di Veronica Godano 17 Febbraio 2020
Burger King sta testando un panino ripieno solo di patatine fritte

Un panino a prova di stomaco, ossia solo di patatine fritte, è quello che sta testando Burger King nei suoi negozi in Nuova Zelanda.  Dopo il lancio negli Stati Uniti nel 2013, Burger King sperimenta ancora. I sandwich sono disponibili presso i punti che hanno aderito al costo di 2 dollari neozelandesi.

Si dividono i commenti. I giornalisti della testata neozelandese, The Spinoff, pensano che ci sia una quantità di patatine distribuita in maniera uniforme all’interno del panino. Altri, invece, come Madeleine Chapman, ritengono che il sandwich non debba nemmeno esistere, perché “è una cattiva idea chiedere alla gente di pagare qualche patatina dentro un panino con una spruzzata di ketchup e maionese”.

E ancora altri giornalisti: “Burger King, cosa stai facendo? L’aggiunta di contorni a un hamburger ha funzionato bene in passato. Il Rodeo non è quello. E’ un hamburger quasi perfetto grazie all’aggiunta di anelli di cipolla. Le patatine fritte in un panino vuoto sono carboidrati secchi che fingono di essere qualcosa di sostanza o di sapore. Due dollari sono un prezzo elevato per un prodotto del genere”.

Ma il colosso dei fast-food non è singolare solo nei lanci alimentari. Risale a San Valentino l’idea di Burger King India che ha chiesto ai suoi follower di andare dalla concorrenza e scattarsi un selfie con la mascotte Ronald McDonald. In regalo un Whopper.

Fonte: Flipboard.com