di Valentina Dirindin 9 Febbraio 2020

Il ristorante Tonnarello, noto e frequentato locale di Roma a Trastevere, è stato chiuso dall’Asl dopo che durante i controlli sono stati trovati muffa e sporcizia, oltre che una situazione generalmente non conforme alle norme di igiene. Nel rapporto degli agenti del commissariato Trastevere che hanno effettuato il controllo insieme agli ispettori della Asl Roma 1 si legge infatti che “Le materie alimentari erano contenute in luoghi con presenza di muffe e sporcizia, compresi dei vetusti e arrugginiti frigoriferi senza rilevazione della temperatura interna, collocati in un alloggio senza intonaco e con la pavimentazione degradata e sporca”.

Il problema della scarsa pulizia pare fosse proprio legato all’importante afflusso di clientela all’interno del locale (pur non essendo una giustificazione accettabile): “A causa del pressante flusso di clientela”, si legge nel rapporto di cui sopra, “la piatteria e la posateria solo in parte erano lavate in lavastoviglie, mentre la pulitura a mano era svolta con la sola acqua fredda in assenza d’idoneo impianto per il riscaldamento della stessa”.

A seguito dei riscontri, è stata immediatamente disposta la chiusura del ristornante e i responsabili del locale sono stati quindi sanzionatio per un ammontare complessivo di circa 6000 euro.

[Fonte: La Repubblica]