anonimato

ultimi post

Qui dicono che per un critico gastronomico l’anonimato è una farsa, caro Valerio Visintin

Caro Valerio Massimo Visintin, abilissima penna del Corriere della Sera che non teme niente e nessuno, tu che hai fatto dell’anonimato un modus operandi: ricrediti, ti prego. Riconsidera la necessità che hai di nascondere la tua identità, precauzione indispensabile per la categoria a cui appartieni, altrimenti dici, un critico gastronomico non è credibile. Nientemeno che la ...

0 commenti

Giù la maschera: come riconoscere i critici anonimi ed evitare possibili stroncature

L’infinita querelle sull’anonimato dei critici e sul loro pagare o non pagare il conto: cosa c’è di più fastidioso? La pratica di battezzare cicloni e anticicloni con nomi storici o mitologici. Risposta esatta. Le polemiche tafazziste di fine estate sono due al prezzo di una, entrambe trite e ritrite. Era forse più interessante la querelle ...

0 commenti

Come scrivere di ristoranti, cosa dire e cosa no

Proprio quando un’altra sbadigliosa richiesta di consigli per critici in erba (“ciao, sono estremamente appassionato di ristoranti, frequento il master in giornalismo gastronomico tal dei tali, volevo chiedervi come si scrive la recensione di un ristorante, qual è il metodo”), intasava la nostra casella di posta, bang! — la folgorazione. Perché non imbastire un post ...

0 commenti