di Veronica Godano 12 Marzo 2020
mascherina

Ad Arezzo una donna segnala quanto accaduto nel parcheggio di un supermercato. “Una donna ha venduto 25 mascherine a 55 euro ad un anziano. Ho preso la targa e segnalato tutto alla polizia. Vi prego state attenti”. L’episodio sarebbe avvenuto alle 9 circa nel parcheggio del supermercato Todis della città toscana.

Ma non mancano episodi di sciacallaggio anche in altre parti d’Italia. A Napoli, furbetti con il camice bianco offrivano test e tamponi in materia di Coronavirus a 120 euro. Due i laboratori clinici segnalati durante un blitz del Nas.

A Crotone, la diffusione di notizie false avvenuta ieri attraverso il web e Whatsapp, ha indotto l’Azienda sanitaria provinciale a dichiarare quanto segue:  “In esito alla illegittima diffusione via telefono e via web di informazioni sensibili riguardanti lo stato di salute di cittadini interessati dalla sindrome Covid 19, l’Azienda sanitaria provinciale di Crotone ha proceduto nella giornata odierna al deposito di formale esposto – querela contro ignoti, al fine di tutelare il diritto personalissimo alla riservatezza che si ritiene essere stato violato mediante la predetta fuga di notizie. Peraltro, in adempimento agli obblighi di corretta informazione che caratterizzano l’attività delle pubbliche amministrazioni, dalla giornata odierna i dati complessivi relativi ai casi di Covid 19 riscontrati nella provincia di Crotone saranno ufficialmente comunicati da questa Asp mediante pubblicazione sul sito web aziendale, con aggiornamento quotidiano dei dati medesimi e in forma rigorosamente anonima”.

Fonte: Arezzo Notizie; Il Mattino; Il Crotonese