made in italy

ultimi post

Made in Italy, la proposta di legge per i marchi italiani spiegata bene

Alla Camera dei Deputati è stato presentato un progetto di legge che vuole tutelare i marchi italiani. L’idea della Lega è di evitare che marchi del Made in Italy possano finire in mani straniere, con tutte le conseguenze del caso. Come la chiusura degli stabilimenti in Italia per decentralizzarli in altri luoghi d’Europa e del ...

0 commenti

Reggio Emilia: debuttano i talks sul Made in Italy di I love Italian Food

Perché l’Italia è solo al quinto posto in Europa per l’export di cibo? Il benessere della Penisola, soprattutto a livello occupazionale, dipende molto dalla gastronomia, eppure sono gli stessi cittadini italiani a soddisfare il proprio fabbisogno con prodotti importati. Il cibo come risorsa preziosa e insostituibile. Insomma, “Food: il petrolio d’Italia”. Sarà questo il tema ...

0 commenti

E’ sempre cucina italiana anche se lo chef è straniero?

Si può parlare di cucina italiana anche se in molti ristoranti, da quelli con tre stelle Michelin in giù, molti cuochi sono stranieri? Che senso ha la chiusura italiana verso le altre come successo a Firenze o a Verona, se i nostri chef sono sempre più internazionali?

0 commenti

Ministro De Girolamo, speriamo non abbia preso il raffreddore salvaguardando il Made in Italy

Quando i politici  snocciolano dati nei talk show serali tanto per darsi un tono cambio immediatamente canale. Sto per snocciolare dei dati ma non sono un politico, non cambiate blog vi prego, prometto di non esagerare. Dunque, il grano duro italiano copre solo il 65 % del fabbisogno, dobbiamo importare frumento da Canada, Stati Uniti, Sudamerica e Ucraina. ...

0 commenti

Continuiamo così, facciamoci del male! I luogocomunismi italiani nel dopo-Eataly New York

All’improvviso, ‘stamattina, mi si ammonticchiano nella mente Farinetti, Eataly New York, i 25 milioni di investimento, l’adorazione della grande mela, più certi luogocomunismi italiani quali: (1) “Eataly serve a far soldi“, (2) “Barilla, Lavazza e Rossopomodoro non sono le eccellenze italiane“, (3) “Solo piccolo è bello” (che fanno più Paese Reale di una puntata del ...

0 commenti

Chi trama contro la Toscana? (Del cosmico non contare una fava di Michela Vittoria Brambilla e Rolling Stone)

Non so come dirlo, ma è probabile che ieri, con questa dichiarazione, Michela Vittoria Brambilla abbia scelto la via del ridicolo volontario per evitare il rischio di quello involontario.”Se la Catalogna rinuncia alla corrida anche noi possiamo rinunciare a qualche palio che danneggia l’immagine dell’Italia“. Un ministro del turismo per cui il Palio di Siena ...

0 commenti

Cosa c’entra la Granarolo con la mozzarella blu e perché dovrebbe interessarci saperlo

Non giudico, so che è facile travisare ed essere travisati. Provo però a lanciare un messaggio perché chi consuma ha diritto di sapere su cosa mette le mani. Se la Granarolo, definita dal suo presidente Giampiero Calzolari “la più bella azienda casearia italiana”, sapeva che non tutto funzionava alla Milchwerk Jager Gmbh, società tedesca coinvolta ...

0 commenti

McItaly | Il Mcministro risponde al Guardian e a noi gastrofanatici “radical chic”

Accusato venerdì dal Guardian di alto tradimento nazionale per aver concesso il patrocinio del suo ministero a McItaly, il nuovo panino di McDonald’s, Luca Zaia nel fine settimana ha risposto al quotidiano britannico, e per conoscenza, a ogni tipo di infedele. Gastrofanatici compresi. Rivelando l’ingrediente che mancava alla sua ricetta propagandistica cucinata finora con dosi ...

0 commenti