Febbraio 2010


La settimana delle 99 cose da mangiare almeno una volta nella vita

1 – Volendo sfogare il piacere di ribellarsi al fremito di perbenismo (vegetariano) ispirato dal “gatto in umido” di Beppe Bigazzi, ci siamo chiesti dove farlo. Risposta: in 8 macellerie romane che se si potesse bisognerebbe clonare. 2 – E visto che c’eravamo ci siamo lasciati coinvolgere in un’accesa discussione sulla migliore fiorentina di Firenze. ...

0 commenti

Vuoi eliminare lo scioscef Simone Rugiati dall'Isola dei Famosi?

Okay, la rievocazione è tardiva. Ma spaventati dalla più che possibile esclusione dello scioscef dopo un, solo, misero episodio, vi proponiamo il riassunto domenicale delle mirabolanti avventure di Simone Rugiati all’Isola dei Famosi. Stava per spiattellarsi dopo essersi lanciato da un elicottero, in volo a dieci metri d’altezza, su un mare scherzosamente profondo non più ...

0 commenti

Il pranzo della Domenica | A casa della suocera

Ci sono poche figure che hanno la stessa potenza evocativa della suocera. Parola che scatena un vortice di luoghi comuni tanto denso da diventare un tormentone. Il cartello nella foto condensa la sapienza di interi trattati di antropologia sull’abitudine domenicale dei maschi italiani a ricurvarsi con le gambe sotto il tavolo della suocera. Non so ...

0 commenti

Piccola guida ai ristoranti per il fine settimana

Ultimo fine settimana di febbraio: previsto bel tempo in tutta la penisola. Dissapore consiglia trattorie e ristoranti. La Trota Via S.S. Susanna 33 – Rivodutri (RI). Tel. 0746 685078. Sito (in restyling). Un ristorante a Rivodutri, piccolo paese dalle parti di Rieti. Papabile due-stelle della guida Michelin e, consigliatissima esperienza. Prodigiose le Millefoglie di trota fario ...

0 commenti

L’Altra Isola a Milano. Ossobuco definitivo

Ricorderai  con precisione il senso di straniamento che Ridley Scott riusciva ad instillare nelle scene in cui Deckard camminava nella Los Angeles prossima ventura (ma nemmeno tanto), nell’immortale Blade Runner: vortice di lingue di alfabeti di messaggi, di facce di espressioni, in un patchwork di immaginifica sapienza. Il cibo di strada giapponese venduto da spagnoli ...

0 commenti

Chi criticherà i critici?

E’ curioso come una discussione attorno alle cose del cibo possa prendere delle direzioni inaspettate, e portare del tutto altrove. L’Argomento è: quanto dobbiamo tenere in conto il giudizio dei critici se poi il gradimento popolare avrà un segno differente se non addirittura opposto? L’ interrogativo può essere esteso a quasi tutti i campi dell’espressione ...

0 commenti

Il nuovo McItaly è un Kiwi (ministro Zaia potrebbe patrocinarlo? 2)

Uno sconosciuto, questa mattina, ha pensato di girare alla nostra casella la mail destinata a qualche reparto di McDonald’s. Rivela un nuovo prodotto italiano che il colosso del fast food venderà dal 25 maggio. Si chiamerà “Kiwi” o “Kiwi pret à porter”, e come un gelato, si mangerà con lo stecco. Um… em… ecco, che ...

0 commenti

Cosa vuole un critico dal nostro ristorante

Mai stato facile accorgersi di cosa vuole un critico dal nostro ristorante. Per aiutarvi a capire, abbiamo tradotto (e ambientato) l’articolo di un noto critico britannico sulle 10 cose che distinguono un buon ristorante da uno no, secondo i gusti difficili dei rompiscatole di professione. Che i ristoratori si attrezzino, mentre ai critici chiediamo cosa ...

0 commenti

99 cose da mangiare almeno una volta nella vita (The making of)

‘Stamattina, a dettare l’agenda nel quartier generale di Dissapore è la realizzazione di un post sulle 99 cose da mangiare in Italia almeno una volta nella vita. Ispirati dall’epica lettura (15 clic) di “99 thing to eat in L.A. before you die” del settimanale americano LAWeekly, abbiamo radunato tutti i nostri editor intorno all’idea. Ma ...

0 commenti

Accesa discussione sulla migliore fiorentina di Firenze

Giovedì 28 18 Febbraio, quasi le ore 13. Mi trovo all’esterno della trattoria Da Burde, in via Pistoiese a Firenze, intento a scattare qualche foto dell’ingresso. Non faccio in tempo a entrare che una voce minacciosa interrompe il leggero brusìo che percepisco: “Cosa ci devi fare con quelle foto?” Porca miseria, anche qui come nei ...

0 commenti

Apre Il Clandestino della Maison Moschino. Riuscirà Moreno Cedroni a diventare il n.1 di Milano?

Allora, oggi il tema diventa: con il Clandestino, ristorante dell’ultimo fashion-hotel meneghino, il Maison Moschino, che stasera inaugura le 65 stanze ispirate alle fiabe con il dj-set di Asia Argento (mentre il suo ex Morgan va da Santoro), potrà lo chef marchigiano Moreno Cedroni, lavorando con impegno e trasporto carico degli allori conquistati, accomodarsi sulla ...

0 commenti