di Veronica Godano 18 Febbraio 2020
Un progetto lungimirante che fotografa l’agricoltura del futuro. E’ il grattacielo sospeso presentato a NovelFarm 2020 in cui sono state seminate 400 piante.

L’agricoltura del futuro va in scena a NovelFarm2020, la Fiera di Pordenone che si terrà dal 19 al 20 febbraio. Si chiama Totem Farm ed è una struttura dove, in poco più di un metro quadrato, sono state contemporaneamente coltivate 400 piante tra frutta e ortaggi attraverso la tecnica idroponica in un ambiente controllato, automatizzato e indipendente dalle condizioni esterne.

L’installazione conduce lo spettatore in un’altra dimensione: entrando al suo interno, grazie a un gioco di specchi, si proverà la sensazione di essere uno “sky farmer” sospeso tra frutti e ortaggi. Per realizzare questa sorta di grattacielo, è stato necessario mettere in campo un know-how variegato. Le luci a Led necessarie per la fotosintesi delle piante sono state prodotte con uno specifico spettro luminoso, il tutto monitorato con un sistema di controllo remoto della struttura dotato di un impianto di refrigerazione per la soluzione nutritiva.

Il progetto Totem Farm mira a massimizzare la produzione a mq, sottolineando l’importanza dell’ottimizzazione della superficie di suolo occupata: 2 questioni alla base degli sviluppi delle vertical farm. Oggi, il c.d. verde verticale è in grado di offrire giardini, piante d’arredo e di complemento e anche orti domestici anche a chi non ha spazio, capacità o grandi risorse economiche.

Fonte: Ansa