Gente del fud

ultimi post

Grappa: a quale distilleria pensate quando la voglia vi sorprende impietosa?

La prima volta che ho sorseggiato grappa ho pensato, lo ricordo come fosse ora, che non avrei mai posseduto interamente il nuovo mondo che avevo scelto, di sicuro non con la naturalezza con cui si possiedono la pasta, la pizza, il gelato, generi –non solo alimentari– più accessibili, di massa, nazionalpopolari anche. Comunque, se volevo far ...

0 commenti

A quale caseificio pensate quando la voglia di mozzarella di bufala vi sorprende impietosa?

Uno dei grandi contributi di noi fissati per il cibo è la meticolosità che aiuta a capire, applicata a questioni che ad altri paiono irrilevanti quando non cretine, tipo la mozzarella di bufala campana. Vero, l’ironia sottotesto di solito non rientra nel nostro dna, la regola è prendersi sul serio. Così scegliere un caseificio o l’altro individua ...

0 commenti

Chi ama la robiola in modo spudorato, ci dica subito dove comprarne una degna di tanto amore

Non ringrazieremo mai abbastanza gli americani per averci cambiato la vita. Per dire, prima della lavatrice andavamo a lavare i panni al torrente. Avrei potuto fare esempi più odierni, capisco, sfortunatamente al momento ne ero sfornita. Tuttavia, sempre loro, gli americani, avrebbero dovuto evitare di insozzarci la pausa delle cinque. Coltivare la sacrosanta differenza fra ...

0 commenti

Chi ama le alici in modo spudorato, ci dica presto quale marca merita tutto questo amore

Una volta vorrei che il trillo del telefonino sull’autobus mi ricordasse di mangiare le alici anziché vaccinare il cane, controllare le calorie, pagare l’affitto, prendere l’antibiotico. Alici fresche o sotto sale, crude o cotte. Nel pane col burro. Nella pizza. Alici crude in insalata appena scolorite dal limone e insaporite con poco condimento, oppure fritte ...

0 commenti

Dove andate quando la voglia di un panino al lampredotto vi sorprende impietosa? E sapreste farlo in casa?

Se i fiorentini non dicono mai cose cattive sul lampredotto, ripetendole almeno un milione di volte criticoni e pungenti come sono, è perché non ne esiste nemmeno una da dire. Al massimo, ai mangiatori abituali, quand’avranno 80 anni potrebbe capitare una vendetta dell’apparato digerente. Vi è piaciuto l’attacco? E’ che se di solito proviamo a mantenere ...

0 commenti

Gente del Fud regala 12 kg di pasta Garofalo, ma solo a chi segnala qual è il salame più buono d’Italia

Ci dicono di portate l’ombrello in vacanza perché come a tavola, anche nel meteo va di moda il nordico. Insomma, invece della classica estate mediterranea sembra che avremo piogge quotidiane alternate a schiarite. Sapete cosa? Ci adeguiamo, se il cielo fa i capricci noi mangiamo salame. Mettiamoci d’accordo su quale, però. Auto-sabotarci il peso forma ...

0 commenti

Gente del Fud regala 12 kg di pasta Garofalo, ma solo a chi segnala dove si mangiano i cannoli siciliani più buoni d’Italia

Parlando di pasticceria siciliana l’italica gente si divide, presente le acque del Mar Rosso al passaggio di Mosè? Due fazioni nette: o si ama o si odia. C’è chi non regge la pasta di mandorle e chi venderebbe l’anima per alzarsi ogni mattina con brioche e granita davanti, tuppo incluso (quel cilindretto d’impasto che fa ...

0 commenti

Gente del Fud regala 12 kg di pasta Garofalo, ma solo a chi segnala il latte più buono d’Italia

Dimenticate tutto il resto, la nostra emancipazione gastrocentrica comincia dal latte. Quando, finalmente, capiremo che il liquido scialbo bevuto adesso non ci può bastare. Vogliamo latte buono, di panna fatta perbene, di formaggi costumati, di burro da mangiare con le acciughe. Basta, avviamo insieme la costruzione del mondo a misura di bevitori di latte. Seri. Che chiedono ...

0 commenti

Gente del Fud regala 12 kg di pasta Garofalo, ma solo a chi segnala le confetture più buone d’Italia, a parte le sue

D’accordo, Brad Pitt che s’immortala prima di attaccare il barattolo di confettura arancio e cardamomo comprato personalmente in Alsazia, alla maison di Christine Ferber, non è un termine di valutazione decisivo per noi fissati per il cibo. Christine Ferber è soprannominata la fata delle marmellate. Se il soprannome vi irrita non poco, causa retrogusto melenso, ...

0 commenti