Festival d’Estate in Franciacorta, la scusa per vedere Christo

COSA: Festival d’Estate

DOVE: Nella zona del Franciacorta e a Palazzo Monti della Corte (Via Alessandro Volta 2, Nigoline di Conte Franca, BS)

QUANDO: Sabato 25 e domenica 26 giugno

COSA DOVETE SAPERE: C’è modo e modo di fare accoglienza in cantina, il consorzio che tutela il Franciacorta lo sa. Il calice di bollicine con stuzzicadenti Samurai conficcato nella fettina di salame non è nello stile della casa. Invece vi aspettano due giorni di eventi a tema e picnic dai cestini stellati.

franciacorta1-1

Il Festival d’Estate dedicato allo spumante DOCG bresciano è un week-end gastronomico per cui vale prenotare una stanza in Lombardia.

Il 25 è dedicato a 68 case vinicole del territorio pronte a ospitare concerti e tour in mountain bike lungo le vigne, oltre a 14 ristoranti che sabato sera propongono menù basati sulle specialità locali. Questo tuttavia è solo il rullo di tamburi, la vera attrazione della festa è il 26: un brunch nel parco secolare di Palazzo Monti a base di street food d’autore (dalle 11 alle 17).

SENZA SE E SENZA MA: Hanno finalmente cambiato nome all’evento, fino allo scorso anno noto come Franciacortando (terribile eh?).

Franciacorta

Sui cuochi non si discute. A prendersi cura della colazione sull’erba saranno Fabio Abbattista – Bistrò de L’Albereta, Fabrizio Albini – Cristallo Holel Spa & Golf, Alberto Bittu – Trattoria del Gallo, Alessandro Cappotto – Ristorante Villa Calini, Matteo Cocchetti – Dispensa Pani e Vini Franciacorta, Simone Gaibina – Trattoria da Gina, Andrea Martinelli – Trattoria del Muliner, Ennio Zanoletti – Hostaria Uva Rara, Corrado Scaglione – Enosteria Lipen, Piercarlo Zanotti – Cappuccini Resort. 

Insieme a loro i tre chef più attesi, gli stellati Lorenzo Cogo – Ristorante El Coq, Vittorio Fusari – Al pont de Ferr e Stefano Cerveni – Ristorante Due Colombe al Borgo Antico

ANCHE NO: A conti fatti, ci fanno pagare 5 euro a bicchiere.

Funziona così: il biglietto d’ingresso include 4 gettoni, che poi si possono riacquistare durante la manifestazione, con il classico sconto cumulativo per chi fa man bassa di ticket (per esempio, 6 gettoni a 25 euro).

Ogni street food d’autore costa 2 gettoni e le degustazioni di Franciacorta dei sessanta produttori presenti ne richiedono uno. Stessa cosa per il gelato.

unspecified-1

NON ANDATE VIA SENZA: Aver visto la Passerella sul Lago d’Iseo, opera temporanea (fino al 3 luglio) dell’artista bulgaro Christo.

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris