di Veronica Godano 21 Novembre 2019
Conto ristorante

In quel di Las Vegas si può pagare una multa stradale con il cibo. Ma come funziona il nuovo sistema approvato nella città dei casinò? Nelle scorse settimane il consiglio comunale ha approvato all’unanimità un programma per permettere la copertura dei costi di alcune multe per il parcheggio emesse nei mesi precedenti con l’offerta di alimenti, come si legge sul sito della città di Las Vegas. Il sistema è in fase di sperimentazione e, in caso di successo, sarà esteso anche negli anni successivi. In tal modo gli automobilisti salderanno il debito e potranno fare del bene. Unico obbligo da rispettare è la presenza di uno scontrino che testimoni il valore degli alimenti in modo che corrisponda al prezzo della sanzione.

Tutte le donazioni andranno poi alla Helping hands of Vegas Valley, un’organizzazione no profit che aiuta gli anziani poveri e i disabili. I prodotti dovranno essere non deteriorabili e si dovranno portare negli uffici entro 30 giorni dall’infrazione. Alcune multe, però, non potranno essere trasformate in beni alimentari: quelle di violazione di parcheggio per handicap, il blocco di veicolo, l’occupazione di una corsia d’emergenza e la totale disattenzione nei confronti dei pedoni resteranno ammende da saldare in denaro.

Las Vegas, da sempre città innovativa e solidale, aveva già sperimentato un’iniziativa simile. Nel luglio 2016, le multe si potevano pagare con materiale scolastico, poi regalato a famiglie locali con problemi economici. Siamo di fronte a un progetto ammirevole che tenta, dunque, di unire le buone azioni con il rispetto della legge.