I 10 migliori prodotti “Le nostre stelle” di Eurospin

C’era una volta il discount: un deposito, o poco più, di cibo respingente.

Tutti prodotti non di marca, avvolti in involucri comuni, a volte giallo epatite, dalle etichette che urlavano convenienza per gli amanti del low-cost, del trash, i cani da tartufo del risparmio.

Poi la svolta. La crescita inarrestabile del prodotto a marchio, cioè il prodotto con il logo del supermercato, con tanto di linee dedicate: Fior Fiore, Sapori & Dintorni, Italiamo…

Pasta, pomodori, biscotti, gelati. Locale, Dop, etico, biologico. Risultato: facciamo la spesa nei discount. Sempre più spesso.

Voialtri lettori di Dissapore, gastrofanatici, radical chic, champagne socialist, hipster o qualunque altra parolaccia vi venga in mente, ci avete chiesto di riservare alcune delle nostre classifiche, con tanto di assaggio, informazioni e prezzi, ai prodotti di queste linee. Inaudito fino a tre anni fa.

Lo abbiamo fatto, e oggi, dopo avervi suggerito il meglio delle linee Fior Fiore CoopSapori & Dintorni Conad e Italiamo Lidl, torniamo da Eurospin per valutare “Le nostre Stelle”, linea top di gamma come si dice, con un rapporto qualità prezzo tutto da svelare

10. CONFETTURE

Tra i prodotti più venduti della linea, con appariscente outfit total black, spicca questa “preparazione di frutta a mirtilli neri”. Il messaggio che Eurospin sta mandando è chiaro: “caro gastrofighetto, sappiamo che sei qui”.

La firma è Orogel, detto così, senza troppi giri di parole, la ricetta è la stessa dei barattoli griffati “Virtù di frutta bio” dall’azienda di Cesena, che forse avete incrociato al supermercato a prezzi più alti.

Ingredienti: mirtilli neri biologici (55%), succo di mela concentrato biologico, gelificante (pectina), correttore di acidità (acido citrico).

Prezzo al chilo: 8,29

9. CULATELLO STAGIONATO

Si potrebbe affrontare il tema dei prodotti DOP (Denominazione di Origine Protetta) venduti senza essere DOP, spesso per faccende economico-burocratiche. Ma non ci sembra questa la sede.

Sta di fatto, caro lettore di Dissapore attento più al gusto che al marchio, che questo “culatello non di Zibello” troneggia al banco frigo in tutto il suo splendore, a una cifra ragguardevole per Eurospin. Sarà stagionato come prevede disciplinare? Forse la stagionatura dura meno? Non ci è dato saperlo.

Il produttore si chiama Arcagualenzi e, probabilmente, è tra quelli che insaccano culatello di Zibello DOP.

Prezzo al chilo: 37,38 euro

8. FUNGHI SECCHI

Non tutti i funghi secchi sono nati uguali. Lo si capisce anche da Eurospin, che piazza sullo scaffale i suoi “Qualità extra”, a brand premium price (se così si può dire), accanto ai più normodotati “Funghi porcini secchi”, realizzati per un’altra linea dello stesso discount.

La differenza si vede, e pure da parecchio lontano: i meno costosi sono un inno alla nuova austerità, al sottocosto, sembrano quasi gli scarti dei primi, un mucchietto di polvere in fondo alla busta.

Gli altri, i Porcini secchi Extra, sono prodotti da: Max Delizie.

Prezzo al chilo: 166 euro

7. MIELE DI CASTAGNO BIOLOGICO

Chissà quanti studi di mercato sono serviti a Eurospin per decidere che il miele più adatto a voialtri gastrofissati è quello di castagno. Biologico, va da sé, orami è una postilla superflua.

Per la linea “Le nostre stelle” sono andati a pescare da Conapi, enorme consorzio italiano di apicoltori che produce anche il miele Mielizia e Alce Nero. C’è da fidarsi.

Prezzo al chilo: 11,40 euro

6. SALSA DI POMODORO DATTERINO

“Senza zuccheri aggiunti – Contiene naturalmente zuccheri”: un surplus di informazioni, altra nuova tendenza intercettata al discount, che anticipa il sapore. Acidità bassissima e poche aggiunte, perché il datterino buono basta da sé.

La salsa è prodotta da Gustibus, ad Assoro (EN), ci sono buone probabilità che sia la stessa contenuta in confezioni di marca, graficamente meno DDR.

Ingredienti: pomodoro datterino (99%) olio extravergine di oliva, sale, basilico.

Prezzo al chilo: 3,40 euro

5. PARMIGIANO REGGIANO 30 MESI

Che il prezzo del parmigiano aumenti in maniera più che proporzionale rispetto alla sua stagionatura non è un segreto. D’altronde non sarà nemmeno una notizia, per i più accorti di voi, che i discount si siano dati alla vendita di Parmigiano ben porzionato a prezzi più che convenienti.

Chi li produce? Gli stessi che riempiono la tv di pubblicità e gli scaffali di confezioni avvenenti. In questo caso: il topino della Parmareggio, nientemeno.

Prezzo al chilo: 17,83 euro

4. MOCACCINO

D’accordo, è un divertissement prima di salire sul podio. Il solo prodotto citato in questa lista senza troppo badare al lungo elenco di ingredienti. Il nome Mocaccino sembra preso in prestito da Starbucks (e il copyright?) per ingolosire con un semifreddo al caffè.

