Ristorante Ammo, interno

Oggi, nell’intervista data al Corriere, il bavarese Heinz Beck, arrivato a Roma nel 1994 “con l’idea di rimanere un paio d’anni” (ne ha messi insieme 20 come chef de La Pergola, oltre a 3 stelle Michelin e riconoscimenti plurimi) elenca le regole della cena romantica senza difetti, collocando al secondo posto, dopo il partner giusto, l’ambiente perfetto. Per la precisione: luci, tavolo, profumi e temperatura.

Se è così anche per voi, se prima di tutto un locale deve mettervi a vostro agio perché è come vedere un film, se dopo la prima scena il regista non ti ha conquistato, ciccia, allora state leggendo il post giusto.

Nel mondo esistono posti, chiamarli bar o ristoranti è riduttivo, che grazie alla lungimiranza (e agli investimenti) dei proprietari, oltre ovviamente all’estro di artisti e designer, hanno portato l’idea di “ambiente” alle estreme conseguenze.

Per il piacere dei vostri occhi ne abbiamo radunati 19, senza dubbio tra i più belli del mondo.

1. H.R. Giger Museum Bar, Gruyères, Svizzera.

Ginger Museum BarGinger Museum BarGinger Museum BarGinger Museum BarGinger Museum Baar

Cocktail e caffè all’interno della pancia di Alien. Questa l’idea di H.R. Giger, il creatore del celebre mostro di Ridley Scott. La realizzazione del locale, che si trova all’interno del museo dedicato al designer, è stata magistrale, con i pavimenti disegnati e i grandi archi ricoperti di decorazioni pericolosamente simili alle vertebre di un dinosauro.

Ind. Rue du Burg. Tel. +41 26 921 08 00.

2. Truth Cafe, Città del Capo, Sudafrica.

Thruth CafèTruth CafèTruth CafèTruth CafèTruth Cafè

Tra i tubi idraulici, macchine da scrivere e telefoni vintage spunta una futuristica macchina del caffè creata dal designer Chris Jones. Una diavoleria di pistoni da cui proviene l’ottimo caffè della torrefazione di proprietà del locale.

Ind. 36 Buitenkant Street. Tel. +27 21 200 0440.

3. The Jane, Anversa, Belgio.

Jane RestaurantJane RestaurantJane RestaurantJane RestaurantJane Restaurant

Il designer Piet Boon ha trasformato la cappella di un ex ospedale militare in un ristorante pazzesco. Il claim, adottato dagli chef Sergio Herman e Nick Bril  è ” la cena elegante incontra il rock&roll”. Molto riuscita integrazione tra elementi ultra moderni come lampade e luci- con le strutture originali, vedi soffitto e pavimento di ceramica. 

Ind. Site ‘t Groen Kwartier, Paradeplein. Tel. +32 3 808 44 65.

4. Bicicleta, Bucarest, Romania.

BicicletaBicicleta, BucarestBicicleta, BucarestBicicleta, Bucarest

La designer rumena Alina Turdean ha utilizzato pezzi di vecchie biciclette per creare l’arredamento di un bar. I braccioli della sedia provengono dai manubri, i tavolini da vecchie ruote e gli sgabelli dai sellini. Le bici sono pezzi originali inglesi degli anni Trenta o arrivano da una vecchia fabbrica di bici rumena, la Pegas, molto popolare negli anni Settanta.

Ind. Strada Selari 2. Tel. +40 735 616 298.

5. Logomo Cafè, Turku, Finlandia.

Logomo CafèLogomo CafèLogomo Cafè

L’installazione dell’artista tedesco Tobias Rehberge, realizzata all’interno del centro culturale Longomo, doveva durare soltanto un anno ma i clienti finlandesi hanno amato a tal punto il bar, caratterizzato dalle linee curve nere su sfondo bianco, da farlo diventare un’esposizione permanente.

Ind. Köydenpunojankatu 14. Tel. 02 4456 700.

6. Joben Bistro, Cluj-Napoca, Romania.

Joben bistroJoben bistroJoben BistroJoben bistro

Un aspetto inedito questo amore della Romania per il design. Ecco un altro posto bellissimo, un locale ispirato ai romanzi fantasy di Jules Verne dall’atmosfera sognante e surreale come nei romanzi dello scrittore.

Ind. Strada Avram Iancu 29. Tel. +40 720 222 800.

7. What Happens When, New York, USA.

Ristorante What happens whenRistorante What happens whenRistorante What happens whenRistorante What happens when

Tranquilli, arriverà anche in Italia e ci stancheremo di sentirne parlare. È il ristorante temporaneo che cambia ogni mese per assecondare i gusti del cliente, immancabili al centro del mondo, cioè a New York. I menu passano dai classicissimi del Novecento alla cucina moderna, e, manco a dirlo, i piatti sono composti a regola d’arte.

