studio

ultimi post

Le donne cucinano per 21 giorni all’anno, gli uomini per 8

Per reagire ai tempi magri, noi italiani riscopriamo i piaceri –soprattutto la convenienza– della cucina di casa: ciascuno passa 11 giorni pieni ai fornelli, che suddivisi fanno oltre 7 ore a settimana, 56 minuti al giorno, 69 nei giorni di festa. La media però non è unisex. A conferma del fatto che, diversamente dalle cucine ...

0 commenti

Cosa mangeremo e chi sarà la stella nel ristorante del futuro?

Questa settimana, il post a più elevato tasso di circolazione tra noi editor di Dissapore arriva da un blog britannico, che, chiamate in causa le profezie di 70 esperti sul ristorante del futuro, si è chiesto cosa mangeremo e chi tra chef, sommelier, proprietari, clienti, fornitori, critici e foodblogger sarà la vera stella. I risultati ...

0 commenti

Colesterolo: il killer (la parola alla difesa)

Paolo Costa è un amico cui capita di avere opinioni insolite ma interessanti sul colesterolo. “Mamma, ti prego, basta dare carne a Marco, e poi tutto quel burro, vuoi fargli andare il colesterolo alle stelle? E poi ancora uova, ne può mangiare solo tre a settimana, ricordi? l’ha detto il pediatra”. La mamma di Marco ...

0 commenti

Scienza in cucina: il tè verde e l’acrilamide delle patate fritte

Il tè (Camelia sinensis) è la pianta da cui si ricava la bevanda omonima, seconda per diffusione solo all’acqua. In base ai processi cui sono sottoposte le foglie dopo il raccolto, distinguiamo diversi tipi di tè: nero, bianco, verde, oolong. Mentre il tè verde non subisce processi di fermentazione il tè nero sì, e questi ...

0 commenti

A bio quel che è di bio (a convenzionale quel che è di convenzionale)

Nel recente lavoro scientifico apparso in una rivista specializzata, un team di ricercatori britannici ha dimostrato che il basilico cresciuto a 25°C contiene circa il 70% in più di sostanze odorose rispetto ad un basilico cresciuto a 15 °C, dimostrazione confermata sia da un panel di degustatori allenati che da un test sui consumatori. In questo caso, come ...

0 commenti

Cosa leggono i buongustai? (Non chiamateli Foodies)

Giampaolo Fabris, il sociologo al quale potete chiedere ricerche su tutto, perfino sul consumo di carta igienica nel vostro condominio, e la Negroni, il marchio di salumi con la stella, possono essere soddisfatti. Stampa e blog hanno coccolato il loro studio sui neo-buongustai italiani, visto ovunque negli ultimi giorni. Ma non chiedeteci di chiamarli Foodies. ...

0 commenti

Polo Sud

Prima dello studio di Bankitalia non mi ero accorto di pagare l’espresso 1 euro al nord e 75 centesimi al sud. Dove, dice sempre Bankitalia, anche per un cappuccino spendo il 9,3% in meno. Quanto costa il mio panino preferito in un bar nordista (gastrobar diciamo noi avvezzi alle mangiatoie), non so, 7 euro? Al ...

0 commenti