di Prisca Sacchetti 3 Luglio 2011

Unite 100 gr di alcolismo molesto, un interesse per la cucina che definire accessorio è poco, e avrete un’idea ancora vaga della serie che sta scuotendo YouTube, My drunk kitchen.

Telecamera fissa, montaggio serrato e nessuna ricetta anche vagamente commestibile (del resto l’utensile che Hanna usa in esclusiva è l’apribottiglie). E c’è pure lo spin-off, My drunk kitchen ha partorito My Hangover Kitchen, ovvero: “Cucinare il giorno dopo in queste condizioni non è un ca**o facile”.