Lingotto Fiere

Cosa fare a Gourmet Expoforum Torino

Si chiama Gourmet, è il nuovo evento dedicato al mondo del cibo in cartellone al Lingotto di Torino dal 22 al 24 Novembre organizzato da GL events (società francese proprietaria di Lingotto Fiere) e Gambero Rosso.

Non si tratta della classica fiera rivolta a un pubblico indifferenziato. Gourmet è per i professionisti: ristoratori e albergatori, pasticceri e gelatai artigianali, pizzaioli e panificatori, food manager, giornalisti enogastronomici, food blogger. Facciamola semplice: pensate a un mestiere. Fatto? Se ha a che fare con il cibo le porte sono aperte.

Quindi, cosa accadrà a Gourmet? Il cuore saranno i forum per imparare e confrontarsi. Nel programma ne trovate ben 80, si va da “Gestire un ristorante. Nozioni base di management” a “I segreti di una carta dei vini funzionale e accattivante”, e ancora “Nozioni base di social media marketing applicato alla ristorazione” o “Prenotazione online.

lingotto fiere, torino, forum

In uno di questi “Guide classiche vs editoria digitale” c’è anche Dissapore. A discutere e chiacchierare insieme Alberto Cauzzi (Passione Gourmet), Alberto Lupini (Italia a Tavola), Marco Trabucco (Le Guide de L’Espresso), Gabriele Zanatta (Identità Golose), Lorenza Fumelli (Agrodolce), Valentina Marino e Massimiliano Tonelli (Gambero Rosso) ci sarà Massimo Bernardi.

Capitolo chef. Presente Niko Romito, cuoco con 3 stelle Michelin al Casadonna di Castel di Sangro che parlerà di spesa e filiera corta; presente anche Beppe Palmieri, sommelier dell’Osteria Francescana di Modena, con cui si parlerà di vini e cantine.

Non mancate di prendere appunti ascoltando Gabriele Bonci che spiega i segreti della panificazione, o di osservare Marcello Ferrarini, chef modenese specializzato nella cucina senza glutine, che dimostra come preparare un piatto gluten free senza rinunciare al gusto.

barman, cocktail

Imperdibili i tre barman più à la page d’Italia, Massimo D’Addezio, Oscar Quagliarini e Filippo Sisti, che inventeranno il cocktail perfetto da abbinare al piatto creato dallo chef Cristiano Tomei: anguilla con panna acida al whisky, germano e rape rosse.

Se siete fan della birra ci sarà Teo Musso, papà della Baladin, e se invece preferite il dolce non rinunciate all’incontro con maestri gelatieri come Alberto Marchetti (torinesissimo anche lui ma ormai in espansione verso l’Universo Mondo) e Simone Bonini, con cui fare il punto della situazione sul gelato artigianale in Italia.

Presenti anche pizzaioli del calibro di Simone Padoan de I Tigli di Verona; non mancheranno nemmeno i due Guido artigiani del cioccolato, Gobino e Castagna: dopotutto siamo a Torino e per giunta nel weekend di apertura di CioccolaTò (fate un salto anche lì, già che ci siete).

marcello trentini, magorabin

Infine, non mancheranno all’appello i famosi fotografi di cibo Bob Noto e Lido Vannucchi, seguiti da uno stuolo di cuochi di fama, da Igles Corelli a Roy Caceres, passando per lo chef dai dread controvento Marcello Trentini, più conosciuto nel capoluogo sabaudo come Magorabin.

Quindi, riassumendo: i nomi ci sono eccome, si finisce di leggere il programma frastornati. La concretezza, al netto del marketing, pare esserci. Al tutto si aggiunge l’area espositiva, dove passeggiare tra macchinari, attrezzature, prodotti e proposte di nuove tecnologie.

La fiera sarà aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30. Il biglietto, però, è riservato agli operatori professionali, gratuito se vi accreditate sul sito.

Un consiglio: se decidete di fare una gita a Torino fate una sosta da Casa Vicina, proprio a due passi dal Lingotto Fiere, al piano di sotto del primo Eataly, quello che ha decretato la fortuna e l’ascesa del suo patron Oscar. C’è chi lo considera il miglior ristorante piemontese a Torino, tra bagna caôda in bicchieri da Martini, millefoglie di lingua gli agnolotti pizzicati a mano al sugo d’arrosto e le cervella al barolo.

Una sosta che supera le aspettative, con menù degustazione che vanno dai 38 ai 110 euro.

Lucia Gaiotto Lucia Gaiotto