Osteria Enoteca Ai Artisti, Venezia

ristoranti

Orari, indirizzo, foto e informazioni sull'Osteria Enoteca Ai Artisti a Venezia nel sestiere di Dorsoduro.

Osteria Enoteca Ai Artisti a Venezia nel sestiere di Dorsoduro.

Osteria Enoteca Ai Artisti: Scheda Informativa

Informazioni

indirizzo Fondamenta Toletta, 1169, Venezia, VE, Italia

telefono +39 041 523 8944

sito web Sito web ↗

Prezzo €€

Apertura

lunedì chiuso
martedì 12:45 - 14:45 19:00 - 22:00
mercoledì 12:45 - 14:45 19:00 - 22:00
giovedì 12:45 - 14:45 19:00 - 22:00
venerdì 12:45 - 14:45 19:00 - 22:00
sabato 12:45 - 14:45 19:00 - 22:00
domenica chiuso
VOTO DISSAPORE
VOTO UTENTI

A Venezia, nel sestiere Dorsoduro, in un luogo defilato rispetto al grande flusso turistico, inciampiamo nell’Osteria Enoteca Ai Artisti. Questa insegna ha il merito di sfuggire dai cliché del menu turistico, mettendo al centro delle materie prime di qualità che si dividono equamente fra mare e terra. Il menu propone piatti creativi pur mantenendo solide basi nella tradizione.

Cucina semplice ma accattivante in un ambiente raccolto

La gestione è in mano a Vincenzo Buonfiglio, anche addetto alla selezione dei vini, e a Francesca Ciancio, che tiene le redini della cucina. La coppia di ristoratori ha aperto il locale pochi anni fa con l’obiettivo di distinguersi nel variegato panorama gastronomico veneziano. La formula vincente? Non occorre strafare, anzi, all’Osteria Enoteca Ai Artisti non si eccede in elaborazioni complesse, ma si trova il giusto equilibrio fra il semplice e l’accattivante.

Orari, indirizzo, foto e informazioni sull'Osteria Enoteca Ai Artisti a Venezia nel sestiere di Dorsoduro

L’ambiente è intimo e raccolto, complici due piccole sale con mattoni e cantina a vista. Il benvenuto avviene al grande bancone d’ingresso che richiama le osterie veneziane di una volta. In estate ci si può accomodare anche all’esterno, ai tavolini disposti lungo il rio, dove godersi il classico via vai di “barchini”. L’interno è ugualmente suggestivo esaltato da luci soffuse, arredi dai toni caldi e file di bottiglie di vino disposte sugli scaffali.

Guardando il menu si può cominciare con un antipasto di pesce crudo, per poi proseguire con tortelli di trippa alla parmigiana, e con la pluma di maiale con chutney di zucca e mostarda di gocce d’oro. Fra i secondi va citato anche l’agnello, esemplare fra i piatti ben riusciti impiegando ingredienti scelti e buona tecnica.

La carta dei vini si concentra sulle etichette naturali, provenienti da piccole cantine. Per concludere, la carta dei dolci corona un menu non eccessivamente articolato, all’insegna del “less is more”. I dessert puntano sulla freschezza: ne è un buon esempio la cheesecake con gelèe all’albicocca e agrumi.

Osteria Enoteca Ai Artisti a Venezia, recensione: la via contemporanea nel sestiere Dorsoduro

Un sestiere di Venezia, Dorsoduro, in cui le tracce di autenticità e di presenza turistica non troppo ingombrante sono ancora sperimentabili; la presenza di un rio che consente di disporre qualche tavolino che permette di mangiare all’aperto nella bella stagione in un contesto complessivamente dal passaggio non troppo affollato; una…