Heinz Beck Food Festival: la Costa Smeralda vi aspetta

COSA: Heinz Beck Food Festival

DOVE: Marina di Poltu Quatu, Arzachena (OT)

QUANDO: il 17 e il 18 luglio

COSA C’E’ DA SAPERE: seconda parte della rassegna di gastronomia da non mancare per chi è in vacanza in Costa Smeralda. Quattro chef blasonati in uno sfolgorio di stelle (Michelin) con pochi precedenti, si metteranno alla prova con piatti inediti e soprattutto alla portata, sotto lo sguardo austero di Heinz Beck.

Che pure lui, quanto a stelle, non è secondo a nessuno (tre stelle Michelin per La Pergola, a Roma).

Heinz Beck cr. Mauro Fiorese

In dettaglio stiamo parlando di Michelin Jacob Jan Boerma, tre stelle Michelin per il ristorante De Leest (a Vaassen, Paesi Bassi) e di Joachim Wissler, altro tristellato per il Vendôme, nei pressi di Colonia, in Germania.

Poi il nostro amato Mauro Colagreco, due meritatissime stelle Michelin per il Mirazur di Menton, e Paolo Casagrande, del Lasarte di Barcellona, anche lui con due stelle.

SENZA SE E SENZA MA: Bisogna esserci il 17 luglio, giorno clou del Festival. Immaginatevi questi marcantoni della stella Michelin, che con tutto il loro blasone si piazzano sul lungomare a preparare cibo di strada, ogni piatto al costo di 5, massimo e 10 euro.

Cifre per cui in altre situazioni non pelerebbero nemmeno una patata. Forte, eh.

foto; Hans van de Vlekkert

Si inizia alle 20, dopo aver cambiato la cartamoneta in banconote fac-simile stile Monopoli, come accade quasi sempre in queste manifestazioni.

ANCHE NO: Più cara la cena gourmet prevista per lunedì 18 luglio (ore 21, su prenotazione). Però ciascuno degli chef (Heinz Beck compreso) si dedicherà a una portata, scegliendo nel proprio repertorio piatto più famoso.

Un menù a cinque portate mai visto prima e che non si rivedrà tanto facilmente.

Poltu-Quatu-Panorama-Porto004

Non costa poco però: 150 euro bevande escluse. In linea con le tariffe dei ristoranti sopracitati, per questo fuori luogo in un festival gastronomico. Anche se tra i vip di Polto Quatu.

NON ANDATE VIA SENZA: Un bicchiere di rosso delle cantine Surrau, che producono l’omonimo vino Isola dei Nuraghi IGT, blend di tre vitigni: Cannonau, Carignano e Muritellu.

Potrete degustarlo durante durante la serata del 17 luglio, insieme ai vermentini in purezza Capichera e agli Champagne di Moët & Chandon. Potevano mancare?

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris