Tisane: Prova d’assaggio

Tisana, coperta, un qualunque episodio di Atlanta con Donald Glover (o della vostra attuale serie preferita). Se vi riconoscete in questo scenario anti gelo, soprattutto nel primo ingrediente –la tisana– questa Prova d’assaggio è per voi.

Amate le tisane? Sono anche per voi un rendez-vous ormai irrinunciabile, lo scaldino naturale di troppe notti glaciali? Col tempo vi siete ingolositi e ora le pretendete sempre più bio, sempre più erbacee, sempre più esclusive?

Meglio ancora. Sappiate che per compiacere queste vostre smanie da tisanisti chic ho svuotato gli scaffali di Eataly, Natura Sì e Quetzal (commercio equo e solidale), tutti posti fighissimi, attenti alla sostenibilità, ma che le tisane se le fanno pagare. Per la precisione tra i 2.40 euro e i 4.70 euro.

Concentrazione elevata di erbe o spezie, effetto reidratante, scatole curate, insolite combinazioni di sapori. Di questo ci occuperemo nella Prova d’assaggio, scegliendo per ogni marchio la miscela più nota o quella più interessante.

NATURSAN – La via del té

Bacche di bosco

Prova d'assaggio; Natursan

Che chimera. Illusi da un tappeto di mirtilli neri abbiamo scelto un classico infuso dalla selezione La via del tè, azienda fiorentina nota per i tè sfusi in eleganti scatole di latta.

In questo caso la confezione ricorda un catalogo Ikea, ma ci siamo fidati della distribuzione di Eataly e del marchio consolidato. Abbiamo fatto male. La lista degli ingredienti tradisce subito la presenza dei mirtilli, evidenti nella scatola, ridotti a poco più di un cameo nella realtà: un misero 1% accanto a karkadè, rosa canina (35%), mela e, ovviamente, aromi.

Infuso al retrogusto di nulla, diffonde nella stanza profumi di frutti del sottobosco, a questo punto direi imputabili ai sopracitati aromi, per lasciare in bocca il sapore dell’acqua che si è versata nel bollitore.

Prezzo: 3,90 euro (per 25 bustine)

VOTO: 5

prova d'assaggio; natursan

7. GIARDINO BOTANICO DEI BERICI

Infuso di frutti di bosco (BIO)

DSC_0232

Altro caso di ribes, fragole e more immortalate sulla confezione ma quasi assenti nella bustina, se non in forma di aroma naturale di frutti di bosco. Qualcuno spieghi ai produttori che le promesse della confezione vanno mantenute, altrimenti non ne usciamo. E sarebbe corretto anche indicare le quantità.

Ora che ci siamo sfogati, torniamo all’infusione. L’abbiamo comprata in un punto vendita Quetzal, tra i tanti prodotti di Altromercato e affini, ma c’è anche da Natura sì.

Marchio appartenente alla Cooperativa Sociale Il Ponte (Schio, VI) specializzata per lo più in infusi mono ingrediente, tipo 100% finocchio. Questo però è un mix di rosa canina e fiori di karkadè, con polpa di mela e una scorza d’arancia piaciona che rende pungente il sapore.

Ben modulati gli aromi, tra acidulo del karkadè e dolciastro della rosa canina, ma un gusto, nel complesso, troppo piatto.

Prezzo: 4.10 euro (per 20 bustine)

Voto: 5.8

DSC_0241

VALVERBE

Melograno (BIO)

prova d'assaggio tisane; valverbe

Valverbe, cooperativa agricola di Melle Valle Varaita (CN) presente negli Eataly e nei punti vendita Natura sì, l’abbiamo acquistata da Quetzal, facendoci guidare dal naso tra i tanti gusti a disposizione.

La componente di acidità del melograno (al 20%) è rafforzata dal frutto d’arancio e dal karkadè, ci sono poi foglie di fragola e l’immancabile rosa canina.

Tra le più profumate del lotto, si serve dell’aiutino aromatico in questo caso dell’arancio e non lascia in bocca granché. Della stessa azienda vi suggeriamo di provare il té alla menta, decisamente migliore.

Prezzo: 3.95 (per 20 bustine)

Voto: 6.2

DSC_0229

ALTROMERCATO

Tisane dal mondo – Respiro

prova d'assaggio tisane; altromercato

Con un rapporto qualità-prezzo davvero equo e solidale questa tisana evergreen di Altromercato ha i suoi meriti. Primo un bouquet aromatico di tutto rispetto, poi un effetto balsamico che invade le vie respiratorie restando in bocca molto a lungo.

Altri tratti distintivi al di là della confezione che sembra disegnata da un bimbo della prima elementare? Di sicuro il profumo di menta piperita che si sente anche a pacchetto chiuso. All’interno della bustina ci sono timo, tiglio e fiore di sambuco, l’aroma più duraturo una volta finito il tazzone, di un giallo oro metallico piuttosto invitante.

L’olio essenziale di eucalipto in questo caso non è un trucco per aggiungere sapore dove non c’è, ma un aggiunta riuscita, in perfetta armonia con il resto.

Prezzo: 2.40 euro (per 20 bustine)

Voto 7.3

DSC_0130

REALTEA

Detox n.2

prova d'assaggio tisane; realtea

Confezione elegante che nasconde all’interno un poco richiesto consiglio di consumo: non ho intenzione di seguire un ciclo di ventotto giorni consecutivi per la depurazione del corpo. Uff.

Voi però non fatevi distrarre dalla dicitura Detox o dai discutibili precetti che suggerisce: la tisana è davvero buona, del tutto priva di aromi e nonostante ciò profumatissima.

Un piacevole groviglio di anice, finocchio (ingrediente depurativo per antonomasia, che essendo molto aromatico prevale sugli altri sapori) e radice di liquirizia.

Prezzo: 3.60 euro (per 18 bustine)

Voto: 7.7

prova d'assaggio tisane; realtea

CLIPPER

Limone e zenzero (BIO)

prova d'assaggio; tisane clipper

Immancabile nelle patinate vetrinette di chi consuma tisane gastrochic, se non lo sapevate la scatola biodegradabile dai colori fluo è praticamente un’icona. Marchio anglosassone, Clipper lo si trova sempre da Eataly e spesso nelle sale da tè –il suo prodotto principale– ma riserva grandi soddisfazioni anche con gli infusi.

La combinazione un tempo modaiola e ora inflazionata “limone e zenzero” viene interpretata con citronella e aromi naturali (sigh).

Comunque migliore di una versione auto-prodotta con davanti agli occhi un sito di intrugli salutisti, la tisana Clipper contiene quel quid di liquirizia e una tale concentrazione di ingredienti da risultare torbata e avvolgente. Quasi un liquido mistico.

Apprezzabile il sacchetto interno che conserva le sostanze volatili, con buona pace di chi, come noi, è costretto ad annusare scatole per immaginarne il contenuto. Sotto lo sguardo comprensibilmente preoccupato del personale.

Prezzo: 3.98 euro (per 20 bustine)

Voto: 8

DSC_0152

YOGI TEA

Mente fresca

prova d'assaggio; yogi tea; tisane

Occhio, questa è una miscela molto ben calibrata di ingredienti 100 per cento bio. In ordine di quantità, dal più presente al pizzico in aggiunta: scorza di cacao (60%), liquirizia, menta piperita, anice, polvere di cacao, cannella, pepe nero, carruba, cardamomo, zenzero, olio di menta piperita, estratto di vaniglia, malto d’orzo, chiodi di garofano, baccello di vaniglia.

Uno dei rari casi in cui il troppo non storpia. Il colore è caramello opaco; bisogna arrivare fino al fondo per trovare qualche inevitabile residuo di cacao, che provvedo subito a raccogliere col cucchiaino e a mangiare. Sapore denso ed elegante, la combinazione tra cioccolato e menta non ha nulla a che vedere con il gusto “After Eight” per chi se lo ricorda, tamarro come pochi.

Vi risparmiamo la faccenda “filosofia dell’Ayurveda”, che ispira le tisane di questa azienda tedesca.

Prezzo: 3.98 euro

Voto: 9

YOGI TEA; PROVA D'ASSAGGIO TISANE

PUKKA

Tre liquirizie (BIO)

PROVA D'ASSAGGIO TISANE; PUKKA

“Le persone che soffrono di ipertensione dovrebbero evitarne un consumo eccessivo”: mai avvertimento fu più opportuno.

Sono rimasta stregata dalla complessità macchinosa di questa tisana a base di liquirizia, liquirizia e liquirizia. Le provenienze sono in effetti tre Kazakistan (45%), Pakistan (45%) e Egitto (10%).

Priva di aromi, a nessuna persona di buon gusto verrebbe voglia di aggiungere zuccheri. Già il color miele della tisana suggerisce dolcezza.

