madonnina del pescatore

ultimi post

L’aggettivo per descrivere chirurgicamente il Clandestino è, clandestino

Si arriva al ristorante lasciando l’A14 e inoltrandosi nei boschi freschi del Conero fino al borgo marino di Portonovo. Dopo un sentiero biforcuto appare la spiaggia: una mezzaluna di ciottoli bianchi che sorridono alle onde. L’unica costruzione è una capanna di legno blu aperta sui lati. Se è ora di pranzo, seduti a un tavolo ...

0 commenti

I 10 ristoranti che ci hanno cambiato la vita

Compito difficile oggi, cavare dalla memoria 10 esperienze indimenticabili. Quelle che per un motivo o per l’altro hanno lasciato un segno indelebile. Quelle che c’è un prima e un dopo. Quelle che quando sarò vecchio davanti al camino racconterò diteggerò su Facebook al mio nipotino. Va da sé che dopo, usando i commenti, voi dovete ...

0 commenti

Cenoni d’Italia

Cosa cucinano l’ultimo dell’anno e quanto costa mangiarlo. L’ho chiesto a uno sproposito di ristoratori italiani e non. Mica un gioco da ragazzi ma non mi è pesato. L’ho fatto per te, caro il mio piccolo lettore, così sai quanto costa finire in gloria il 2009. Non ti spaventare, i 1.100 euro per il cenone ...

0 commenti

Guide, c’era una volta la scheda ristorante

Yawn. Non sbadigliate, parleremo ancora di guide: di ristoranti, di critici, di critiche, di recensioni. E forse, anche di punteggi. Perchè se il Bolasco direttore della guida ristoranti del Gambero Rosso, qui tra di noi si chiede “mi piacerebbe sapere cosa succederebbe a me se scrivessi in una recensione una frase del tipo” e via ...

0 commenti

Per quale motivo scegliamo un ristorante?

Il preambolo milanese di questa storia si svolge in febbraio, quando a una festa incontro Moreno Cedroni. Il cuoco-imprenditore mi rimprovera di latitare dai suoi locali, a Senigallia la Madonnina del Pescatore e l’Anikò; a Portonovo di Ancona il Clandestino. Vuole raccontare con calma progetti che a me interessa conoscere. —Ci vediamo presto—è il mio ...

0 commenti