romantici, pause pranzo social, pizze contagiose (come la gastronomia salata) a cena.

COSA: Santi Sebastiano e Valentino

DOVE:

via Tirso 107 (Parioli)

QUANDO:

ore 13

€€€:

Caffè e cornetto 2,30€; pane, burro e marmellata 4,50€; tagliere di salumi e formaggi con pane di segale integrale 13€; lasagne di pane 12€; margherita 8€, millefoglie con crema chantilly e lamponi 6€;

santi sebastiano e valentino

Se­dici tipi di pane, pizza e pastic­ceria varia –senza farina di tipo 00– nel forno d’ispirazione tedesca che porta il nome dei santi protettori dell’arte bianca. Provate il pane uvetta e cannella accompagnato da burro Corman, è un ordine. Colazione al banco dolce tra biscotti, croissant far­citi al momento, pain au ch­ocolat, pane e marmellata.

Aperto a febbraio 2016, si riempie alle 13 per la pausa pranzo, a cena è soprattutto pizza ma è un discreto piacere anche sorseggiare una rara etichetta di rum.

— Ambiente: Romantico, caldo, accogliente.
— Adatto a: Chi vuol fare colazione con tranquillità, perfino in centro.

COSA? Litro

vineria litro

DOVE:

Via Fratelli Bonnet 5 (Monteverde Vecchio/Gianicolo)

QUANDO:

ore 19

€€€:

Caffè e cornetto 3€; cocktail 8€; mezcal 10€; vini da 14 a 90€; taglieri 12€; piatti 13€.

litro roma

Maurizio Bistocchi, proprietario anche del rinomato Caffè Propaganda, sa come rastrellare il meglio del vino naturale e biodinamico italiano per portarlo in questo locale trasformista, aperto tutto il giorno, che è caffetteria e piccolo bistrot con una sessantina di coperti tra interno e dehors.

Modaiolo ma non troppo, ha un’offerta insuperabile di liquori e distillati, specie mezcal, prodotto con cuori d’agave, e in genere alcune delle più preparate bar lady su piazza.

— Ambiente: colori pastello, legno, tocchi esotici: un piccolo rifugio per sentirsi in vacanza a… Monteverde
— Adatto a: chi vuole rilassarsi, stare allegro, stordirsi anche un po’ all’ora dell’aperitivo.

Cosa? Epiro

epiro roma

DOVE:

Piazza Epiro 25 (Mercato Latino/San Giovanni)

QUANDO:

ore 21

€€€:

Antipasti 14€; Primi 14/18€; Secondi 24€; Dolci 10€;

epiro

Micro bistrot con impavida carta indirizzata verso i vini naturali, anche in mescita a prezzi onesti. Meno accessibile il menu, con antipasti, 4 primi e 4 secondi che cambiano ogni giorno.

Cucina di mercato piena di buone idee all’interno di spazi semplici e raccolti con ingredienti al top e belle cotture, proverbiale la scelta delle birre artigianali, specie se vi piacciono le acide.

— Ambiente: tra i più simili, nella capitale, ai piccoli e romantici bistrot parigini.
— Adatto ai: modaioli curiosi di scoprire piatti congegnati e presentati bene, con abbinamenti alcolici a spesso folgoranti.

Carte “Hybrid” riservate a consumatori emesse da UBI Banca Spa. Concessione e massimali di spesa a discrezione della Banca. Le carte sono emesse con rimborso mensile a saldo, con possibilità di rateizzare i singoli utilizzi contabilizzati nel mese se di importo tra 250 e 5.000€ (nei limiti del massimale di spesa) in 3, 5, 10, 15, 20, 25 rate mensili con l’applicazione di una commissione predefinita sulla base di importo e numero di rate. Limiti al numero di rate disponibili a seconda dell’importo.

App UBI Banca riservate ai titolari di Qui UBI e UBI Pay con conto di regolamento presso UBI Banca, disponibili per smartphone iOS, Android e Windows Phone, aventi le caratteristiche tecniche indicate sui rispettivi app store e sul sito ubibanca.com. Condizioni contrattuali delle carte Hybrid, di Qui UBI, UBI PAY e degli altri servizi, nei fogli informativi o nella documentazione precontrattuale presso le filiali UBI Banca e su ubibanca.com. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Dissapore Dissapore

27 luglio 2017

commenti (2)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. giudizio ovviamente personale. su santi e sebastano e litro nutro più di una perplessità; provati e non rivisitati, veramente niente di che e comunque non tali da essere segnalati in esclusiva
    portineria molto buono
    epiro non lo conosco
    scusate ho voluto dire la mia

  2. Posti molto fashion. Provati tutti. Mi dispiace: li ho trovati belli ma “chimici”. Tra l’altro il proprietario della Portineria è un doberman se si fanno critiche, un volpino affettuoso se si fanno complimenti. Io li chiamerei locali “instagram”. L’occhio vuole la sua parte ma acca’ nisciuno è fess….

«
Privacy Policy