di Chiara Cajelli 21 Gennaio 2020
finocchio-come-cucinarlo

Il finocchio, in inverno, è il nostro migliore amico ai fornelli: leggero, fresco, buono sia crudo che cotto, ideale come snack, con qualsiasi condimento sia “light” che meno. Ecco come cucinarlo: idee e ricette in arrivo per voi, una carrellata di bontà tra cui una vera e propria chicca.

Vellutata

vellutata-finocchio-come-cucinarlo

La vellutata di finocchi è sempre una piacevole scoperta: da cotti, infatti, i finocchi cambiano completamente consistenza e si rivelano cremosi e morbidissimi, quasi burrosi. Ecco perché in vellutata sono irresistibili. Noi ne abbiamo fatta una senza grassi (e, per questo motivo, sarebbe più corretto chiamarla crema e non vellutata), unendo anche cavolfiori.

Eccovi la ricetta.

Al forno

I finocchi al forno sono una delle soluzioni migliori per far gustare questo ortaggio a tutta la famiglia: potete lasciarli quasi in purezza, condirli con un po’ di pangrattato, osare con prosciutto e mozzarella… insomma le soluzioni sono parecchie e potrete giocare molto con la fantasia. Noi li abbiamo cotti con ingredienti sostanziosi, tra cui burro, latte e formaggio grattugiato. Una vera e propria bontà

Qui la ricetta.

Con besciamella

Le verdure, soprattutto quando non sono proprio amate da alcuni membri della famiglia, possono essere “vendute” in maniera molto furba e irresistibile: la besciamella è la soluzione! Seguite la nostra ricetta, lasciatela raffreddare e usatela per irrorare abbondantemente i finocchi tagliati a falde non troppo piccole e conditi solo con un po’ di pepe e olio evo. Vorranno tutti il bis, ve lo garantisco nero su bianco.

In insalata con le arance

Una ricetta da fare in inverno, leggerissima, fresca, croccante e che aiuti nella dieta, è l’insalata di arance e finocchi. Tipica della Sicilia e del meraviglioso Sud in genere, si ottiene affettando i finocchi e le arance, che dovete pelare a vivo: è un passaggio un po’ laborioso ma, credetemi, necessario per ottenere il massimo da questa insalata. C’è chi aggiunge al duetto una manciata di capperi, chi di olive nere… l’importante è che condiate con una bella orangette (succo di arancia con olio evo, sale e pepe).

Impanati e fritti

Una ricetta che non si vede tutti i giorni vede i finocchi trasformarsi in cotoletta. Proprio così: pangrattato, uova, formaggio grattugiato, frittura in padella… ci sono tutte le cure che si riservano alla classica cotoletta di maiale o vitello (conoscete la cotoletta alla milanese?). I finocchi vanno tagliati a fette – che, per caratteristica dell’ortaggio, risulteranno irregolari – passati nell’uovo sbattuto, nel pangrattato condito con sale e formaggio grattugiato, e poi fritti in padella con 1 dito di olio di semi a 175°C. Buonissimi appena pronti, così come a freddo dopo qualche ora.