Non mi è dato conoscere le differenze aromatiche tra liquirizie provenienti da diverse parti del mondo, comunque, il contrasto di sapori lascia intendere che ce ne siano. La tisana dal sapore più gradevole e persistente del lotto. Non aiuta la confezione vetusta, ma vale la pena comprarla perché buona com’è dà un certo tono alle nostre credenze.

Prezzo: 4.75 euro (per 20 bustine)

Voto: 10

prova d'assaggio; tisane; pukka

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris

23 gennaio 2017

commenti (17)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. scusate, ma visto che fate le pulci all’impostazione grafica delle confezioni, e vi assicuro che apprezzo come apprezzo tutto il resto, non ritenete che dovrebbe essere più chiaro se il voto assegnato si riferisce al prodotto di sopra o a qello che segue?
    l’immagine dopo il voto è riferita al nuovo prodotto o a quello già esaminato.
    io sono costretto sempre a scorrere l’intero articolo per orizzontarmi.

  2. Le prime 3 posizioni non mi sorprendono, le pukka sono molto buone anche se costose, le acquisto spesso e mi piace provare gusti diversi. Per quanto riguarda la liquirizia beh deve piacerti!
    Yogi in genere è il mio tea di sicurezza quando non mi fido dei tea della casa, in generale vai sul sicuro. Cercate il gusto kava ahah

    1. Incuriosito ho provato tre Pukka e devo dire che sono rimasto abbastanza deluso in quanto tutte e tre hanno una dominante troppo forte di finocchio e liquirizia coprendo inesorabilmente il gusto che dovrebbero avere e per quello che sono vendute.

      In particolare ho comprato:
      – Limone, Zenzero e Miele
      – Ibisco e Ribes Nero
      – Cannella e Vaniglia

  3. Assolutamente concorde in merito alle Yogi Tea..sono ottime ed il fatto di trovare un piccolo motto si ispirazione sul talloncino del filo della bustina, ispira curiosità e simpatia.
    Ne bevo molte e sono tutte intense e vere, non stucchevoli né amare, neppure quelle balsamiche o drenanti che in genere hanno il sapore del ferro XD
    Proprio oggi ho acquistato il tè verde al limone della Clipper… Vedremo domani come sarà!

  4. Che senso ha prendere tisane a gusti diverse e farne una classifica. Non possono essere paragonabili.

    1. Ha senso per due motivi. Il primo è specificato nell’introduzione: “scegliendo per ogni marchio la miscela più nota o quella più interessante”. Il secondo è sottinteso, ma colgo l’occasione per specificarlo: Non tutti i marchi realizzano gli stessi gusti. Avremmo dovuto escludere un marchio sulla base del fatto che non produce la liquirizia, o zenzero e limone? 🙂

  5. Ciao. Di Valverde avete preso una delle meno intense. Infuso alla liquirizia con finocchietto e anice é eccezionale, come l’è china da o finocchio.
    Con un prezzo umano. Erbe raccolte in valli sperdute del cuneese. Italiane. Bio.

    1. Ciao. Il fatto che le tisane Valverbe (e non Valverde) siano biologiche e ottenute da erbe raccolte in “valli sperdute” del cuneese non è un’esclusiva del gusto liquirizia. Ad ogni modo, grazie per la tua considerazione. Mi piace molto la tisana che hai segnalato, ma sarebbe comunque stata superata dalla Pukka alle tre liquirizie, nel suo genere.

  6. La tisana “Respiro” non si trova tra i prodotti sul sito di AltroMercato: dove si può trovare?

  7. La Choco della Yogi è stupenda.
    Ha un sapore “caldo” e speziato davvero avvolgente.

  8. Forse sarebbe più bello usufruire della conoscenza e degli studi di tanti erboristi appassionati che gestiscono i loro negozi con amore e competenza. Non è raro imbattersi in arredi di legno e barattoloni contenenti le spezie da vendersi sfuse,ed è sempre piacevole percepire l’odore tipico che emanano questi negozi.

  9. Le tisane elencate sono comunque prodotti industriali.
    Io preferisco prepararmele da me con le erbe che coltivo nel mio orto, acquistando quelle che non ho e mi interessano in erboristeria.
    Non c’è paragone con quelle qui elencate.
    Certo, se non si ha tempo o voglia, restano come alternativa.

  10. Cara Chiara…In questa stagione fredda dovresti mettere mano al portafoglio e provare la Grintuss Tisana Aboca…Te la consiglio vivamente… Voto 10!😉

«
Privacy Policy