Kebab

Primo Piano •

Pizza, Egitto, Rivoluzione

Gli egiziani che conosco sorridono spesso, sono aperti, cordiali, ospitali, dev’essere la civiltà millenaria mi dico quando ci penso. Non a caso, noialtri italiani abbiamo accolto i primi migranti egiziani senza isterismi, frasi fatte e altre forme di razzismo. Ricordo lo scalpore che provocò la vittoria di un egiziano al campionato mondiale della pizza, più […]... CONTINUA

Primo Piano •

Ho mangiato un ordigno di fabbricazione turca chiamato “Pizza-Kebab” (non gli Spaghetti-Tacos)

Gli umani devono sapere per non insistere nell’errore. L’altra sera a Milano ho mangiato un ordigno di fabbricazione turca che il kebabbaro di Piazza Gerusalemme annovera tra le “pizze-kebab“. Un disco di pasta alluvionato di mozzarella e salse variopinte sul quale, dopo l’uscita dal forno, si è scaricato il contenuto di un ricco kebap: carne […]... CONTINUA

Primo Piano •

La settimana Foxy Knoxy

1 – Colpevolisti o innocentisti, questa settimana vi abbiamo consigliato bar e ristoranti di Perugia, che non è solo la città di Amanda. Ma Porta a Porta ci ha rovinato la piazza. 2 – A proposito di città, anche Venezia vieta nuovi Kebab accodandosi alla fatwa contro i cuochi Saraceni. Sbalorditi ci siamo chiesti cosa […]... CONTINUA

Primo Piano •

Venezia, la gastroxenofobia di sinistra

Gli abbiamo detto che non avendo vere palle per fare leggi di segregazione razziale, e magari farsi sputare dal mondo, si accontentano di proibire il kebab. Ci siamo andati pesanti, abbiamo scritto prima di Lucca, poi di Altopascio, Bergamo e Milano, che non potendo bombardare Gaza se ne sono venute con l’idea di una fatwa […]... CONTINUA

Primo Piano •

Il crocifesso

La nostra immedesimazione è totale. Oggi siamo tutti Mario Fortini, il sindaco leghista di Casteldelci (Rimini). Non me lo dite, non sapete cosa ha fatto Mario Fortini? Ha imposto il crocifisso a tutti gli “edifici pubblici” del suo paese—inclusi bar e ristoranti—pena una multa di 500 euro. Unici esentati i gestori di kebab, perché di […]... CONTINUA

Primo Piano •

Il piccolo Demir contro la xenofobia gastronomica della Lega Nord

La Lega Nord non è solo anti-immigrazione. Come sappiamo è anche anti-kebab. Il ministro dell’agricoltura Zaia, ha detto che l’Italia deve bloccare l’arrivo degli alimenti che non hanno niente a che fare con il nostro ricco patrimonio alimentare. Come se i pomodori non arrivsssero dal Perù o la pasta dalla Cina (probabilmente). Accecate dalla xenofobia […]... CONTINUA

Primo Piano •

A Ferragosto mangio melting pot

Sabato 15 agosto a Milano e per giunta di turno in redazione.  La desolazione è un eufemismo.  Quando è così mi si scatenano pochi pensieri fissi. Uno di questi è il cibo.  O meglio, il procacciamento del cibo. Come una donna del paleolitico penso solo a nutrirmi: non importa di cosa sia fatto ciò che ingerisco. […]... CONTINUA

Primo Piano •

Perché sono d’accordo con una legge della Lega (che sa di segregazione razziale)

La legge regionale che, in Lombardia, “dà facoltà ai Comuni di vietare determinati esercizi commerciali incompatibili con l’aspetto e la tradizione della città” (leggi: kebab, cinesi e fast food), piace alla Lega, guardacaso. Giosuè Frosio, promotore del disegno di legge, annuncia orgoglioso che questa preserva l’identità dei centri storici. Ecco, il mio problema è che […]... CONTINUA

Primo Piano •

Cosa abbiamo fatto per meritarci tutto questo?

Abbiamo criminalizzato la cucina molecolare e infangato il n.1 dei cuochi italiani. Abbiamo demonizzato le guide gastronomiche. Abbiamo proibito il kebab vietandone il consumo per strada. Per cosa lo abbiamo fatto, Ministro Brambilla, per difendere TUTTO QUESTO? Ci pensi oggi alle 17, quando riunirà la Commissione per la Promozione e il Sostegno del Turismo Enogastronomico. […]... CONTINUA

Primo Piano •

La Regione Lombardia non ha le palle per fare leggi di segregazione razziale

Il fatto è che non avendo vere palle per fare leggi di segregazione razziale, e magari farsi sputare dal mondo, si accontentano di proibire il kebab. Ed è per questo che la regione Lombardia, non potendo bombardare Gaza, se n’è venuta con questa pensata di vietare il consumo “negli spazi esterni al locale”. Il fatto […]... CONTINUA

Primo Piano •

Kebab, la guerra continua. A Milano vietati gli assembramenti

La Regione Lombardia ha appena approvato una legge che vieta di mangiare per strada pizza, gelati, panini e altro cibo da passeggio. Voluta dalla Lega per arginare il “fenomeno kebab”, i locali arabi specializzati in carne cotta sullo spiedo verticale, l’ordinanza è stata allargata a gelaterie, pizzerie e fast food così da evitare l’accusa di […]... CONTINUA