Vinnatur

Vin Natur 2016 a Genova: vino libero e pulito

COSA: Vin Natur

QUANDO: 7-8 febbraio

DOVE: Palazzo della Borsa Valori, Piazza De Ferrari, Genova

DA SAPERE: Che ormai si degusti a tutto spiano non è più una novità, specialmente se la degustazione prevede un calice da vino.

Tuttavia, Vin Natur innova e sorprende perché i vini protagonisti sono tutti naturali, puliti e trasparenti, diventando appuntamento irrinunciabile.

vinnatur, genova

SENZA E E SENZA MA: Un evento dedicato al vino nel capoluogo ligure, 70 vignaioli provenienti da tutta Italia (e non soltanto), oltre 300 vini e prelibate tipicità gastronomiche locali, tutto nella meravigliosa sede di Palazzo della Borsa Valori, nella centrale Piazza De Ferrari.

Soprattutto vini naturali, cioè provenienti da un’agricoltura sana, disposta a eliminare il rame e lo zolfo per la cura delle malattie, facendo uso al contrario di essenze naturali per aiutare la pianta a difendersi da sola. E ancora senza lieviti selezionati, additivi e tecniche invasive.

Ci piace il fatto che Vin Natur, oltre ad organizzare l’evento, si assicuri che ogni vignaiolo rispetti gli standard della manifestazione. Ogni campione viene infatti analizzato più volte, in maniera approfondita e con cura degna di essere presa ad esempio. 

Se poi siete gente che preferisce gli incontri informali, Vin Natur ha pensato anche a voi con aperitivi e cene in giro per Genova insieme ai produttori, per chiacchierare, conoscersi e fare cincin tutti insieme.

Vin Natur

ANCHE NO: Ormai ci abbiamo fatto l’abitudine, gli eventi degni di questo nome hanno un costo e la qualità si paga.

Tuttavia, qualcuno potrebbe storcere il naso alla notizia che per entrare a Vin Natur si paga pegno e il pegno consiste in 15 euro. Degustatore avvisato, mezzo salvato.

Vin Natur

NON ANDATE VIA SENZA: aver assaggiato lo champagne di Christophe Lefèvre, che merita un brindisi alle cose buone, fatte bene, con attenzione per le papille e per l’ambiente.

E magari, già che ci siete, fate anche una passeggiata tra i caruggi di Genova, canticchiando Via del Campo: dopotutto un omaggio a Fabrizio De Andrè non guasta mai, specialmente dopo aver bevuto un bicchiere di rosso.

[Crediti | Link: Immagine di copertina: Vita di stile]

Lucia Gaiotto Lucia Gaiotto