foto copertina; prova d'assaggio biscotti private label

Biscotti a marchio dei supermercati: prova d’assaggio

Selex, Conad, Esselunga, Carrefour e Coop: sfida all'ultimo frollino a marca dei supermercati

Stiamo cambiando atteggiamento nei confronti dei prodotti di marca. Una volta bastava che fossero Lavazza, Barilla o Mulino Bianco a proporci una cosa. Adesso iniziamo a dire: cosa m’importa della marca se i prodotti private label sono spesso equivalenti, negli ingredienti e nel sapore, se non addirittura nello stabilimento di produzione?

Mi riferisco ai prodotti a marca di supermercati, ipermercati e discount realizzati dagli stessi distributori o da aziende terze per conto loro.

Spesso anonimi, nel nome e nelle confezioni, sono a volte prodotti fotocopia di biscotti famosi come le Gocciole o i Grancereali del Mulino Bianco, ma il punto è un altro, e cioè se vale la pena rinunciare alla marca in nome di prodotti comunque buoni ma che costano meno.

foto copertina; prova d'assaggio biscotti private label

Per rispondere alla domanda, al netto dei pregiudizi, siamo stati in cinque supermercati diversi: Conad, Esselunga, Selex, Coop e Carrefour. In ognuno abbiamo scelto due tipi di biscotti, uno semplice l’altro al cioccolato, quale sarà stato alla fine del test il supermercato migliore?

CONAD

Frollini con uova

prova d'assaggio; biscotti conad

Un plauso al simulacro ben riuscito, lo pseudo Taralluccio del Mulino Bianco all’occhio parecchio credibile. Cambia il disegno stilizzato sul biscotto e anche la musica: sapore d’uovo appena percettibile e quel tocco di glassa che regala un brivido al frollino, altrimenti povero di argomenti.

Perennemente in saldo al Conad; per chi non li mangia ma vuole comunque averli in casa. Si sa mai.

Contengono olio di palma, insieme a farina di frumento, zucchero, uova, sciroppo di glucosio-fruttosio, latte intero, agenti lievitanti, sale, aromi e miele (quello della glassa, per l’appunto).

prova d'assaggio; private label biscotti; conad

Calorie per biscotto (8,4 grammi): 39,5
Grassi: 17 %
Prezzo: 0,90 euro (per 350 grammi)
Voto: 6.7

Frollini con cacao e panna

prova d'assaggio; biscotti conad

Un Abbraccio (con la lettera maiuscola) un po’ moscio, quello del Conad. Siamo lontani dal sapore definito dell’originale Mulino Bianco: cioccolato da un lato, panna dall’altro. Il sapore è scipito, lo zucchero eccessivo, il biscotto tende a sbriciolarsi troppo; il nostro sacchetto appena aperto è già un cumulo di semicerchi, con troppi frollini rotti a metà.

E quanto ai grassi, siamo alle soglie del panettone. Gli ingredienti confermano: farina, burro, olio di palma, cacao, panna, latte scremato in polvere, miele, sale, aromi.

prova d'assaggio; biscotti conad

Calorie per biscotto (13 g): 64
Grassi: 23%
Prezzo: 1,20 euro (per 350 grammi)
Voto: 5

Totale Conad: 11.7

ESSELUNGA

Frollini alla panna

prova d'assaggio; biscotti esselunga

Il più longevo supermercato italiano, rinomato per la buona scelta dei prodotti, non vanta una gamma ampia in fatto di biscotti a marchio. Firma una sola linea, essenziale in tutto, conveniente nel prezzo.

Abbiamo provato le (non) Macine Mulino Bianco, frollini alla panna col buco in mezzo. Panna? Si sente a malapena (presente al 2.5%), persa tra profumi artificiosi e una cascata di dolcezza.

Anche in questo caso, niente famigerato olio di palma. Solo (si fa per dire) farina di frumento, zucchero, olio di semi di mais, uova, panna, amido di frumento, zucchero, olio di semi di mais, uova, panna, amido di frumento, sciroppo di glucosio-fruttosio, burro, agenti lievitanti, sale, emulsionanti.

prova d'assaggio; biscotti esselunga

Calorie per biscotto (12,5 grammi): 60
Grassi: 18,4 %.
Prezzo: 2,07 (per 800 grammi)
Voto: 5.6

Frollini di grano saraceno, zucchero di canna e gocce di cioccolato fondente

prova d'assaggio; biscotti esselunga

Dalla busta appena aperta spunta il profumo di cacao che decora i frollini stile Campagnole Mulino Bianco rassicuranti e grezzi nell’aspetto. Che succede, abbiamo aspettative superiori al dovuto? Nel complesso è buono, le gocce di cioccolato sono ben dosate, ma resta in bocca un residuo oleoso che allappa.

Sono anche un po’ troppo dolci. Sarà che a parte l’11% di zucchero di canna, l’11% di cioccolato fondente, ci sono anche zucchero bianco e melassa. Oltre a farina di frumento, olio di semi di mais, farina di fiocchi d’avena, farina di grano saraceno, burro, latte intero (in polvere e pastorizzato), uova, agenti lievitani, sale e emulsionanti.

prova d'assaggio; biscotti esselunga

Calorie per biscotto (16 grammi): 76
Grassi: 19.8 %
Prezzo: 2,29 euro (per 700 grammi)
Voto: 7

Totale Esselunga: 12.6

SELEX

Natura chiama – Frollini integrali biologici

prova d'assaggio; biscotti selex

Biscotto ambizioso per il basso profilo di un prodotto a marchio. L’aspetto ruvido e sbrigativo palesa una lista ingredienti più salubre, ma a discapito del gusto.

Farina di frumento integrale, olio di girasole, zucchero di canna, cruschello di frumento, sciroppo di glucosio da mais, nocciole in pasta, agenti lievitanti e sale: sull’impasto nulla da dire, ma quello che abbiamo sotto i denti è uno dei biscotti integrali meno gradevoli mai assaggiati. Effetto cartone assicurato, come nel più triste degli stereotipi, e un profumo miserello al ricordo di frutta secca.

Notevole tuttavia il rapporto qualità-prezzo di questa linea a marchio Selex (quella dei supermercati Maxisconto, per intendersi) interamente biologica: Natura Chiama. E noi rispondiamo freddini, è il caso di dire.

prova d'assaggio; biscotti selex

Calorie per biscotto (6.5 grammi): 31
Grassi: 19.7%
Prezzo: 1,49 euro (per 300 grammi)
Voto: 5.2

Frollini cacao e cioccolato extra fondente

prova d'assaggio; biscotti selex

Probabilmente la migliore alternativa alle Gocciole Pavesi, specie nella versione “Extra dark”. Di certo non leggeri ma intensi nel sapore, con un retrogusto tostato che arriva dall’impiego dello zucchero di canna, i frollini Selex che ripetono due volte la parola cioccolato nell’etichetta mantengono le promesse.

Siamo insomma consapevoli di ciò che compriamo, olio di palma compreso. Le gocce di cioccolato sono al 13% (che è tantissimo), accanto a farina di frumento, zucchero, emulsionanti, zucchero di canna, amido di frumento, cacao magro, burro, agenti lievitanti e sale.

prova d'assaggio; biscotti selex

Calorie per biscotto (10 grammi): 52
Grassi: 23,5%
Prezzo: 1.59 (per 350 grammi)
Voto: 9

Totale Selex: 14.2

CARREFOUR

BiscoCereale Croccante

prova d'assaggio; biscotti carrefour

Per chi non li conoscesse, i Grancereali (Mulino Bianco, la marca più imitata dalle private label) danno assuefazione nonostante siano magri solo per finta, grazie all’aspetto in apparenza innocuo delle fibre.

Carrefour fotocopia il celebre biscotto nel tubo in ognuna delle tre versioni (classica, integrale, croccante), e lo piazza nello scaffale tentatore a quasi la metà del prezzo rispetto al Mulino Bianco.

Il riso estruso garantisce l’effetto croccante, insieme a fiocchi di avena, farina di frumento, zucchero, olio di semi di girasole, estratto di malto d’orzo, mela disidratata a cubetti, agenti lievitanti ed emulsionanti. Stessa fragranza, stesso residuo viscoso tra i denti.

Nota positiva: l’8% di proteine non è male come apporto nutrizionale per un biscotto. Eccoci tra le imitazioni che si possono preferire agli originali. A parità di sapore, vince il risparmio.

prova d'assaggio; biscotti carrefour
Calorie per biscotto (12.5 grammi): 56
Grassi: 15%
Prezzo: 1,19 euro
Voto: 7.5

Biscotti con cacao

prova d'assaggio; biscotti carrefour

Confezione famiglia dall’estetica che evoca il sacco della lettiera per gatti, con un vantaggio considerevole: le monoporzioni da tre biscotti. Perché, cari lettori, guardiamoci negli occhi io e voi: nessun adesivo salva la freschezza come fanno le confezioni separate, a meno di non mangiare 200 grammi di biscotti al giorno.

Pasta compatta con un piacevole sapore di cioccolato, aspetto poco invitante, ma nel complesso un frollino riuscito. Ci sono olio di palma, farina, zucchero, sciroppo di glucosio, cacao magro in polvere, agenti lievitanti, sale, estratto di malto e aromi.

prova d'assaggio; biscotti carrefour

Calorie per biscotto (8.3 grammi): 39 calorie
Grassi: 16%
Prezzo: 2,39 (per 750 grammi)
Voto: 7.9

Totale Carrefour: 15.4

COOP

Frollini con granella di zucchero

prova d'assaggio; biscotti coop

Coop vincerebbe facilmente la sfida con gli altri prodotti a marchio grazie alla linea “Fior Fiore”, contrassegnata da buoni ingredienti e un prezzo poco concorrenziale. Ma per coerenza abbiamo sfilato dagli scaffali del supermercato due pacchi della linea base, ignorando anche le linee “Bene sì” (quella healty) e “Solidal”, riservata al commercio equo e solidale.

Questo frollino è un non-Galletto Mulino Bianco, con un uccello in volo invece del gallo appollaiato. C’è meno zucchero grezzo sulla superficie, meglio così, il frollino non è stucchevole, anzi, si fa apprezzare anche per il gradevole sapore tostato che lascia nel palato.

Elenco ingredienti approvato: farina di frumento, zucchero, olio di semi di girasole, amido di frumento, agenti lievitanti, sciroppo di glucosio-fruttosio, latte scremato in polvere, sale, aromi.

prova d'assaggio; biscotti coop

Calorie per biscotto (7.9 grammi): 37
Grassi: 18%
Prezzo: 2.15 euro
Voto: 7.8

Cacao e nocciole

prova d'assaggio; biscotti coop

I cloni del biscotto-capolavoro del Mulino Bianco sono più sottili, bucherellati e addirittura più croccanti. Cacao e nocciola stimolano l’olfatto e, sorpresa, nessuna stellina di zucchero si è sfaldata durante il tragitto supermercato-casa, come succede troppo spesso con i prodotti fotocopia.

Bella anche la confezione, aggraziata nei colori, quasi pop. La lista ingredienti ne sopravanza molte altre, con un 6% di cacao magro in polvere, uova fresche, nocciole (vere, ma solo l’1%) e burro, accanto a farina di grano tenero 00, zucchero, olio di mais, sciroppo di glucosio-fruttosio da frumento, latte scremato in polvere, agenti lievitanti, sale, aromi, albume e amido di riso.

prova d'assaggio; biscotti coop

Calorie per biscotto (8.4 grammi): 40
Grassi: 19%
Prezzo: 1,69 (per 500 grammi)
Voto: 8.5

Totale Coop: 16.3

foto copertina; prova d'assaggio biscotti private label

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris

commenti (14)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. In breve, tutti prodotti che senza i magici “aromi” non starebbero in piedi da soli.

    1. Ma non è una caratteristica dei prodotti private label, semmai dei prodotti industriali 🙂

    2. Ma che stai a di. l’aroma c’è vole altrimenti che cosa vuoi magnà.i biscotti vanno saporiti e secchi. gli aromi non c’entrano un fico secco.

  2. Mi chiedo: c’è davvero tutto questo bisogno di fare fotocopie spudorate dei biscotti Mulino Bianco?
    Al frollino non si può dare un’altra forma? I biscotti con le gocce di cioccolato facciamoli triangolari, suvvia!

    P.S.: ho bisogno di dirlo, secondo me i pan di stelle sono il biscotto più sopravvalutato della storia. Al rogo!

  3. Sarebbe interessante capire CHI produce tutto questo ben di Dio.
    Poi sarebbe utile sapere se le ditte produttrici (GRANDI MARCHE ) assicurino o meno lo stesso livello qualitativo anche ai prodotti commissionati dalla GDO.

    In altre parole i prodotti che portano i nomi della GDO sono qualitativente inferiori rispetto ai loro “fratelli” più nobili che recano le denominazioni delle grandi marche ?

    1. A meno di lavorazioni e casi molto particolari: no. A chi lo stabilimento lo possiede e lo porta avanti costerebbe molto mantenere due linee di produzione, con due set di controlli qualità, due linee di fornitori e magari lavorazioni un po’ differenti.

      Magari in qualche caso succede ma per la gran parte dei prodotti, a parità di stabilimento, il costo è troppo alto. Il delta di prezzo tra prodotto di marca e prodotto generico se lo mangia per la maggior parte la pubblicità e promozione.

    2. x Anonimo Codardo:
      ti assicuro (lo so per lavoro) che quasi tutti i fornitori della GDO concordano con loro delle ricette ben precise, anzi, ispettori della GDO vanno spesso in fabbrica ad accertarsi che la produzione avvenga come concordato. Prodotti simili, ma non identici. E non solo per la forma. Prova ad assaggiare tutti i biscotti tipo petit che trovi in giro prodotti dalla Mavery (ovvero Galbusera): non sono affatto uguali tra loro.

  4. Purtroppo non avete indicato un dato che sarebbe stato molto interessante: i nomi delle ditte e gli stabilimenti che hanno prodotto i biscotti del test per conto della GDO.
    Colgo perciò l’occasione per proporvi una evoluzione di questo test: provate a confrontare un biscotto GDO e l’equivalente venduto col marchio della ditta che produce il biscotto GDO e testate se le differenze sono significative. Solito test a 3 campioni, due uguali, uno diverso = individuare quello diverso.
    Il risultato sarebbe veramente interessante e solo così si potrebbe validare l’affermazione: “cosa m’importa della marca se i prodotti private label sono spesso equivalenti, negli ingredienti e nel sapore, se non addirittura nello stabilimento di produzione?”.
    Se po’ fa? 🙂

    1. Concordo al 300 per cento.
      Avevo anch’io posto il problema, forse in modo meno chiaro di ForestOne, ma il senso del mio interrogativo era proprio questo.

    2. Le differenze in tanti casi ci sono, in altri no. Anni fa visitai, insieme a colleghi della stessa catena, una nota industria di yogurt dell’Alto Adige, che produceva lo yogurt per noi, in quel caso ci spiegarono che ognuna delle catene per cui lavoravano, aveva la propria ricettazione. La differenza sostanziale nel nostro caso, era l’impiego di solo latte italiano e un quantitativo leggermente superiore di addensanti. Non c’era bisogno di cambiare la linea di produzione, semplicemente veniva cambiato la formulazione degli ingredienti.

    3. Molto interessante ciò che dici sulle ricette ad hoc che la GDO richiede. Succedere “sempre” così ? Me lo chiedo spesso visto che le tabelle nutrizionali dei prodotti a marchio e della GDO sono sostanzialmente identiche nella maggior parte dei casi.

  5. provato mai quelli cacao Pam panorama bio ? sono prodotti da Gandola e sono spesso ad 1,99€. Superlativi è dir poco, ingredienti perfetti, sapore unico e sono anche vegan ma non c’è scritto

  6. Sarebbe anche interessante una prova in doppio cieco tra biscotti “tradizionali” e la new age senza olio di palma (ovvero, sia chi consuma che chi li distribuisce ignorano se il biscotto sia di un tipo o dell’altro e danno e registrano un giudizio “alla cieca” cioe’ NON influenzato dal sapere prima cosa si sta mangiando) accoppiando, per la stessa marca, la vecchia con la nuova produzione.
    Giusto per vedere l’effetto che fa.