Luglio 2014


In Italia catalogare i nomi dei pesci è un balletto satanico perché cambiano di regione in regione. Ma ci proviamo

Cadono i tabù: l’estate non è più necessariamente calda e gli chef dicono di sì a zuppa di pesce (quale che sia: cacciucco, brodetto, buridda) e vino rosso. Proposta spesso anche la birra. Ma non è di abbinamenti strano-lussuosi da fase di benessere che vogliamo parlarvi. Non è aria. Piuttosto di una bizzarra usanza italiana: ...

0 commenti

La ricetta perfetta di marmellate e confetture

La premessa per questo post nasce da un quesito: “Hai in previsione qualche meravigliosa congettura delle tue?” Stavo già pensando alla ricetta perfetta della pizza lievitata nel cofano dell’auto quando mi accorgo che si tratta di un chiaro caso di autocorrect, e che si sta parlando di semplici marmellate. Non li capirò mai gli uomini. Fronte ...

0 commenti

Tutto ciò che deve esserci nel menu di un ristorante gastrofighetto. Prego, controllare

Sapreste riconoscere solo da un’occhiatina al menu un ristorante gastrofighetto? In effetti non è poi così difficile: per prima cosa guardatevi intorno e verificate che tutte le regole per il ristorante di successo vengano applicate. Una volta buttato l’occhio con nonchalance in sala, concentratevi sui menu, perché sono loro che tra le righe vi diranno se ...

0 commenti

Storia di una salsa capolavoro: il Bbq, Gianfranco Lo Cascio e Prime Uve

Ma voi le sapete fare grandi salse per la grigliata di carne con qualsiasi ingrediente? E produrre ricette a ritmo di un computer? Non so se sia l’ambizione di tutti i cuochi o solo di qualcuno, di certo so che esiste chi è in grado di farlo. Gianfranco Lo Cascio per esempio, firma storica su ...

0 commenti

Più di quanto credevate di vedere del primo ristorante di Taiwan dedicato al sesso

C’è una remota possibilità che al lettore più morigerato di Dissapore, ammesso che esista, non vadano giù le immagini che seguono. Se siete facilmente impressionabili non proseguite oltre. Gli altri non vedranno niente di che, intendiamoci, ma l’autrice qui, non vuole sconvolgere nessuno. Dopo il preambolo eccoci a Taiwan, dove ha da poco aperto un ...

0 commenti

Dell’eterna guerra tra pesto al mortaio e pesto col mixer: voi da che parte state?

È bastato un innocente post sull’insalata di pasta per scatenare, nei commenti, una vera disfida del pesto. Oggetto del disquisire: fatto nel frullatore è lecito chiamarlo pesto? È o non è paragonabile a quello lavorato con mortaio e pestello, strumento da cui, evidentemente, prende il nome? E poi, i fagiolini c’azzeccano o no? E le ...

0 commenti

Il mio grosso, grasso pranzo di matrimonio: nella buona ma soprattutto nella cattiva sorte

Maratone di cibo, alcol e socialità forzata: la stagione dei matrimoni può regalare giornate inaspettatamente positive e divertenti, ma anche psicodrammi gastronomici da far accapponare la pelle. Per gli sposi, alle prese con il tentativo di accontentare più invitati possibili, tener conto di intolleranze collettive o idiosincrasie condivise, quindi studiare un menu per il giorno ...

0 commenti

TripAdvisor al contrario: clienti molesti nelle recensioni di 5 chef famosi

Un identikit preciso non esiste, ma fate conto di mescolare con il giusto dosaggio il Conte Mascetti di Amici Miei, l’Alberto Sordi più verace e i personaggi molto naif di Carlo Verdone. Forse il paragone comico non rende al 100% l’imbarazzo e il fastidio degli chef che quotidianamente affrontano clienti ai confini della realtà. Eppure gli ...

0 commenti

Sapere quale caffè chiedere in 24 paesi del mondo può salvare la vita agli italiani in vacanza

Come fa incazzare il barista l’italiano alfa quando consuma il caffè del mattino al bar, nessuno al mondo. Lungo – corto, tazza grande – tazza piccola, caldo – tiepido, macchiato – non macchiato. Quello stesso italiano alfa quando va in vacanza all’estero fatica a  mantenere  abitudini, credenze e rituali. Può aiutare sapersi orientare tra Red ...

0 commenti