di Veronica Godano 30 Luglio 2020
Mensa poveri

Da 5mila del 2019 a 14mila persone al mese in riferimento allo stesso periodo nel 2020. Sono i numeri della Regina Food Bank, un’organizzazione umanitaria con base in Canada la quale fornisce cibo agli indigenti.

La Food Bank si sta scontrando in questo momento con un calo significativo delle donazioni, ragion per cui il Ceo, John Bailey, ha fatto sapere che è aumentato l’acquisto di cibo per soddisfare la domanda. “Stiamo acquistando da fornitori e grossisti per essere sicuri di ottenere cibo per chi è nel bisogno”, ha detto Bailey. “Se i numeri rimangono così e le donazioni rimangono basse per quanto riguarda il cibo, dovremo continuare a fare affidamento sul consumo delle nostre riserve per assicurarci di procurarci cibo per le persone che ne hanno bisogno”.

Il Ceo ha dichiarato anche che l’organizzazione si aspetta una richiesta maggiore di domande in autunno ed è per questo che sono incentivate le donazioni da parte della comunità. “Il nostro grande obiettivo è assicurarci che le persone ottengano il cibo di cui hanno bisogno.”, ha concluso. La banca del cibo ha cambiato il suo modus operandi a causa dell’emergenza sanitaria, chiudendo i servizi di prelievo nella sua posizione fisica e passando al 100% della consegna di cibo.

[Fonte: Globalnews.Ca]