di Patrizia 26 Marzo 2019
cibi fermentati

I cibi fermentati fanno bene alla salute, ormai lo sanno anche i muri. Ma sappiamo quali sono i cibi fermentati e perché sono un elisir di salute?

È ormai risaputo che i cibi fermentati fanno bene all’intestino, che per funzionare bene deve mantenere il suo equilibrio, anche per quanto riguarda la flora intestinale batterica. E qui entrano in gioco, anche, gli alimenti fermentati, quelli che contengono i “batteri buoni”, che vanno a rinforzare la naturale flora batterica.

Ma quali sono i cibi fermentati che possiamo portare sulle nostre tavole?

Yogurt

È quasi sempre presente nei nostri frigoriferi. Perfetto come spuntino, ideale per la prima colazione. E forse non ci abbiamo mai fatto caso, ma è un cibo ottenuto per fermentazione. È altamente digeribile, ricco di probiotici che svolgono azione disintossicante e antinfiammatoria nell’intestino, sazia molto, proprio come il latte, e contiene vitamine, proteine e minerali utili per la nostra salute.

Kefir

Dopo lo yogurt, è forse uno degli alimenti fermentati più famosi al mondo. Lo si trova facilmente e lo possiamo anche preparare in casa. Il lette fermentato contiene batteri e lieviti che fanno bene alla salute dell’intestino. Ed è senza lattosio, così chi è intollerante lo può inserire serenamente nella sua alimentazione quotidiana. Il sapore è più acidulo di quello dello yogurt e anche la consistenza è lievemente diversa.

Kimchi

Direttamente dalla Corea, ecco il kimchi, forse il miglior alimento fermentato. Si tratta di una verdura che viene fermentata con spezie varie, quali ad esempio lo zenzero, ma anche peperoncino e aglio. Tutti ingredienti che fanno bene al nostro organismo. Si può mangiare come contorno o come piatto unico.

Tempeh

Avete mai sentito parlare del Tempeh? È un cibo fermentato tipico dell’Asia. Non ha un aspetto meraviglioso e anche il suo sapore a crudo non è il massimo. Ma si può usare in mille ricette diverse, anche solo saltato in padella. Questo alimento è ottenuto dalla fermentazione dei fagioli di soia cotti. Ed è ricco di proteine vegetali, fibre e vitamine.

Kombucha

Il Kombucha è un tè dolce e fermentato, che si basa su un coltura che contiene Acetobacter e lievito. Un tè che pare arrivi dalla Cina e che sia conosciuto da molto tempo in tutta l’Asia. Alla fine dell’Ottocento si diffuse rapidamente anche in Russia e Ucraina, diventando molto popolare. Pare che abbia molti benefici, anche se la scienza ancora non lo ha studiato molto. È ricco di antiossidanti, svolgerebbe azione antibatterica e anche antifungina.

Zuppa di miso

Un vero e proprio toccasana che ci arriva dalla cucina giapponese. Ed è un piatto molto buono. È un brodo con dashi e miso, pasta di soia fermentata utile per la salute dell’intestino.

Tecnicamente anche la birra è un fermentato… E pare non faccia nemmeno ingrassare. È il caso di inserirla con gli altri cibi fermentati che fanno bene?