di Elisa Erriu 29 Novembre 2020
arezzo-ristorante-antica-fonte-ladri-telecamere

I ladri che hanno svaligiato ad Arezzo il ristorante l’Antica Fonte sono stati individuati grazie a un controllo incrociato delle telecamere e potrebbero essere gli stessi autori di altri furti commessi in questo mese.

Il furto avvenuto all’Antica Fonte risale al 14 Novembre. Allora il locale era stato svaligiato da alcuni uomini che erano riusciti a entrare dopo aver forzato una porta secondaria. Avevano rubato alcune bottiglie di vino pregiato, un televisore e il registratore di cassa, contenente qualche centinaio di euro.

Il ristorante aretino non è stata l’unica “vittima” di furto: purtroppo sono capitati altri episodi simili nell’ultimo periodo, che hanno fatto scattare gli investigatori della Squadra Mobile. Ma a rendere ancora più detestabile il danno ai ristoratori, è stato il fatto che i furti sono avvenuti a fronte della chiusura degli esercizi di ristorazione e delle restrizioni imposte dal continuo evolversi della normativa anti-Covid che hanno portato la Toscana a diventare zona rossa.

Fortunatamente le attività di indagine per il furto dell’Antica fonte, portate avanti dal personale della Squadra Mobile della Questura di Arezzo, hanno portato a una svolta grazie alla visione dei filmati dell’impianto di videosorveglianza interna del locale e delle telecamere del Comune del parcheggio ex Cadorna. Il controllo congiunto ha permesso di identificare e denunciare per furto aggravato due cittadini marocchini, attualmente sottoposti a misure cautelari per altri analoghi illeciti penali commessi nel centro di Arezzo, su cui aveva già operato la Polizia di Stato.

Così continuano gli accertamenti investigativi, per cercare di venire a capo se gli altri furti commessi recentemente ai danni di ristoranti e attività commerciali possano essere imputabili agli stessi ladri dell’Antica Fonte.

[ Fonte: Arezzonotizie ]