di Elisa Erriu 19 Febbraio 2021
pistola

In un locale di Avellino è scoppiata una rissa tra pregiudicati. A un certo punto è persino comparsa una pistola, facendo vivere ai presenti veri momenti di paura. Ma si trattava di una pistola giocattolo (fortunatamente).

Sono giorni (ancora una volta) carichi di tensione: c’è persino chi ha insultato/minacciato un ristoratore su Facebook, perché era chiuso in zona arancione. Ma la rissa con la pistola (giocattolo) mancava.

Nonostante il coprifuoco, alcune persone nei giorni scorsi si sono state trovate verso le 22 in un bar ristorante di Avellino. A un certo punto è scoppiata una rissa tra avventori e gestori, di cui non si sa ancora la causa scatenante. In seguito a una segnalazione è intervenuta una Volante della Polizia e gli agenti hanno trovato diverse persone coinvolte in una lite piuttosto accesa.

Al culmine della rissa, ci sono stati veri attimi di tensione anche con gli agenti, dopo che è comparsa una pistola, poi risultata una pistola giocattolo.

Il Questore di Avellino ha provveduto a disporre la chiusura per quindici giorni del locale e ha fatto scattare anche il provvedimento di sospensione della licenza, facendo valere l’ex art. 100 TULPS. L’esercizio commerciale, inoltre, dopo alcune prime indagini si è scoperto che era già noto per essere spesso frequentato da persone pregiudicate per reati anche gravi.

[ Fonte: Irpinianews ]