dolci

Croissant

Mangiare Fuori •

Se almeno Hollande avesse comprato i croissant a Julie in queste 10 pasticcerie di Parigi

Digitare Hollande e croissant su Twitter, vedere il risultato, ridere forte. Da quando il presidente francese si è fatto beccare con (è il caso di dirlo) le mani nella marmellata, è diventato il bersaglio del web. L’immagine di lui in motorino verso l’appartamento dove incontra l’attrice Julie Gayet, insieme alla guardia del corpo che poi […]... CONTINUA

Alle donne piace dolce

Mangiare Fuori •

Siamo donne: le pari opportunità vanificate dalla voglia di dolci. Sì, ma quali?

Nei miei buoni propositi per il 2013 c’era non leggere più articoli che usassero l’espressione “gentil sesso” e “splendida cornice”. Insomma, basta scrittura vetusta, melliflua. E, volendo, anche sessista. Il primo proposito è crollato miseramente oggi, quasi a fine anno, a causa di un articolo della Stampa. Sul secondo resisto. Sarò debole, ma ditemi voi […]... CONTINUA

Perbellini, piccola pasticceria

Mangiare Fuori •

30 buoni motivi per rivalutare la piccola pasticceria nei ristoranti stellati

Non c’è niente come l’avvistamento di un possibile marito per circondare di luce una ragazza. I ninnoli, le tazzine, i bicchierini che vedrete in rapida successione sembrano composti dalle mani amorevoli di una ragazza da marito. Ma non è così. Sono opera dei nostri cuochi migliori, e vanno sotto il nome di “piccola pasticceria” che, largamente provvista […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Gente del Fud 8° episodio: il solo, impudico dolce cui non posso rinunciare

Il più elevato tasso di salivazione indotto dalla serie web Gente del Fud, che Dissapore ha dedicato ai prodotti tipici e realizzato con il trascendente sito omonimo? Appartiene all’episodio N° 8. Al centro, caro il mio piccolo lettore, ci sono i dolci (chi è a dieta in vista del Natale abbandoni questa pagina a scopo […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Il piatto è rotto: lettera aperta ai ristoratori stellati da un cliente indignato

L’altra settimana ho consigliato un ristorante stellato al cliente della mia enoteca romana. Cliente stellato pure lui, non dalla guida Michelin, bensì da me, visto che in pochi mesi ha speso nel mio locale il necessario per pagarne l’affitto. Sui sessanta, estroso nel vestirsi, istrionico conversatore e seguace di una strana religione da lui stesso […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Pasticceria | Più contagioso di Angry Birds, è lo Sugarcraft

Adesso venitemi a dire che non avete mai giocato col Pongo, la mitica plastilina colorata con effetto anti-stress consigliata dai pediatri di tutto il mondo. Ecco, lo Sugarcraft non è poi così diverso.... CONTINUA

Mangiare Fuori •

I 15 dolci migliori di Roma

E’ opinione diffusa che la tradizione romana in fatto di dolci non sia memorabile, anzi, il giudizio più mainstream è  che valore modesto e prezzi alti vadano a braccetto. In effetti, nell’immaginario collettivo gli abbinamenti dolce/città sono altri: panettone/Milano, pandoro/Verona, gianduiotto/Torino, babà/Napoli, cannoli/Palermo. Ma per smontare questa teoria basta qualche passeggiata per i quartieri, sapendo […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Roma | Caffè Settembrini vs e Cristalli di Zucchero

Ci sono due bar a Roma. Due bar per ogni isolato, almeno. Due bar a volte anche nella stessa strada, a venti metri l’uno dall’altro. Ma ci sono due bar a Roma dove vale la pena entrare. Dissapore li ha messi a confronto con una piccola analisi narrativo-comparativa, tenendo conto delle differenze sostanziali, quelle tra […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Cosa vuole un critico dal nostro ristorante

Mai stato facile accorgersi di cosa vuole un critico dal nostro ristorante. Per aiutarvi a capire, abbiamo tradotto (e ambientato) l’articolo di un noto critico britannico sulle 10 cose che distinguono un buon ristorante da uno no, secondo i gusti difficili dei rompiscatole di professione. Che i ristoratori si attrezzino, mentre ai critici chiediamo cosa […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

E’ Carnevale, poche Chiacchiere (post con ricetta)

Tutti dicono che Carnevale è la festa dei bambini, costumi, coriandoli, stelle filanti, uova e farina. Ma il fine settimana lungo, è l’occasione attesa anche da noi adulti per fare man bassa di dolci, per giunta fritti, dimenticando per qualche ora colesterolo e cellulite. Quando mi è stato chiesto questo post (il mio numero zero!) […]... CONTINUA