Ind. 25 Cleveland Place. Tel. + 1 212-925-8310.

8. Cafe Ki, Tokyo, Giappone.

Cafe ki, TokyoCafe ki, TokyoCafe ki, Tokyo

Cosa succede in un ristorante se le gambe dei tavoli prendono vita? Se lo sono chiesti i designer dello studio grafico giapponese Id. In questo caso le gambe sono diventate tronchi di albero che si sviluppano in altezza fino ai rami. Calma zen e colori neutro danno l’impressione di trovarsi nella foresta di Aokigahara.

Ind. Setagaya-ku, Shirota 5951.  Tel.  +81 03-3413-4678.

9. Ammo Restaurant, Hong Kong, Cina.

Ristorante AmmoRistorante AmmoRistorante AmmoRistorante AmmoRistorante AmmoRistorante Ammo

Ammo è una parola che nel linguaggio parlato significa “ammutinamento” “munizioni”, ma è anche l’acronimo di Asian, Modern, Museum, Original. Il locale, una scatola di vetro con bella vista su un boschetto, si trova nell’edificio che ospita il nuovo ramo della Asia Society ad Hong Kong, in passato era un magazzino di sicurezza per le munizioni dell’esercito britannico.

Ind. 9 Justice Drive, Admiralty. Tel. +852 2537 9888.

10. Bangalore Express City, Londra, Regno Unito.

Ristorante Bangalore ExpressRistorante Bangalore Express

Un ottimo ristorante indiano, ma pure un rifugio sicuro per appuntamenti lontano da occhi indiscreti. Gli spazi sono separati da una grande struttura in legno che rende i  tavoli  simili a cuccette del treno. Per la gioia dei camerieri costretti ad arrampicarsi sulle scalette realizzate con tubi di recupero.

Ind. 1 Corbet Court, 3 – 6 Gracechurch Street. Tel. 020 7220 9195.

11. Le Pain Francais Restaurant, Gothenburg, Svezia.

Ristorante Le Pain FrancesRistorante Le Pain FrancesRistorante Le Pain Frances

1200 metri quadrati di superficie distribuiti su 4 piani, ognuno con un design diverso. Apprezzato per le colazioni alla francese e le baguette, il bar è considerato un “caso” per la progettazione e il design.

Ind. Kungsportsavenyn 7. Tel. 031-7901109.

12. The Design Bar, Stoccolma, Svezia.

Design BarDesign Bar, StoccolmaDesign Bar, Stoccolma

Bar concettuale, che rappresenta il conflitto tra natura e città industriale. Si riconoscono anche per altri particolari ma la distinzione è immediata grazie ai palloncini colorati sul soffitto: nella foresta, nonché zona vip, sono bianchi come le nuvole, nell’area bar neri come il fumo delle ciminiere. Sperando che i clienti non si sentano discriminati.

Ind. Mässvägen 1. Tel. +46 8 749 41 00.

13. Electric Bar, Paris, France.

Electric Bar, ParigiElectric Bar, Parigi

“Se l’Alice di Lewis Carrol avesse amato il rock, qui si sarebbe trovata benissimo”. Così il designer Mathieu Lehanneur spiega il mix di surrealismo e atmosfera di tendenza di questo locale. I divani del lounge bar sono incastonati tra grandi alberi composti di cavi elettrici. Al posto dei frutti ecco i faretti provenienti da set cinematografici.

Ind. 1 Place de la Porte de Versailles.  Tel. + 33 1 57 25 10 87.

14. Auriga Restaurant, Mumbai, India.

Ristorante AurigaRistorante AurigaRistorante Auriga

Se da bambini sognavate la casetta di legno appollaiata sull’albero qui sarete accontentati. Una vecchia fabbrica privata dei muri esterni per permettere alla luce di filtrare attraverso un ingegnoso sistema di travi in alluminio angolari che si alternano al vetro.

Ind. Dr B E Moses Road, Famous Studio Lane, Mahalaxmi. Tel. + 91 22 4347 2505.

15. Blue Frog Lounge, Mumbai, India.

Blue Frog Lounge, MumbaiBlue Frog Lounge, MumbaiBlue Frog Lounge, Mumbai

La musica è tutto. E come in uno studio di registrazione nel ristorante le pareti sono ricoperte di tessuto che assorbe il rumore. Il risultato è l’atmosfera ovattata, sensazione aumentata dalla disposizione dei tavoli all’interno di nicchie collegate tra loro.

Ind. Tulsi Pipe Road. Tel. +91 22 6158 6158.

16. Chocolate Bar, Opole, Polonia.

Chocolate Bar, OpoleChocolate Bar, OpoleChocolate Bar, Opole

Un bar piccolissimo. Un micro-gioiello soppalcato per strappare qualche mentre quadrato in più. Il design corre sui muri: per scelta non ci sono elementi di arredo se non la pittura colata sulle pareti, come sui bordi di una tazza di cioccolata calda.

17. Pakta Restaurant, Barcellona, Spagna.

Chocolate Bar, OpoleChocolate Bar, OpoleChocolate Bar, Opole

Ultima creatura del geniale Albert Adria, fratello di Ferran, Pakta in lingua quechua significa “unione”. Come la cucina Nikkei che si assaggia qua: una contaminazione tra Perù e Giappone evidente anche nell’arredamento: linee zen giapponesi e colori allegri dei costumi tradizionali peruviani.

Ind. C/ Lleida 5. Tel. + 34 936 24 01 77.

18. Rocambolesc Cafe, Girona, Spagna.

Rocambolesc Cafe, GironaRocambolesc Cafe, GironaRocambolesc Cafe, GironaRocambolesc Cafe, Girona

L’atmosfera gioiosamente vintage del locale arriva dall’idea di uno dei fratelli Roca, Jordi, di scorrazzare per le strade di Girona un carrello dei dolci. Per la precisione quello di El Cellar de Can Roca, uno dei migliori ristoranti del mondo, ma visto attraverso gli occhi di Willy Wonka.

Ind. Carrer de Santa Clara 50. Tel. +34 972 416 667.

19, Ozone Bar, Hong Kong, Cina.

Ozone BarOzone Bar

Lounge bar all’ultimo piano dell’International Commerce Center. Chi frequenta l’Ozone per un cocktail può bullarsi di aver bevuto nel bar più alto del mondo. Illuminato da una luce blu scura, l’interno sembra un prolungamento del cielo notturno.

Ind. 1 Austin Rd W. Tel. +852 2263 2263.

[Crediti | Bored Panda]

commenti (17)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Dirtyfishydishcloth ha detto:

    La maggior parte sono di un kitsch assurdo D:

    1. Avatar Von Clausewitz ha detto:

      92 minuti di applausi (cit.)

  2. Avatar Lv.426 ha detto:

    Ammo non è il corrispettivo di ammutinamento (che sarebbe mutiny), ma è l’abbreviazione in slang militare di “Ammunition”, cioè munizione. Il che sarebbe coerente con il tema del locale, ambientato in un ex deposito munizioni.

  3. Avatar Frankie ha detto:

    Dopo essermi deliziato con queste alte opere,esempio fulgido della maestria ed inventiva dell’ uomo che mai si sazia di voler stupire e turbare le anime semplici con effetti quasi speciali,ho riposato l’ occhio affaticato contemplando la tazza del WC, un prosaico design Ginori.

    1. Avatar GIANLU'63 ha detto:

      a proposito di design di WC, pregasi visitare quelli dell’hangar 7,

    2. Avatar Frankie ha detto:

      …e l’ ultimo tiri lo sciacquone!

  4. Avatar NomeSinclair ha detto:

    ottima padronanza dell’inglese per l’autore dell’articolo, “Ammo è una parola che nel linguaggio parlato significa “ammutinamento”” ah si?? ohibò!!

  5. Avatar alessandro ha detto:

    1 10 18 i migliori, il resto è un misto di minimalismo estremo, kitch e ne carne ne pesce

  6. Avatar Paolo ha detto:

    1??? Mi stai scherzando, nevvero?
    Il #1 è quello che guardi e pensi “Svizzero? Allora probabilmente progettato dal poliziotto Huber”

  7. Avatar nome ha detto:

    Ma “19 tra i più belli del mondo” è sarcastico, vero? Sono tutti abbastanza eccessivi, direi nauseanti.

  8. Avatar Graziano ha detto:

    Non ha senso che abbiate messo i due locali rumeni e non abbiate minimamente preso in considerazione i famosi Ruin Pubs di Budapest, quali ad esempio il famoso Szimpla Kert (e altri ancora) 😉
    Prima dei due locali rumeni ci sono senza dubbio quelli di Budapest, forse i capostipiti di questo genere di pub.

  9. Avatar mario ha detto:

    Perlopiù abbastanza terribili, ma si vede che sono vecchio….
    In un paio entrerei volentieri, nulla più; degli altri non varcherei la soglia.
    De gustibus etc etc.
    Se questi sono i più belli, non oso immaginare i più brutti.
    Boh
    Mario