Ottobre 2011


Manna, quello dei cassetti che **zzo c’entrano

Disclaimer: questo cinetico chef lo conosco già, ci torno e ci ritorno a mangiare da lui, quindi lo apprezzo. Non ne ho mai scritto e non sarò per nulla obiettivo. E poi mi sono imborghesito … Ragion per cui non starò a ridire che ha i baffi strong in giù e che sembra un motoretta-dipendente, ...

0 commenti

Matteo Renzi e punto per punto, il suo programma di governo gastronomico

Ho espresso la volontà di essere preso a scarpate qualora venissi scoperto a usare l’aggettivo “rottamatore”. Se proprio devo, prendo in prestito dalle cronache “uomo del giorno”. E’ Matteo Renzi, sindaco di Firenze, lami’città, contemporaneamente definito nel dopo-Big Bang alla Leopolda (anche prima, anche durante) “asino che scalcia i burocrati del PD” e “pirla che ...

0 commenti

Prova d’assaggio: Crema alle nocciole

La più spalmabile di tutte le Prove d’assaggio, confronto settimanale tra prodotti della stessa categoria possibilmente di largo consumo, arriva al numero 20 (ecco le altre prove d’assaggio). Protagonista la crema di nocciole. Che di solito, o meglio, quando la mia Visa acconsente, consumo in versione esoterica, fatta cioè da ineccepibili cioccolatieri.

0 commenti

Il meglio della settimana

I post più letti degli ultimi 7 giorni. (1) Il piatto è rotto: lettera aperta ai ristoratori stellati da un cliente indignato. (2) Osterie d’Italia 2012 di Slow Food: “hungry e foolish”. (3) 8 cibi più crudeli del foie gras, fuorilegge tra 6 mesi in California. (4) Liveblog Masterchef – Sesto episodio. (5) Io volevo ...

0 commenti

Vi leggiamo! I 10 migliori commenti della settimana

Osterie d’Italia 2012 di Slow Food: “hungry e foolish”. Il 24 ottobre 2011 alle 18:12 Me Medesimo commenta: A me sembra ridicola la guerra tra 1) “Voi che andate da Vissani per mangiare minchiatine assurde, volete mettere quanto sono furbo io che con 2 euro esco a panza piena”, e 2) “Esiste la cucina stellata, ...

0 commenti

Weekend. Chi il calcio. Chi un film. Io osservo l’inesorabile trasformazione del mio addome

TARTUFO: TUTTO D’UN PREZZO. Il fine settimana ad Alba è brutalmente sottovalutato. Non capisco questa vostra ostinazione a non darmi ragione da subito. Non bastasse l’81a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco, possibilità di commuovere le vostre Visa ne avete in abbondanza: dall’acquisto a colpo sicuro di formaggi che generano endorfine tipo Castelmagno alla Polleria Ratti ...

0 commenti

Adagio di McDonald’s, un tamarrerrimo remix del nulla

So bene che nessuno mi obbliga a intrattenere relazioni stabili con McDo, ma volete mettere la soddisfazione di scrivere che McItaly Adagio, il secondo McMarchesi, nel senso di secondo panino con griffe del riverito Maestro Gualtiero Marchesi dopo Vivace, disponibile nei McDonald’s nazionali da ieri, è la cosa più mal fatta, canaglia e avvilente mai ...

0 commenti

Palermo low cost: 10 indirizzi per mangiare con 25 euro

Posseduta dallo spirito di Tremonti, ma era solo un esempio, capisco che citare qualsivoglia economista sarebbe più prudente, mi accingo a compilare la guida di Dissapore ai 10 posti con il miglior rapporto prezzo/felicità. Dopo Roma, Milano, Genova, Firenze, Perugia e un contestatissimo episodio bolognese (ma tra post e commenti l’elenco di indirizzi è ciclopico), ...

0 commenti

La Casta a tavola | La bufala del Senato non è una bufala

All’inizio è stato il Popolo Viola. Nella sua pagina Facebook ha postato lo scontrino: la casta dei Senatori ha questi prezzi con buona pace di tutto quel che s’è detto e smoccolato. Poi è arrivata l’Unità, che con sprezzo del pericolo ha tuonato: è una bufala degli anti-casta.

0 commenti

Tutto quello che dovete sapere sui ristoranti inglesi per evitare rogne e fregature

Tanti amici italiani mi chiedono: “Ma la cucina inglese cos’è esattamente?”. Di solito rispondo con un’altra domanda: “Esiste la cucina italiana?” No, esistono 20 cucine regionali, mentre qui il discorso è meno schematico. La Gran Bretagna ha accolto emigranti dai paesi di tutto il mondo, i cui unici ricordi spesso, erano legati al cibo. Nel ...

0 commenti

La birra spiegata alle ragazze

Sapete perché la birra è considerata la bevanda dei maschi? Ve lo dico io. Avete presente il fighetto che alla prima uscita ordina un Martini cocktail per l’aperitivo e al ristorante si allena a sciorinare le guide dei vini, ma poi, una volta accasatosi, si disseta solo con birra industriale, bevuta dal collo della bottiglia, ...

0 commenti