Consistenza soffice, salsa di cioccolato scura al punto giusto e riccioli di fondente per dare un po’ di croccantezza. Migliore, credeteci, rispetto ad altri dessert da banco frigo, sempre poco salubri ma molto più pubblicizzati.

Ingredienti: latte scremato reidratato, oli vegetali, maltrodestrine, zucchero, latte scremato in polvere, sciroppo di glucosio, cioccolato in polvere magro (3,5%), riccioli di cioccolato fondente (2,5%), burro, tuorlo d’uova, caffè in polvere, caffè solubile, cacao magro in polvere, gelatina animale, fibre vegetali, amido modificato da mais, emulsionanti (E471, lecitina di soia, aromi.

Prezzo al chilo: 16,11 euro

3. FUSILLONI

Premesso che la pasta di Gragnano Eurospin (una linea di pasta di Gragnano, volete mica che manchi una linea di pasta di Gragnano all’Eurospin?) è prodotta quasi per intero da Pasta Liguori e proposta all’onesto prezzo di 0,79 euro al chilo, ci siamo invaghiti del formato Fusilloni, prodotto invece da Il Vecchio Pastificio di Gragnano.

Un’azienda di tutt’altre dimensioni rispetto a Liguori, che per compiacere i vostri intimi gusti, può dirsi a buon titolo artigianale. Bella e buona.

Prezzo al chilo: 1.39 euro

2. PIZZA SURGELATA

Centinaia di corridoi attraversati con lo sguardo rivolto ai prodotti refrigerati del discount, e puntualmente abbassato per la delusione. Avevamo perso la speranza. E invece…

Ecco una pizza surgelata dalla lista ingredienti passabile venduta a un prezzo inferiore rispetto a molti contendenti più lodati. La caccia al tesoro che abbiamo svolto per scoprire chi la produce inizia con una filastrocca, altrimenti che gioco sarebbe: “Prodotto e confezionato per Eurospin Italia..”.

Poi prosegue con la solita tiritera: “Nello stabilimento indicato dalla lettera posta vicino al termine minimo di conservazione”. Seguono tre indirizzi diversi: incrociamo i dati e… Bingo! E’ Rocadin S.p.A, azienda di Menduno (PN), che ostenta lunghe lievitazioni, farciture manuali e cotture su pietra. Non male per due euro e spicci.

Ingredienti: farina di frumento, mozzarella (19%), acqua, passata di pomodoro (12%), pomodorino a rondelle (10%), olio di semi di girasole, polpa di pomodoro (2%), olio extra vergine di oliva (2%), semola di grano duro, sale, lievito madre, lievito origano.

Prezzo al chilo: 5,90 euro

1. YOGURT ALLA NOCCIOLA

Tra i tanti yogurt (o “creme di”, Muller docet) che invitano al peccato di gola, si sprecano i soliti gusti: stracciatella, caffè, vaniglia. La nocciola è poco frequentata, anche perché, in genere, ci si tiene distanti da ingredienti che già da soli costano parecchio.

Sorpresi dall’impeccabile brevità delle materie prime snocciolate (è il caso di dirlo) dall’etichetta, abbiamo scoperto che il produttore non è sconosciuto ai lettori di Dissapore.

Trattasi di Merano, niente meno, già vincitore di una nostra Prova d’assaggio sullo yogurt alla fragola soprattutto per la frutta fresca inserita nella ricetta, invece delle più diffuse preparazioni alla frutta. Una rara virtù.

Per la linea top di gamma Eurospin realizza i gusti frutti di bosco (10%), fragola Camarosa (12%) e nocciole, per l’appunto.

Ingredienti: yogurt intero (latte intero, fermenti lattici), zucchero di canna grezzo (9,5%), pasta di Nocciola del Piemonte IGP (3,4%).

Prezzo al chilo: 3,16 euro

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris

19 maggio 2017

commenti (8)

Accedi / Registrati e lascia un commento

    1. Il 5 c’è ed è il parmigiano. Leggere bene prima di scrivere no? 😉

    2. appena pubblicato l’articolo mancava effettivamente del nr. 5, Paolo A. aveva letto benissimo.
      hanno integrato poi, in silenzio.

  1. Un Parmigiano di quella stagionatura lo si può trovare anche a meno in qualche mercato.

  2. Guardate che lo yogurt Merano alla frutta viene prodotto con un “preparato di frutta” esattamente come tutti gli altri, ma ricorrono ad una “gabola” della normativa dell’etichettatura, secondo la quale l’indicazione di un prodotto composto (come la “preparazione di frutta”) con l’esplicitazione dei suoi ingredienti, come fanno tutti gli altri produttori, è solo… OPZIONALE.
    Così una preparazione di frutta industriale costituita da frutta e zucchero (come tutti gli altri), diventa magicamente: Ingrezienti: latte, frutta, zucchero.
    Allora sono pià onesti gli altri che semplicemente indicano: Ingredienti: Latte, preparazione alla frutta (frutta, zucchero).
    Altro che “frutta fresca inserita nella ricetta”!

  3. Il prezzo del Parmigiano non è niente di straordinario. Poi… mi spiace ma gli affettati in vaschetta preconfezionata NON SI POSSONO VEDERE…

  4. muoi di desideri per i ricci di mare che vorrei crudi, szto ad anzio, che posso fare, un miracolo?

«
Privacy Policy