Giugno 2013


Nigella Lawson e marito: chi parte, chi resta

L’antefatto non va neanche ricordato, tanto è tristemente noto. Nelle due ultime settimane, le immagini di Nigella Lawson maltrattata dal marito Charles Saatchi al ristorante hanno intenerito i fan della procace cuoca-tv a ogni latitudine del pianeta, e causato un’ondata di autentico sdegno verso il consorte, ex magnate della pubblicità e collezionista d’arte multi-milionario. Pochi giorni ...

0 commenti

Barbecue Inferno: tutti i segreti della cucina alla griglia nel mondo

Il barbecue è un buon esempio di come l’uomo post-moderno senta ancora vivo l’istinto di schiaffare un bisteccone sul fuoco e guardarlo cuocere lentamente. Oltre al valore evolutivo del gesto, sopravvive il corredo di usi e significati legati alla griglia, diversi da Paese a Paese. Cioè: negli Stati Uniti la religione del BBQ ha le ...

0 commenti

La ricetta perfetta: pizza fatta in casa

La regola è sempre la stessa: se trasgrediamo, facciamolo bene. Con cose buone: il mediocre è autopunitivo, un errore cosmico. Gli amici possono anche invitarvi a cena, ci può stare, ma non siamo noi che dobbiamo meritare l’eccezione: l’eccezione deve meritarsi noi. Se devo trasgredire alla dieta che sto seguendo (nome in codice: “sbarca in spiaggia ...

0 commenti

Come si dividono le mance al ristorante: New York ha deciso

In seguito a due differenti ricorsi presentati da dipendenti della celebre catena americana di caffetterie, Starbucks, la Corte di Appello di New York ha stabilito nuove regole per la suddivisione delle mance nei bar e nei ristoranti, dove il servizio non è incluso, e si paga a parte con la mancia. Praticamente obbligatoria, la mancia, ...

0 commenti

L’eterna guerra tra clienti e ristoratori oggi combattuta a colpi di TripAdvisor

Era una tranquilla mattina di giugno, ancora assonnata mi apprestavo a scrivere di cupcake e sugarcraft (certo che no), quand’ecco lampeggiare un’email nella casella di posta dillo@dissapore.com. Mittente: Deborah6778, utente “Super” di TripAdvisor con 97 recensioni e frequentatrice assidua di queste pagine. Buongiorno lettori, state bene? Pronti alla battaglia? Deborah6778 ci scrive preoccupata: “mi domando se chi ...

0 commenti

Eataly in campagna: perché Oscar Farinetti scappa dalla città?

All’improvviso abbiamo di fronte un imprenditore che sembra redento, un big boss man che fa di necessità virtù, uscendone buono, pulito e giusto. Dopo aver eretto veri colossi fagocitando chilometri e chilometri, ora Oscar Farinetti di Eataly (Torino, Tokyo, New York, Roma, prossimamente Bari e poi Milano…) porta la sua creatura a contatto con la ...

0 commenti

I francesi di LVMH comprano la pasticceria Cova di Milano

La pasticceria fu aperta a lato del Teatro alla Scala nel 1817 da Antonio Cova, un ex soldato di Napoleone. Nel 1950 si è trasferita in via Monte Napoleone, pertanto che rientri tra le botteghe storiche e “di rilevanza sociale” della città è fuori discussione. Per questo è possibile che il passaggio di mano della ...

0 commenti

Cucinare con le erbe aromatiche: istruzioni per l’uso

E’ arrivata l’estate, siete finalmente abbronzati, rigenerati, in sintonia. Il quadro è idilliaco, a disturbarlo solo le zanzare: contro di loro la solita lotta di gruppo. Le conversazioni culinarie che fate sorseggiando in pace un bicchiere di vino bianco sono tutte sulle erbe da cucina, finora mero accompagnamento per i vostri piatti, oggi invece protagoniste ...

0 commenti

Pilou a Torino: anche consegnare colazioni a domicilio la domenica è food economy

Per capire l’idea fino in fondo bisogna ricordarsi che la domenica mattina, specie nelle grandi città, molti bar sono chiusi. E che mentre di cuochi a domicilio se ne trovano parecchi, ormai, chi consegna a casa la colazione è ancora una mosca bianca. Stanche di lavoretti precari, le torinesi Luisa Pellegrino, 30 anni e Gabriella ...

0 commenti

Confessami, o foodie, il tuo piccolo insano segreto

Non c’è posto al mondo che ami più della cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta: purchè sia una cucina, un posto dove si mangia e si fa da mangiare. È cosa universalmente riconosciuta che non sei tipo da frugalismo spirituale ma nemmeno un ghiotto, mangi spesso piatti microscopici con nomi chilometrici e/o inpronunciabili impronunciabili. ...

0 commenti

Il meglio della settimana

Questo è il meglio della settimana con i post più letti. 1. Diamo ordine al caos delle gelaterie artigianali: le 50 migliori d’Italia nel 2013. 2. La ricetta perfetta: pasta e zucchine. 3. La ricetta perfetta: torta al cioccolato. 4. Quel titolo è l’unico imperdonabile errore di Unti e Bisunti. 5. Cosa dicono di noi ...

0 commenti

Quel titolo è l’unico imperdonabile errore di Unti e Bisunti

Per quelli che “Twitter è insopportabile e autoreferenziale”: no, è utile. Domenica mi ha ricordato che stava per iniziare Unti e Bisunti. Che a dispetto di un titolo volgare e sbagliato – probabilmente pensato da Alessandro Sallusti – funziona e genera entusiasmo collettivo. Comprensibile e condivisibile, al netto di qualche limite su cui dico la ...

0 commenti