Agosto 2010


La scelta tra Liceo Artistico o Scientifico (della pizza)

La pizza fa tendenza, e oggi imparare i misteri dell’impasto iscrivendosi battaglieri al corso che li insegna è una cosa del tutto normale. Ma se il mondo fosse pizzacentrico al punto di replicare il sistema scolastico italiano, dove sarebbe preferibile iscrivere i nostri figli aspiranti pizzaioli? Liceo Scientifico o Liceo Artistico? Una scelta non semplice. Da una parte ...

0 commenti

Il melodramma dei Cipriani: “serviti à la carte”

C’era una volta Arrigo Cipriani, figlio di Giuseppe, il fondatore della dinastia che nel 1931 ha aperto l’Harry’s Bar di Venezia, ai cui tavoli si sono seduti re, principi, protagonisti della Storia e stelle dello spettacolo. Schietto, divertente e politicamente scorretto, Arrigo è una specie di Lorenzo de’ Medici dei ristoranti, che con la famiglia ...

0 commenti

10 motivi per cui spendere 150 euro da Uliassi è un preciso dovere morale del popolo tutto

Chi sono i clienti dei grandi ristoranti italiani? Persone facoltose spesso attratte dall’esclusivo a prescindere, professionisti benestanti, recensori incalliti che si parlano addosso. Gente comune? Poca. Per “gente comune” intendo l’operaio, il meccanico, l’impiegato delle Poste e il commesso della Coop. Eh, lo so che state pensando ai soldi. Errore, non è una questione di ...

0 commenti

Didascalizzami questa | Gheddafi, il cliente (che paga) ha sempre ragione

Nonostante tutte le menate sul post-vacation blues (stress da rientro) pensi di possedere ancora un brandello di humor? Mettiti alla prova con “Didascalizzami questa” e trova la didascalia giusta. Ma per non farci scattare la carogna, trovala  almeno più divertente della nostra. “Gheddafi ha scelto Campo dé Fiori per un cappuccino e una passeggiata nelle vie del centro di Roma” ...

0 commenti

… il suo nome conosco, vuoi conoscerlo tu? La strada di Antersasc

Le gambe son di marmo ma chissenefrega, il rientro in città non cancella dagli occhi le montagne splendide, i laghi e l’incontro ravvicinato con una tribù di caprioli. Chissà, magari siete stati in Val Badia, la più bella delle Dolomiti. E se sì, non potete aver mancato il parco naturale di Puez Olde Odle, uno ...

0 commenti

Quando andare al ristorante è una roulette russa: le allergie alimentari

Metto le mani avanti facendo notare ai lettori del blog muniti di ristorante che l’esistenza di questo post dipende unicamente dalla voglia di sapere la loro sul tema delle allergie. E degli allergigi. Non proprio pochi: gli Italiani il cui sistema immunitario reagisce di fronte alle proteine di pesci, latticini, crostacei sono 6 milioni. Ora, ...

0 commenti

Anche le formiche nel loro piccolo si ingrassano

Dio com’è cambiata l’arte, quasi non la riconoscevo! L’opera dell’artista americana Elizabeth Demaray, si intitola “Corpor Esurit” e fa bella mostra di sé in una galleria di Brooklyn. Per un mese Elizabeth ha chiuso nelle due teche un migliaio di formiche, costringendole a cibarsi di prodotti McDonald’s. La maggior parte di loro ha preferito il suicidio, qualcuna ...

0 commenti

Nicola

Di professione chef. Che sa anche rischiare. Certo non tanto quanto noi cinque deficienti che ___tutti___ abbiamo confuso Ripa di Porta Ticinese con via Lodovico il Moro (tutto a Milano naturalmente). Tronfi di aver parcheggiato comodi in piena zona navigli ce la scarpiniamo per 2.3 km (ci tengo alla precisione in questo caso) fino al ...

0 commenti

Si fa presto a dire fritto

Questo è un post sul fritto della serie noi+voi, interattivo insomma, e va bene: duepuntozero. Però, niente ricette, intesi? Bensì spiegazioni comprensibili, tanto più che di efficaci ricette in tema se ne trovano a iosa nel libro “Fritto E Mangiato” di Annalisa Barbagli per Giunti Editore. Siccome l’olio e’ un potente trasmettitore, anche se costoso, ...

0 commenti

L’estate al Pellicano di Porto Ercole (GR)

Al Pellicano di Porto Ercole ci sono una piscina, una spiaggia, una spa e ovviamente un ristorante. Devo alla spumeggiante appendice visitata con Gianni Alocci, da sempre punto di riferimento della struttura, i pensieri ammirati che seguono. Ma ho fame, voglio sedere al mio tavolo e mangiare, senza che l’arcobaleno plasticamente disteso sopra l’isolotto (l’accoglienza ...

0 commenti

Dieta mediterranea patrimonio dell’umanità (non puoi sempre ottenere ciò che vuoi, Sarkozy)

Guardo il bicchiere mezzo pieno: quasi sicuramente arriveremo prima di Nicolas Sarkozy che dal 2008 chiede l’iscrizione al patrimonio mondiale dell’Unesco per la cucina francese. “E’ la migliore del mondo“, aveva detto in un soprassalto di grandeur. Invece, è stata accolta la proposta italiana (+ Spagna, Grecia, Marocco) di riconoscere alla Dieta Mediterranea lo status ...

0 commenti