crisi

ultimi post

La crisi di McDonald’s: 18 cose che vi faranno ammattire e che, forse, cambieranno per sempre

McDonald’s. Sparisci, sgorbio. Nel senso che quando si parla della più grande catena di mangiatoie del globo, noi recitiamo volentieri il ruolo dei guastafeste. Per infiniti motivi. Diciamone tre random: i 17 mostruosi ingredienti delle patatine, i panini finto-italiani, il tradimento di Gualtiero Marchesi.  Figurarsi ora che, come scrive L’Inkiesta: McDonald’s abbiamo un problema.  L’impero del ...

0 commenti

Parola d’ordine risparmiare su tutto: con Gino Sorbillo ritorna la pizza a credito

La crisi c’è, si sente e spaventa. Corre tra i tavoli della ristorazione e stasera se ne parlerà a Ballarò. Tra gli intervistati, Gino Sorbillo, il pizzaiolo che sosterrà le ragioni del Napo, la “moneta” voluta dal sindaco Luigi De Magistris. Funziona così: chi fa la spesa o mangia nei ristoranti convenzionati esibendo il Napo ...

0 commenti

2012: Mai tagliato tanto sul cibo dagli anni Settanta

Il 2012 ha fatto segnare un calo nelle vendite di prodotti di largo consumo, non succedeva dagli anni Settanta. Il miracolo di invertire la tendenza non è riuscito neanche a Natale, complice, probabilmente, il pagamento dell’Imu. I dati raccolti dalla Nielsen per la Coop raccontano lo stallo dal quale si salvano, e non per caso, ...

0 commenti

Il forno discount contro la crisi: pane del giorno prima, a metà prezzo

In tempi di crisi non lievita solo il pane, ma anche prezzo. Così, anche la Francia, dove le panetterie sono un simbolo nazionale, corre ai ripari. A Nimes è nata la prima “panetteria discount”: pane, dolci, pizza e focacce del giorno prima … tutto del giorno prima, tutto a metà prezzo. Il forno, dall’appropriato nome ...

0 commenti

Nei ristoranti francesi per ogni pasto pagato ce n’è uno in omaggio

Ci voleva un astro come Alain Ducasse per dare uno schiaffo alla crisi. Almeno, a quella che affligge i ristoratori francesi e i loro clienti mancati. Per incentivare gli avventori di Francia, lo chef del ristorante Louis XV si è inventato la formula “paghi un pasto e ne vinci uno gratis”. L’iniziativa ha anche un ...

0 commenti

Decrescita felice e abbondanza frugale: ossimori utopistici da salotti radical-chic o alba del nuovo gastrofighettismo?

Per prima cosa mi chiedo, ma soprattutto chiedo a voi: Il gastrofighettismo, per come l’abbiano finora inteso, dove si colloca a questo punto? Va bene, andiamo con ordine. Di decrescita (o a-crescita) ne avevo già sentito parlare varie volte da Serge Latouche, economista e filosofo francese, e da Maurizio Pallante leader del Movimento Italiano della ...

0 commenti

Tre ipotesi per decidere se “in Italia i ristoranti sono pieni”. Entro stasera

Lo dipingono come il Grande Minimizzatore, uno che deve inventarsi modi per evadere dalla tristezza. Nondimeno “in Italia i ristoranti sono pieni ” è una frase strepitosa, il momento cult della settimana. Il punto resta capire il tasso di adesione alla realtà delle parole di Berlusconi. Al netto dello scollamento tra le umane vicende e ...

0 commenti

Toglietemi tutto ma non…

Non che vada bene, eh. Complice la crisi ci accontentiamo… attenzione… risparmio… Ma poteva andare peggio, diciamo che almeno su una cosa possiamo ancora permetterci di fare gli schizzinosi. Anche perché a quella cosa non vogliamo rinunciare, nemmeno con le pezze… insomma, avete capito. Una specie di “Toglietemi tutto ma non…”. Ecco, ma non… cosa? ...

0 commenti

Ristoranti | Essi chiudono

Devo dire che qualche volta l’ho fatto. Di fronte a piatti lessi e malmostosi ho pensato “tu chiudi andare a domattina” Poi mi sono confessato ed ho recitato l’atto di contrizione. Ma quello che accade più spesso, purtroppo, è che insegne belle e amate abbassino all’improvviso la saracinesca, travolte dalla difficoltà di gestione, dai costi ...

0 commenti

A mali estremi

Mali | Il 2009 sarà ricordato come un anno storico per i pubblici esercizi, ma non in positivo. Nei primi nove mesi dell’anno hanno chiuso 634 tra bar e ristoranti italiani, principalmente al Nord. Rimedi | Milano come Amsterdam: al Mod Cafè di via Vigevano ogni giovedì, dalle 22 all’una, i passanti possono ammirare le ...

0 commenti

Come va a finire la crisi. Per saperlo guardiamo alla Spagna

Vado a Barcellona. Condizione non negoziabile vedere El Bulli. Da fuori però, come sanno gli adepti niente prenotazione, niente tavolo. Non a caso parliamo del ristorante migliore del mondo ormai da 5 anni. Quello che a dispetto del menù da 230 euro vini esclusi, usa una lotteria interna per spalmare su 8.000 coperti il milione ...

0 commenti