Martini: 3 cocktail per il weekend

Negli ultimi anni il Martini CocktailMartini Dry che dir si voglia –re dei cocktail, l’aperitivo più conosciuto e richiesto del mondo– ha esteso la sua notorietà agli appassionati di serie tv.

[In collaborazione con Infinity]

Pensate a Brian, il cane idealista della sit-com animata “I Griffin”, o a Karen Walker, la stravagante ereditiera di “Will & Grace”, che ama allo stesso modo le battute politicamente scorrette e le coppe di Martini.

A proposito di Will & Grace”, proprio in questo periodo Infinity, il servizio di streaming online italiano con film, fiction, serie tv e cartoni, sta trasmettendo sia l’intera serie originale, andata in onda negli Stati Uniti dal 1998 al 2006, che gli attesissimi episodi della nuova stagione, prodotta dopo 11 anni di assenza.

cocktail martini

Come avete capito il Martini, inteso come vermut –rosso e bianco– è protagonista del nuovo episodio di “3 cocktail per il weekend“, la serie di Dissapore sul bere miscelato.

Io sono  Luca Manni, barman de La Ménagère, ristorante contemporaneo e moderno in Via Dè Ginori, 8/R a Firenze, e ogni fine settimana presento su Dissapore tre cocktail basati su un liquore che cambia di volta in volta.

martini come prepararlo

Cocktail Martini

Lo trovate nella lista di ogni cocktail bar degno di questo nome, perché nonostante siano stati inventati infiniti Martini, c’è un solo Martini originale, e poche altre bevande riescono a far meglio della sua semplice ricetta.

Per innamorarsi del Martini basta provarlo, e più si prova più si scopre come ci piace. O meglio, come regolare il rapporto tra gin e vermouth, o come scegliere le guarnizioni. Il tempo di fare qualche esperimento, e ci si unisce alla fila di devoti del famoso cocktail.

Ingredienti per la ricetta del Cocktail Martini:

— 6 cl. di gin
— 1 cl. di dry vermut
— 1 oliva verde
— 1 buccia di limone (alternativa all’oliva)

Preparazione:

Raffreddate una coppa martini riempiendola di ghiaccio, riempite di ghiaccio anche un mixing glass e mescolate per 15 secondi, scolate l’acqua che si è formata, aggiungete 1 cl. di Vermut dry nel mixing-glass, mescolate per 15 secondi, buttate il vermut, aggiungete 6 cl. di gin e mescolate per 10 secondi.

Scolate il ghiaccio dalla coppa martini e versate il cocktail, filtrandolo dal ghiaccio con lo strainer (l’accessorio da bar usato per rimuovere il ghiaccio dai cocktail) guarnite con tre olive denocciolate, oppure spremete una scorza di limone sulla superficie del Martini e inseritela nel bicchiere per guarnire

Sweet Martini

sweet martini cocktail

Una variazione sul tema che, grazie all’uso del vermut rosso e della ciliegina, piacerà a chi ritiene il sapore del Martini Cocktail troppo secco. Il drink è noto anche con il nome di “Gin and it“.

Ingredienti:

— 6 cl. gin
— 1 cl. Vermouth Rosso
— 3 ciliegine al maraschino

Preparazione dello Sweet Martini Cocktail:

Si prepara nel mixing-glass e si serve nella coppetta da cocktail, aggiungendo 3 ciliegie al maraschino come guarnizione. Si può anche servire con ghiaccio, ma in questo caso in un bicchiere old fashioned, cioè il tumbler basso.

Bel Tempo si Spera Martini

Ingredienti:
— 4 cl. Gin
— 0,5 cl. di Lillet Blanc
— 2,5 cl. di Assenzio
— polvere di fragola
— ciuffo di origano

Preparazione:

Preparato direttamente nel mixing-glass con quattro cubetti di ghiaccio: fate insaporire il ghiaccio mettendo l’assenzio, e poi scolatene la metà.

Unite gli altri ingredienti, versateli in coppa raffreddata “truccata” con la polvere di fragola. Decorate con una cima di origano o di erba aromatica

Luca Manni Luca Manni

27 aprile 2018

commenti (2)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Claudio ha detto:

    Il Gin & It (al pari del Gin & French, fatto col vermouth dry), ero rimasto che fossero versioni on the rocks, magari “build” dei corrispettivi cocktail Martini.
    anche il rapporto tra gin e vermouth è differente.
    si tratta comunque di ricette praticamente scomparse dai ricettari (se non erro erano presenti nella prima codifica IBA degli anni 60) e un po di discorsi sui “sessi degli angeli”.

  2. nucleo controllo cucine ha detto:

    forse, ma forse, sarebbe stato meglio indicare che la ricetta proposta è quella del tipo In & Out, dove il Martini fa una breve apparizione sul ghiaccio.
    la ricetta IBA infatti è:
    Before Dinner Cocktail

    6 cl Gin
    1 cl Dry Vermouth
    Pour all ingredients into mixing glass with ice cubes.
    Stir well. Strain in chilled martini glass. Squeeze oil from lemon peel onto the drink, or garnish with olive.

    fine modalità pedanteria.

    ma se proprio vogliamo bere gin liscio, facciamo come Robert Mitchum in “L’erba del vicino è sempre più verde” : stappa la bottiglia di Martini Dry e la fa girare intorno al mixing glass: che class!

«