di Chiara Cajelli 21 Luglio 2020
ricette brunch fare casa

Le ricette fare il brunch in casa sono tantissime, e ve ne verranno a iosa appena capirete bene il contesto: dicesi brunch un pasto dopo la colazione e prima del pranzo, generalmente organizzato nei weekend e al quale si dedicano manicaretti sia dolci sia salati. Gli ospiti ad un brunch devono arrivare rilassati verso le dieci del mattino e andare via rilassati e dignitosamente satolli entro il primo pomeriggio: possono attingere a un buffet o a portate servite al tavolo, purché siano comode ed eleganti, sofisticate quel tanto che basta.

I cibi da brunch, infatti, dovrebbero essere in molte varietà in modo da soddisfare i gusti di tutti i commensali, facili da mangiare senza sporcarsi – ottimi, quindi, tutti i fingerfood – semplici ma non troppo da sembrare ad un aperitivo… insomma, niente pietanze da Lab 2020 di Uliassi, ma nemmeno le patatine (no, neanche quelle firmate da Cracco).

Perfetti succhi e centrifugati, lievitati soffici o grissini, bocconi sapidi ma non eccessivamente speziati, e poi uova, verdure, salumi, frittelle, torte più o meno casalinghe: ecco le migliori ricette da brunch, secondo noi.

Pancakes

pancakes

Un vero classico, confinati troppo spesso per la colazione ma – se in versione salata – si rivelano un’ottima idea anche per il brunch. Ormai siete abituati ai pancakes tradizionali con sciroppo d’acero, ma che ne dite (data l’occasione) di provarli in versione integrale oppure con carciofi e formaggio?

Uova alla benedict

10-ricette-per-un-brunch-eggs-benedict

Se volete far colpo sui commensali, cimentatevi  nelle uova alla benedict o alla benedettina: english muffin, tuorlo fondente, vellutata salsa olandese, paprika e spinaci… al solo pensiero viene l’acquolina, confermate? Qui trovate la nostra versione, da provare.

Bagel

10-ricette-per-un-brunch-bagel-salmone

Il bagel è cosa seria, paragonabile al rigore che si pretende (giustamente) dalla nostrana pizza napoletana o anche peggio: questo lievitato tra il dolce e il salato ha una storia lunga e affascinante, ebraico di origine e icona ormai delle colazioni statunitensi. Provate a farlo, assaggiandolo con la tipica farcitura al salmone affumicato e philadelphia.

Mini burger

mini burger brunch

Non paninazzo hamburger, ma “fenomenali poteri cosmici in un minuscolo spazio vitale”: viva i mini burger, ovvero hamburger o burger (vegetariani, ad esempio) saporitissimi, con tanti elementi, colorati, succosi, ma che si mangiapo quasi in un sol boccone.

Pane in cassetta per dolci e salati

panbrioche brunch

Il pane, ad un brunch, non può davvero mancare. Fatelo voi, anzi fate il vostro pane preferito ma il nostro consiglio è puntare su baguette, pane ai cereali e il pane in cassetta: questo è perfetto tanto per il dolce quanto per il salato, esteticamente è stupendo e potete affettarlo facilmente anche a tavola.

Waffle

waffle brunch

Se non conoscete i waffle, questa è l’occasione per acquistare l’apposita piastra: si tratta di frittelline a quadrettoni, che – come i pancakes – potete fare con impasto neutro, dolce o salato. Sono meravigliosi e piatti, comodi e veloci da fare in abbondanza. Ecco la nostra ricetta, fresca e colorata.

Frittatine

Le frittate sono quelle soluzioni “minima spesa massima resa” che fanno al caso vostro. Non parliamo ovviamente delle buonissime ma non adatte frittatone che ti ci butteresti di faccia… ma frittate più contenute: piccole e cotte nello stampo per muffin ad esempio, oppure tagliate poi a quadrettoni, o ancora fluffy ovvero con uova montate e cotte in forno.Oppure, rotolo!

Avocado toast

Spopola ormai da qualche anno, è instagrammabile come poche altre pietanze, è fighetto solamente q.b. e piace a tutti: si tratta dell’avocado toast, ovvero pane tostato con avocado a fette o a crema e un altro elemento sapido a completare – uova, salmone, bacon. Ecco le nostre indicazioni per farne di perfetti.

Quiche

mini quiche brunch

La quiche è una torta salata semplice da fare ma che offre l’occasione di ottimizzare ingredienti in scadenza o che non sapresti come altro consumare. La base può essere frolla o brisée, e la farcia è cremosa e ricca. Potete fare direttamente mini quiche (ottima idea) oppure servirla già a fette.

Banana bread

banana bread brunch

Il banana bread è il dolce per eccellenza di colazioni e brunch anglosassoni, una delle poche torte da colazione che si presta anche in un contesto più mangereggio. Non abbiate timore di servirlo già a fette, e magari disponete la portata con salsiere di vario genere: panna montata, coulis, salsa di cioccolato.

French toast

french toast brunch

Poche cose al mondo sono buone quanto un french toast fatto bene. Si tratta di pane in cassetta a fette, imbevuto nelle uova sbattute con panna o latte, “fritto” poi in padella nel burro, e servito con meraviglie. Lo ammirate in foto. Può essere anche in versione salata, e vi esortiamo a non perdervelo.

Omelette

omelette brunch

L’omelette non è una semplice frittata, bensì un’arte non così scontata e facile da cucinare al meglio. La forma è a bussolotto, gonfia e omogenea, e al centro deve essere baveuse ovvero appena cotta e meno asciutto dei contorni.